Lo sport vince sempre. Soprattutto quando è praticato con la voglia di divertirsi, di stare insieme, di mettersi alla prova e confrontarsi con gli amici/avversari. Questo è lo sport che ci piace, lo sport che unisce e che ci fa vivere momenti di serenità e amicizia in un periodo così difficile per tutti.

Al 25° Cross della Bosca, domenica 6 febbraio, hanno vinto la voglia di esserci e la voglia di correre, pur con le limitazioni del momento. La scommessa vinta dal GS CSI Morbegno e l’onore di avere al via complessivamente 303 atleti provenienti non solo da tutta la provincia di Sondrio, ma anche da altre province lombarde. Gare combattute ed emozionanti, prestazioni di livello, il sorriso degli atleti più piccoli per cui correre è soprattutto divertimento, la passione dei master che nonostante il passare degli anni continuano a correre e gareggiare (citazione d’obbligo per Angelo Cerello classe 1934 e Giuseppe Boschi classe 1935, rispettivamente 1° e 2° nei master 85). Il tutto in ricordo di Lino Quadrio, storico giudice di gara recentemente scomparso, al quale la manifestazione è stata dedicata anche con un minuto di silenzio prima dell’ultima partenza a cui erano presenti i familiari.  

Dopo le gare promozionali per esordienti 5 e 8 che, come di consueto, hanno dato il via alle gare, si è passati agli esordienti 10 femminili con Elisa Pensi (CSI Tirano), più veloce di tutte sul tracciato da 800 metri, che ha preceduto d’un soffio Mercy Afoso (GP Santi) e la compagna di squadra Alessandra Molinari.

Nei pari età maschili il campione nazionale CSI di corsa su strada Giuseppe Tirinzoni (GP Talamona) vince ancora una volta davanti al duo del GS CSI Morbegno Ben Bordoli e Matteo Bongio. Nelle ragazze, 1000 metri per loro, tripletta per il GP Valchiavenna grazie a Matilde Paggi, Caterina Vavassori e Silvia Casellato. Nei ragazzi, al termine del primo giro, Davide Songini (GS Valgerola) è in testa alla gara, ma nel secondo giro deve cedere al ritorno di Daniel Pellegrino (Pol. Albosaggia) che vince e Gabriele Scaramella (GP Valchiavenna) che chiude secondo. Nelle cadette bella prova di Martina Ghisalberti (Atl. Valle Brembana) che ha la meglio sulla campionessa provinciale Noemi Gini (GP Valchiavenna) e sulla debuttante nella categoria Tabatha Spini (GP Talamona). Nei cadetti, sui 2,5 km, bella sfida tra Yassine Jamal Idrissi (GS CSI Morbegno) e Gabriele Sutti (GS Valgerola); sarà proprio quest’ultimo a prendere il largo nell’ultimo dei 3 giri previsti e a vincere davanti al morbegnese, mentre Filippo Bertazzini (Pol. Albosaggia) in progressione chiude al 3° posto. Gara allievi di 4 km con un bel quartetto che fa il ritmo: Daniele Ciaponi e Giacomo Ciaponi, entrambi del GP Talamona, Marcello Scarinzi (Pol. Albosaggia) e il campione italiano di corsa in montagna a staffetta cat. cadetti Lorenzo Tomera (GP Valchiavenna). La spunta Daniele Ciaponi che precede di poco Marcello Scarinzi, mentre il podio è completato da Lorenzo Tomera.

La gara donne di 3 km ha visto quale assoluta protagonista l’azzurra di corsa in montagna Alice Gaggi (La Recastello Radici Group) che sugli abituali sentieri d’allenamento ha testato le gambe in vista dei campionati italiani di cross. Alle sue spalle brava la master 40 Cinzia Cucchi (Castelraider) a conquistare il 2° posto davanti all’allieva del GS CSI Morbegno Elisa Rovedatti, reduce dal 5° posto alla Cinque Mulini. Completano la top five la promesse Alessandra Succetti (GP Valchiavenna) e l’allieva Elisa Peverelli (AG Media Sport).

Gran finale con la gara assoluta e master di 6 km dove subito si sono messi a fare il ritmo Matteo Bardea (Atl. Valle Brembana), reduce da un ottimo 3° posto alla Cinque Mulini, il recordman del Trofeo morbegnese Mattia Sottocornola (Atletica Lecco), l’azzurro di corsa in montagna Dionigi Gianola (US Malonno) e Giovanni Stefannoni (Pol. Albosaggia). Ad insidiarli il terzetto dei diavoli rossi composto da capitan Marco Leoni, Diego Rossi e Stefano Sansi. All’ultimo dei 3 giri in programma, il malenco Bardea ha preso il largo guadagnando metri preziosi su Sottocornola. Sul traguardo lo junior allenato da Gianni Fransci vince in 20’03”, lasciando a 19 secondi il talamonese Sottocornola. Bel terzo posto per il premanese Dionigi (20’49”) e top five completata da Steffanoni (21’02”) e Leoni (21’07”). Nei primi 10 finiscono anche i diavoli rossi Diego Rossi (21’09”), Stefano Sansi (21’19”), Francesco Bongio (21’29”) e gli inossidabili Roberto Pedroncelli (21’34”) e Graziano Zugnoni (21’35”), entrambi del GP Santi. 

Il Trofeo AVIS Morbegno alla prima società va ai padroni di casa del GS CSI Morbegno, consegnato dal presidente dell’associazione Rocco Acquistapace, seguito da GS Valgerola e GP Valchiavenna che ricevono la coppa dall’assessore allo sport del Comune di Morbegno Franco Marchini e dal vicepresidente del Comitato CSI di Sondrio Cinzia Zugnoni.

Classifiche:

Morbegno (So) Cross della Bosca