Ecomaratona delle Madonie, la gara che emoziona i partecipanti. Domenica 7 giugno si è disputata l’8^ Ecomaratona delle Madonie, valida come quarta prova del circuito Ecomaratone d’Italia. Consacrata da atleti e da addetti ai lavori come la più bella tra tutte le prove presenti all’interno del circuito, la gara si svolge tra i sentieri del Parco delle Madonie con partenza e arrivo da Polizzi Generosa. Non tragga in inganno la dicitura “ecomaratona” giacché non si tratta di una distanza strettamente legata al cronometro e alle classifiche federali, bensì di una corsa a piedi in un ecosistema più unico che raro, quale è quello del Parco, che si snoda per circa 43 km. L’evento si compone anche di un mini trail di 24 km denominato “Abies Trail” e di una non competitiva di 14 km. Il mini trail prende il suo nome dalla conifera preistorica che arricchisce il prezioso Parco siciliano.

Un'immagine della partenza

Un’immagine della partenza

I 43 km del percorso toccano le vette di Monte Cervi 1.675mt, una discesa in picchiata tra i boschi fino ad arrivare a Quacella 1.190mt, poi si risale attraverso le splendido sentiero “Abies Nebrodensis” che porta fino a Monte S. Salvatore 1.912mt (la vetta) e si prosegue verso Madonna dell’Alto 1.820, da dove inizia una picchiata Trail fino a giungere di nuovo in piazza a Polizzi, il tutto nello splendido scenario di una natura incontaminata. Tanti atleti provenienti da varie parti d’Italia e non solo rimangono appassionati dall’evento e dall’organizzazione che coinvolge tanti cittadini volontari di Polizzi che nelle varie postazioni dislocate lungo il percorso, danno un ristoro agli atleti che percorrono tale tragitto. Alla bellezza della manifestazione si tutta siciliana di cui si gode nelle strutture ricettive del paese e la gustosa cucina tipica. Riguardo alle presenze straniere, sei erano quest’anno i paesi rappresentati. Entrando nel dettaglio della competizione, la gara di 42 Km è stata vinta da Giuseppe Cuttaia per la  categoria maschile e Cettina Pontillo per la categoria femminile. ob_5e533e_ob-d7fce8-2015-francesco-cesare-03 Francesco Cesare (reduce dai campionati del mondo di Ultra Trail di appena sette giorni fa) ha chiuso al 3° posto assoluto in 4h35m, alle spalle dei compagni di squadra della Panormus, Giuseppe Cuttaia e Antonio Mascari entrambi in 4h23’15”, al quarto posto il rappresentante del team XBionic Ivan Zufferli a 2′ da Cesare. Nella prova femminile secondo posto per la svedesi Angela Olvback della Work out Studio in 5h37′. Ottima prova anche per un altro atleta emergente nel mondo Trail, Giacomo Martorana che ha chiuso al nono posto assoluto in 4h58′. Un impegno particolare viene riconosciuto a Roberto Cipriano direttore tecnico della manifestazione e a Mimmo  Patti di Polizzi che coordina e con l’aiuto dei volontari  collabora attivamente nell’organizzazione per una buona  riuscita della manifestazione.