Bolognano di Arco, Garda Trentino – 2 maggio – Marco De Gasperi, Martin Dematteis, il russo Bolkhovitin, il keniano Biwott, Jono Wyatt e Antonella Confortola, Valentina Belotti: è un albo d’oro grandi firme quello della Bolognano Velo che il 28 maggio tornerà in calendario come prima prova del Campionato Italiano Assoluto e come prima tappa della Coppa del Mondo WMRA di Mountain Running.

Berny Dematteis (2012)

Berny Dematteis (2012)

L’adrenalinico fine settimana del Trofeo Nasego appena trascorso ha esaltato i protagonisti e gli appassionati della corsa in montagna e l’obiettivo è già rivolto verso la Bolognano – Velo tricolore di fine maggio, una prova che la Garda Sport Events ripropone a cinque anni di distanza dall’ultima edizione, quella del 2012, a sua volta valida per il titolo italiano. E la tradizione recente sembra portare bene ai top-runners, autentici protagonisti nelle edizioni del ventunesimo secondo con un albo d’oro davvero galattico.

La già citata precedente edizione tricolore ad esempio salutò l’acuto di Valentina Belotti su Antonella Confortola, mentre tra gli junior sorrise il campione iridato di categoria Neka Crippa. L’anno precedente Martin Dematteis beffò il gemello Bernard (spesso protagonista ma per ora mai vincitore) con Emanuele Manzi a completare il podio, una doppietta dei fratelli della Valle Varaita che si sarebbe poi ripetuta cinque stagioni più tardi nella vicina Arco, sede degli Europei di corsa in montagna 2016, organizzati ancora dalla Garda Sport Events.

Sempre nel 2011, tra gli junior vinse quel Cesare Maestri che pochi giorni fa ha saputo cogliere il primo tricolore assoluto della carriera, con la grande Mariagrazia Roberti a firmare per la quinta volta la Bolognano-Velo. Insomma, tanti scalatori che hanno conosciuto l’iride, hanno calcato i sentieri che da Bolognano portano al Monte Velo: Marco De Gasperi vinse nel 2009, Jono Wyatt nel 2006, Gabriele Abate  proprio nel 2012, Antonio Molinari e Marco Gaiardo sono stati a lungo di casa, così come Belotti, Confortola e Roberti al femminile. E l’elenco sarebbe lunghissimo, perchè tutti i migliori hanno contribuito a scrivere la storia della Bolognano – Velo.

Cesare Maestri primo junior nel 2011

Cesare Maestri primo junior nel 2011

Una tradizione che promette di aggiungere un altro capitolo il prossimo 28 maggio con i tre percorsi disegnati tra Bolognano di Arco, centro dell’Alto Garda Trentino, e la località Sant’Antonio, nel comune di Ronzo Chienis, sul Monte Velo e ai piedi del Monte Stivo. La gara senior maschile si svolgerà su 11,1 chilometri e 1272 metri di dislivello positivo, con l’impegnativa prima parte fino alla località San Francesco cui seguirà un tratto più nervoso e dove chi avrà ancora energie nelle gambe potrà davvero fare la differenza. Senior femminili e junior maschili si misureranno invece su un percorso leggermente accorciato (9.1 km per 1189 metri di dislivello, con medesima partenza ed arrivo) mentre le junior correranno in quota sulla distanza di 4.5 km e 342 metri di dislivello.

Tutti i dettagli del programma e dei percorsi e le informazioni su logistica e quant’altro sono disponibili su www.bolognano-velo.itin allegato sono disponibili immagini di alcuni grandi protagonisti della storia della Bolognano – Velo con indicato l’anno di riferimento.

Bolognano – Velo www.bolognano-velo.it