Conferenza stampa di presentazione:

Sport e sicurezza gli argomenti in primo piano

LOCANDINA-620x929

Si è svolta presso il centro Agora Fitness – Gruppo Finestra la conferenza stampa di presentazione del Reale Mutua Assicurazioni Latina Vertical Sprint. Primo intervento dell’assessore allo sport del Comune di Latina Michele Nasso: “Eventi come questi consentono di mettere Latina in vetrina. Il calibro internazione del Vertical Sprint è un volano da sfruttare e noi amministratori abbiamo il dovere di mettere a disposizione le misure necessarie a chi ha buona volontà e spirito di sacrificio nell’ organizzazione simili manifestazioni”. Appoggio di istituzioni e di imprenditori, così Antonio Pierro, agente di Latina del gruppo Reale Mutua Assicurazioni: “Il 2015 è un anno in cui il nostro gruppo investirà molto negli eventi sportivi su scala nazionale ed internazionale, come è il Latina Vertical Sprint.

torre-pontina-1

La sinergia è venuta quasi spontanea e per me ha una duplice valenza, perchè la famiglia Pierro da generazioni lega il proprio nome alla sport”. Sport e sicurezza, il Reale Mutua Assicurazioni Latina Vertical Sprint lancia la campagna di sensibilizzazione di prevenzione con il Centro di Medicina Sportiva Ajmone Finestra: “Troppo spesso – dice Paolo Finestra – sentiamo di tragedie causate dalla gestione sconsiderata della pratica sportiva. Sia atleti che società sportive sono corresponsabili. Ci vuole informazione continua, un salto culturale. Come atleta, invece, non posso che plaudire all’iniziativa, visto che l’amore verso il podismo mi porta sempre lontano”. Sport e salute, tra i partner sociali c’è l’Avis. “Da sempre lo sportivo – dice il responsabile della comunicazione Mirco Testa – è indice di buona salute e la donazione è una conseguenza del benessere fisico che deriva dallo sport”. Chiusura dei lavori con Mirco Montin, personal trainer e preparatore atletico di molti protagonisti del Latina Vertical Sprint: “E’ un contesto di gara in cui oltre alle qualità fisiche – dice Montin – bisogna fare leva su quelle mentale per arrivare in cima”.

