Il prossimo weekend, Marone, in riva al lago d’Iseo, si prepara a diventare la capitale dello skyrunning. Urban Zemmer nella Vertical Race e Ionut Zinca nella Skyrace, gli uomini da battere.

_DK39927

Mancano pochi giorni al primo vero appuntamento primaverile dello skyrunning italiano, infatti sabato e domenica, a Marone, sul lago d’Iseo, gareggeranno, lungo i sentieri della Trentapassi, gli specialisti del Vertical Race e della Skyrace. Il programma del week-end si aprirà sabato pomeriggio con la Trentapassi Mini Skyrace dedicata ai più giovani. Subito dopo il termine della gara, Davide Zanotti, coordinatore della manifestazione con l’aiuto dei suoi responsabili del tracciato, illustrerà, durante il briefing, i tracciati e le note tecniche delle prove in programma il giorno successivo. In queste ore alla segreteria operativa sono arrivate oltre 600 iscrizioni in rappresentanza di 10 nazionalità, Austria, Danimarca, Francia, Inghilterra, Germania, Polonia, Romania, Svizzera, Svezia e Italia. Proprio l’Italia sarà al via con 47 province mentre il 15% degli iscritti totali è rappresentato da donne. L’edizione numero 6 della Trentapassi Skyrace si correrà sul consolidato percorso di 17,5 chilometri di sviluppo, con 1400 metri di dislivello positivo e con altrettanti 1400 metri di dislivello negativo. Dopo i primi 2 chilometri di lancio, gli skyrunner saliranno i primi 1050 metri di dislivello diluiti in 3,5 chilometri, correndo sulla spettacolare cresta rocciosa a picco sul lago d’Iseo. Giunti in vetta. Il primo chilometro di discesa sarà molto tecnico seguendo i prati della Trentapassi, successivamente una lunga cavalcata collinare di cinque chilometri per affrontare gli ultimi chilometri in mezzo agli olivi. Terminata la spettacolare discesa gli atleti taglieranno il traguardo posto a qualche metro dalla riva del lago. La Trentapassi Vertical Race, che partirà un ora prima della Skyrace (ore 9:15), è giunta alla quarta edizione e si corre lungo un percorso tra i più tecnici e affascinanti del panorama mondiale. Su questo sentiero, a picco sul lago d’Iseo, il dominatore assoluto è stato “The King” Urban Zemmer. Il fortissimo atleta del Team La Sportiva ha già dato la sua adesione. Tra gli altri contendenti alla vittoria finale, Marco Moletto (Team La Sportiva), Philip Brugger (Team Salomon) con Nicola Pedergnana e Filippo Beccari (Team La Sportiva). Al via anche Michele Boscacci, vincitore della Coppa del Mondo Overall di scialpinismo, l’atleta azzurro del Centro Sportivo Esercito proverà a rovinare i sogni di vittoria a Zemmer. Da segnalare il rientro alla corsa verticale di Fabio Bazzana (Team Karpos-La Sportiva). Al femminile startlist d’eccezione con Emmie Colinge (Atletica Alta Valtellina) e Samantha Galassi (La Re Castello), a infastidire le due atleti più titolate alla vittoria finale ci saranno Giulia Compagnoni (Atletica Alta Valtellina) e Corinna Ghirardi (US Malonno). _DK39844 Per quanto riguarda la Skyrace saranno ai nastri di partenza tre dei quattro vincitori delle precedenti edizioni, Ionut Zinca (Team Valetudo), Franco Bani (New Athletic Sulzano), Dennis Brunod (Polisp.Mont Avic), con gli outsider a sfidarli Paolo Bert (Team La Sportiva) e Micha Steiner (Team Salomon), e con il giovane Roberto Delorenzi (team Vibram). Nella gara rosa, confermata la presenza di Emanuela Brizio, Catherine Villumsen (Team Valetudo Skyrunning) , Lara Mustat (Team La Sportiva), Raffaella Rossi ed Elisa Sortini (Team Crazy).