Gladiatorum Race, Corritreviso e Mezza di Treviso fanno squadra e lanciano un circuito per chi vuole mettersi alla prova sui 42,195 km: in palio il Trofeo Provincia di Treviso       Treviso, 3 aprile 2015 – Insieme fanno esattamente la distanza della maratona: 42 chilometri e 195 metri. E allora, perché non pensare ad una maratona in tre tappe? Una sfida, ma soprattutto un gioco originale e divertente, per vedere quanto veloce si corre la distanza più classica e affascinante dell’’atletica leggera. Il nome della rassegna – tutta trevigiana – è “42 di Marca”. Prova inaugurale, venerdì 1° maggio a Oderzo, in occasione del debutto della Gladiatorum Race, la corsa con il costume degli antichi romani che quest’’anno, sulla distanza di 11,097 km, aprirà la ventesima edizione del Circuito internazionale “Città Archeologica”.

Oderzo_Un passaggio della gara master_b

Oderzo_Un passaggio della gara master_b

Ai 10 km della 26^ Corritreviso, classica in notturna, in programma venerdì 26 giugno nel centro storico del capoluogo della Marca, spetterà il compito di condurre i partecipanti a “42 di Marca” al simbolico passaggio della mezza maratona.
Corritreviso_La partenza

Corritreviso_La partenza

E proprio una mezza maratona, La Mezza di Treviso, che tornerà l’11 ottobre dopo il felicissimo debutto del 2014, chiuderà “42 di Marca”, offrendo gli ultimi 21,097 km di gara, l’’ipotetica seconda metà della maratona. Per partecipare a “42 di Marca”, entrando nella classifica finale, basterà iscriversi alle tre singole gare che compongono il circuito. Tutti gli atleti – ovviamente anche i non trevigiani – riceveranno un diploma di partecipazione, con l’indicazione del tempo finale realizzato da ognuno nella propria specialissima maratona in tre tappe.
La Mezza di Treviso_passaggio in Piazza dei Signori

La Mezza di Treviso_passaggio in Piazza dei Signori

I due atleti più veloci, uomo e donna, saranno premiati, in occasione della Mezza di Treviso, dell’11 ottobre, con il Trofeo Provincia di Treviso. Un riconoscimento speciale andrà inoltre al primo classificato di ogni categoria master prevista dalla Fidal (sino agli M75 per gli uomini e sino alle F65 per le donne). La maratona è una grande sfida, ma, grazie a “42 di Marca”, è anche pronta a diventare un gioco alla portata di tutti.