LA TORRE PONTINA A Latina l’idea di un evento simile nasce da Alberto Spagnoli presidente dell’Asd Latina Runners e Maria Cristina Maione, del Maione Store. Latina e la Torre Pontina, già fanno parte del circuito parallelo europeo Towerrunning, hanno i numeri per entrare a fare parte del circuito internazionale, che prevede almeno 100 metri di altezza. Obiettivo da raggiungere entro il prossimo anno. Il 2015 del vertical running mondiale parte proprio dalla seconda edizione del Reale Mutua Assicurazioni Latina Vertical Sprint. Il prossimo 18 gennaio (ore 11) ai nastri di partenza 150 partecipanti sono pronti a coprire il percorso di 128 metri, 37 piani e 702 scalini. Molti atleti a febbraio saranno poi protagonisti anche a New York. Trattandosi di uno sforzo breve ed intenso la competizione è aperta agli sportivi delle più svariate discipline, dal ciclismo alla boxe. Curiosità tra gli iscritti, la fascia di età che va per la maggiore è tra i 40 e i 50 anni. LA PRIMA EDIZIONE E GRIGLIE DI PARTENZA I vincitori della passata edizione sono i leader italiani della specialità, i coniugi Dario Fracassi e Cristina Bonacina della GP Talamona Sondrio, che hanno impiegato rispettivamente 3’48” e 4’48 per salire sulla terrazza della Torre Pontina. La concorrenza però è agguerrita. Nella categoria maschile il candidato principale alla vittoria è Emanuele Manzi, comasco che con la pettorina della Forestale è giusto secondo a novembre alla ventisettesima edizione della Swissotel Vertical Marathon (226 mt), la scalata al celebre grattacielo di Singapore. Un tempo di 7’28’’ (alle spalle dei 6’46’’ impiegati dall’australiano Mark Bourne) per salire 73 piani e 1336 scalini. Nella categoria femminile il primato di Cristina Bonacina viene seriamente insidiato da Ivone Martinucci, atleta della Valchiavenna (Sondrio), che lo scorso anno aveva realizzato il secondo miglior tempo, percorrendo le rampe della Torre Pontina in 4’58’’, dieci secondi in più della Bonacina. Un gap che la Martinucci vuole assolutamente colmare, come dimostra il secondo posto ottenuto nella seconda edizione del VertGO’ di Parigi a maggio 2014. Score di 6’40’’ (prima l’australiana Suzy Walsham con 5’43’’) per salire i 954 gradini e 52 piani della Tour First (231 mt), situata nel quartiere d’affari della Défense. Nel maschile buone possibilità anche per Angelo Busi dell’Atletica Presezzo. Tra gli atleti locali ai nastri di partenza il maratoneta Mario D’Ercole e l’olimpionico algerino, ma di adozione pontina Tajeb Filali. FORMULA E TECNOLOGIA La formula prevede la partenza di un atleta ogni 20 secondi. Secondo le previsioni l’ultimo atleta partirà a circa un’ora di distanza dal primo. Sarà rilevato il tempo cronometrico ‘real time’ (dal punto di partenza al punto di arrivo) per tutti gli atleti in gara. Il cronometraggio avviene con microchip a cura di TDS Timing Data Service. La classifica finale assoluta sarà redatta in relazione al tempo di ogni atleta in gara. Verranno premiati i primi tempi tre assoluti nella categoria maschile e femminile, il team con i 5 tempi migliori, il team più numeroso ed il team più simpatico. Alla fine pasta party per tutti. La classifica verrà proiettata in tempo reale sugli schermi allestiti per l’occasione, dove sarà possibile seguire in diretta anche le fasi della salita grazie all’utilizzo di alcune fotocamere GoPro. Il momento della partenza e dell’arrivo saranno riprese da una telecamera al piano terra, ed una in terrazza. Sull’evento verrà realizzato un cortometraggio. MEDAGLIA FINISHER Tutti gli atleti che completeranno il percorso verranno premiati con la medaglia “finisher”, tipica delle maratone o nel triathlon. Coniata per l’occasione, la medaglia è in metallo, di colore oro antico che riproduce in 10 centimetri il logo della Torre Pontina, sulla quale vengono riportati i numeri dell’impresa: 702 scalini – 37 piani – 128 mt. E’ stata realizzata in parte nelle Marche e in parte in Piemonte. Il laccetto della medaglia è cucito a mano. SPORT E SICUREZZA Lo sport in sicurezza, grazie alla sinergia con il Centro di Medicina dello Sport “Ajmone Finestra”, è la campagna di sensibilizzazione che accompagna l’evento a partire dal requisito essenziale per l’iscrizione, il certificato medico sportivo. Nell’occasione i top runner verranno testati con l’applicazione di alcuni strumenti di misurazione dei parametri vitali, per studiare la reazione a questo tipo di sforzo. Alla fine però tutti possono arrivare in vetta. Un po’ di corsa, un po’ camminando, un po’ appoggiandosi ai corrimano. Lungo il percorso sono garantiti ordine, sicurezza e salute, dalla presenza di defibrillatori ed un imponente numero di addetti ai lavori. ISCRIZIONE E PROGRAMMA Ancora pochi giorni per le iscrizioni a numero chiuso alla Reale Mutua Assicurazioni Latina Vertical Sprint. Con il certificato medico sportivo basta rivolgersi al punto vendita Maione Store (via Tiziano 13 a Latina – telefono 0773 368960, fax 0773 – 691981, sito internet www.maionestore.com, mail info@maionestore.com ). Per tutti gli atleti è previsto un pacco gara con maglia tecnica ed integratori. Il ritrovo è fissato alle ore 8.30 all’ingresso del Grattacielo “Torre Pontina “, via Ufente 24, Latina. Ore 10 riunione tecnica, sopralluoghi, riscaldamento (anche massaggi con il fisioterapista Cristian Treviglio) e prove libere. Partenza ore 11. La gara avrà luogo con qualsiasi condizione atmosferica. Il ritiro dei pettorali è fissato per sabato 17 gennaio presso il Maione Store e la mattina della manifestazione (per i non residenti a Latina) dalle ore 8.30 alle 9.30 presso il piazzale antistante la partenza. I VERI “BIG”, I PICCOLI La Reale Mutua Assicurazioni Latina Vertical Sprint apre le porte ai piccoli atleti. E’ stata infatti organizzata una competizione parallela a quella dei grandi. Lo stesso giorno, il 18 gennaio alle ore 10, nel piazzale della Torre Pontina una serie di gonfiabili, messi a disposizione da Tobiland, tracceranno il percorso ad ostacoli. “Ora tocca ai BIG” è il nome della manifestazione, e BIG sta per “Bambini in gamba”. Possono partecipare bambini bambine fino a 12 anni e alla fine del percorso saranno tutti premiati. E’ una gara gratuita, ma bisogna comunque iscriversi a Latina, presso Tobiland in via Magra, o il Maione Store. SOSTEGNO A ROBERDO BERARDI Il Reale Mutua Assicurazioni Latina Vertical Sprint perora la causa di Roberto Berardi, il 50 enne imprenditore di Latina prigioniero nelle carceri della Guinea Equatoriale. Domenica 18 gennaio verrà esposto uno striscione inneggiante alla sua liberazione.   Ufficio stampa Latina Vertical Sprint Pasquale Cangianiello 328 – 6778427 latinaverticalsprint@gmail.com