Domenica 18 luglio 2021 ha compiuto 70 anni la più longeva corsa in montagna d’Europa, la Tavagnasco-Santa Maria Maddalena ai Piani. Un vero e proprio Km Verticale fin dalle sue origini, la prima edizione si disputò nel 1952 per scommessa tra i ragazzi del paese, una corsa che è stata portata avanti negli anni da tutta la comunità di Tavagnasco, sia come Amministrazione Comunale, che come Associazione Corsa ai Piani e per 2 volte, nel 2006 e nel 2018, la corsa di Tavagnasco è stato Campionato Italiano assoluto. La gara odierna è valida come 7ma prova del Trofeo Piemonte Parchi Montagne 2021.

Percorso tradizionale, dal Ponte sulla Dora di Tavagnasco fino alla Chiesa di Santa Maria Maddalena ai Piani, 4,475 Km per 1051 metri di dislivello, su un sentiero che pulito, ripristinato e segnalato dal Comitato Organizzatore rimane sempre a disposizione di chi vuole allenarsi su queste impegnative pendenze. Quest’anno, dopo l’edizione Virtual Race del 2020, si è tornati a correre in modo agonistico, con partenza in linea seguendo le disposizioni anti-covid della Fidal. Purtroppo per questi motivi, la seconda parte della giornata legata alla festa dei Priori, al pranzo e altri momenti di socialità sono stati annullati, con la speranza che la prossima edizione nel 2022 non sia più condizionata dalla pandemia, come le nostre vite quotidiane.

Iscrive il suo nome nel prestigioso albo d’oro di Tavagnasco Eric Manfredi del GS Des Amis, ottimo scalatore che in 43’19” si è fatto valere sulle terribili pendenze di Tavagnasco. Sul secondo gradino del podio in 45’11” sale la sorpresa di giornata, il giovane Simone Girodo (classe 1999) alla sua prima stagione di gare, mentre l’esperto Silvio Balzaretti completa il podio in 45’19”. Quarta piazza per il primo “millennials” Niccolò Biazzetti (classe 2001) in 45’23”, 5° Emanuele Falla in 45’33”, 6° Carlo Torello Viera in 46’28”, 7° Manuel Bosini in 47’18”, 8° Alfonso Bracco in 47’27”, 9° Matteo Biolcati in 48’25” e 10° Jean Xavier Villanese in 50’15”, che è anche il primo Junior essendo del 2003.

Successo femminile per Elisabetta Piacenza dell’Atletica Cafasse in 53’56”, seconda piazza per Federica Quaccia in 54’54”, terza Nora Gilardi in 59’22”, quarta Margherita Versino in 1h00’48” e quinta Cinzia Romano in 1h02’54”.

Roberto Sances, Presidente del Comitato Organizzatore Corsa Piani commenta così: “Siamo arrivati alla 70ma edizione, questo nonostante la pandemia che ci ha condizionato nel 2020 e quest’anno. Un traguardo importante per la gara che è la più longeva d’Europa, una responsabilità e un orgoglio per noi del Comitato e per il paese con l’Amministrazione Comunale. Come nella corsa in montagna, è un percorso duro, ma al traguardo c’è tanta soddisfazione, quindi appuntamento al 2022 per la 71ma edizione.”

 

Giancarlo Costa