Inizia il conto alla rovescia per il circuito di gare legato al nostro sito. Dopo avervi presentato le manifestazioni, spazio al regolamento e ai dettagli di un montepremi che supera i 15.000 euro… Leffe, Arco di Trento, Premana, Malonno. Quattro località storicamente legate al correre sui sentieri, quattro luoghi cui immediato e facile diventa abbinare il nome di manifestazioni che ne esaltano i rispettivi territori. Stesso ordine, per scrivere allora, in sequenza, Trofeo Valli Bergamasche, Bolognano – Velo, Giir di Mont, Memorial Bianchi. Un mese al via, non di più ormai, se è vero come è vero che tocca questa volta alla bergamasca Leffe aprire la seconda edizione del Grand Prix promosso dal nostro portale. Si partirà di sabato pomeriggio, proprio là dove la specialità visse i suoi primi sussulti internazionali. Il prossimo 30 aprile Leffe e l’Atletica Valli Bergamasche torneranno così a chiamare a raccolta le staffette maschili. Ma le porte della Valle Seriana, questa volta, saranno aperte anche alle donne, loro invece impegnate individualmente. Dal veloce ma nervoso tracciato di Leffe alla dura salita della Bolognano – Velo. Sarà il 5 di giugno, quando Arco di Trento e Garda Sport Events, a due sole settimane dai tricolori a staffetta, ospiteranno nuovo grande evento: il decennale di manifestazione che nel suo salire accarezza i confini del Lago di Garda e che lo scorso anno fu premiata da ordini d’arrivo mai così regali. Una staffetta, poi una prova di sola salita, ma per il terzo atto ecco la novità: una skyrace, e che skyrace…Il Giir di Mont, la grande classica di Premana, che il prossimo 31 luglio celebrerà la sua diciannovesima edizione. Un esempio di “sincretismo” atletico? Forse, di certo un tentativo di mettere sul piatto, molto più semplicemente, una proposta che pure parla di comunicazione tra diversi modi di intendere il vivere, correndo, la montagna. Chiusura a Malonno, nel “paese della corsa in montagna”, così come da quelle parti recita e rammenta apposita delibera comunale. Il 7 agosto, sui due differenti tracciati di salita e discesa proposti dall’Unione Sportiva Malonno, insieme potremo decretare i vincitori finali del circuito: coloro, insomma, che nel nostro giovane albo d’oro succederanno ad Antonella Confortola e a Marco De Gasperi. L’innegabile fascino di ciascuna delle quattro gare, ma anche il richiamo, perché no, di un montepremi finale superiore ai 15000 euro. Un “cachet” riservato ai soli atleti italiani e dotato di un occhio di riguardo anche per i Master e per le Società. Anche in questo ambito, dunque, qualche variazione rispetto alla prima edizione. La voglia di proporre innovazioni non ci manca, così come quella di cogliere i buoni suggerimenti arrivatici al termine del nostro primo esperimento. Se altri ne arriveranno all’indomani di una seconda edizione che è ormai alle porte, tanto meglio, perché l’immobilismo non giova, tanto più se il percorso è fatto di salite e discese… Trenta giorni al via, allora. Tutto il tempo per scaricare e mettere in bella evidenza anche l’allegato che accompagna questa notizia: è interamente dedicato al regolamento del nostro, del vostro, Grand Prix. Mentre Leffe già vi strizza l’occhiolino, buona lettura. Regolamento Grand Prix 2011