seguite con noi, in diretta, le gare da Madesimo-Campodolcino

ORE 09:26 –  Chiedendo la vs pazienza, per la precarietà della ns connessione internet di oggi, vi diamo il nostro saluto, un saluto che raggiunge al solito i grandi appassionati della grande corsa in montagna. Il ns staff al completo anche oggi è sul campo di gara per raccontarvi le emozioni della 2^ prova dei campionati Italiani Assoluti 2009.

ORE 09:28 – MENO DUE MINUTI ALLO START DELLE JF. è con le junior femminili che si apre la rassegna tricolore dell’Alpe Motta. Cielo sereno, aria frizzante, buon pubblico schierato nella zona di partenza/arrivo dell’alpe Motta (tra Madesimo e Campodolcino). Entriamo subito in cronaca per raccontarvi della tensione e della concentrazione dipinta sui volti delle protagoniste dela gara junior f. Le due azzurre di Telfes, Tirinzoni e Forni catalizzano l’attenzione dei presenti, ma occhio alle possibili outsider, le più accreditate per questo ruolo sono le componenti della pattuglia dell’Atl. Saluzzo. A tra poco per i primi aggiornamenti.

 

ORE 09:40 – Aggiornamento quando le atlete transitano per la Madonna d’Europa, simbolo della Manifestazione. Sotto l’imponente monumento dedicato alla Santissima Vergine è Erika Forni (Valsesia) che in barba alla previsioni che la volevano penalizzata oggi per il fatto di essere solo una scalatrice rompe gli indugi ed attacca la diretta avversaria, Mabel Tirinzoni, che la segue a circa 20", poi un gruppetto guidato da El Kannoussi (Saluzzo) e Compagnoni (Atl. Alta Valtellina).

 

ORE 09:47 – Quando siamo all’inizio del tratto in discesa, a circa metà gara, è ancora Erika Forni a comandare la gara, dietro a lei resiste solo Mina El Kannoussi, che la tallona a circa 25", al terzo posto transita Mabel Tirinzoni.

 

ORE 09:49 –  Atlete al lago azzurro, è sempre Erika Forni a comandare le operazioni, vantaggio che si dilata significativamente: 40 secondi!!! El Kannoussi sempre 2^, poi Tirinzoni 3^ e Mondino (atl. Saluzzo) al 4° posto. Erika Forni, la fondista che secondo i pronostici doveva pagare il percorso misto, si avvia a vincere la 2^ prova degli italiani ed a riaprire la corsa al tricolore Junior Femminile. Prox aggiornamento al traguardo.

 

ORE 09:58 – VINCE ERIKA FORNI !!!….la rappresentante del GS Valsesia fà sua la 2^ prova di Campionato Italiano e dopo il 2° posto di Tarvisio getta cosi una grossa ipoteca sul tricolore di categoria. Al 2° posto Mina El Kannoussi (Saluzzo), ed è sempre Saluzzo anche al 3° posto con la Mondino, solo 4^ Mabel Tirinzoni (Valchiavenna Liquigas) che non si ripete dopo l’exploit di Tarvisio. 5° posto per la Federica Cerutti , biellese che difende i colori del Gran Sasso Teramo. Tra pochi minuti lo start della gara Junior M…..state con noi!!!

 

ORE 10:02 –  Pochi minuti allo start della gara JM: occhi doverosamente puntati sui nazionali di Telfes: Xavier Chevrier, già vincitore in quel di Tarvisio, prova a mettere la parola fine al discorso tricolore. Ad opporsi allo strapotere del Valdostano della Pont Saint Martin proveranno il Morbegnese Leoni, l’Agordino Cagnati ed il colored del Valchiese Kelemu Crippa. Attenzione però ai giovani Paolo Ruatti  e Federico Viviani, azzurrini allievi nel 2008. Le caratteristiche tecniche del percorso ci lasciano immaginare una prima parte di studio, mentre decisiva potrebbe essere la 2^ salita che porta gli atleti alla Madonna d’Europa. a tra poco con i primi aggiornamenti in gara.

 

NOTA A MARGINE: CI SCUSIAMO PER LA MANCANZA DI FOTO, MA LA LENTEZZA DELLA CONNESSIONE CI IMPEDISCE DI PUBBLICARE ON LINE I BELLISSIMI SCATTI CHE IL NS FOTOGRAFO MAURO CIRESA STA’ REALIZZANDO IN ESCLUSIVA PER NOI OGGI. VISITATE IL SITO NELLE ORE POMERIDIANE E TROVERETE LE GALLERY FOTOGRAFICHE  AGGIORNATE.

 

ORE 10:14 – alla Madonna d’Europa comanda Xavier Chevrier, il valdostano è però seguito da posizione ravvicinata da Luca Cagnati che ha solo 5" di ritardo, anche Kelemu Crippa è staccato di 30", e l’altro azzurrino Leoni è in vista dei battistrada seguito da Ruatti che manitene fede al ruolo di grande sorpresa di giornata, scatta la parte più difficile del percorso, ricordiamo che gli JM cosi come pure le Senior Donne dovranno ripetere il tracciato per 2 volte. Attendiamo il passaggio al Lago Azzurro, a tra poco.

 

ORE 10:23 –  Al lago azzurro Xavier Chevrier dilata il proprio margine ed ora vanta 10" sul’inseguitore Cagnati….profumo di tricolore per Chevrier che con una vittoria oggi vestirebbe la maglia di Campione d’Italia con una prova d’anticipo. Crippa tiene al 3° posto, Leoni e Ruatti ancora immutati al 4° e 5° posto.

 

ORE 10:30 –  Si chiude il giro numero 1, Chevrier comanda la gara con autorità e bello stile, dietro di lui Cagnati  lamenta 25" di ritardo e deve guardarsi da un Kelemu Crippa scatenato che lo tallona ad una manciata di secondi. Via via tutti gli altri con Leoni e Ruatti. Ora per Chevrier è il momento di controllare la gara, vedremo se il talento del Pont Saint Martin terrà sul 2° round in salita.

 

ORE 10:40 – 2° passaggio alla Madonna d’europa, Chevrier aumenta il gap ed ora ha un minuto netto su Cagnati, la seconda salita ha favorito il leader della graduatoria nazionale che cosi si avvia a vincere il titolo italiano 2009 con una gara d’anticipo, dimostrando una completezza tecnica invidiabile. Dietro a Cagnati tiene il 3° posto sempre Kelemu Crippa, Leoni 4° è a quasi 2′ e 30", Ruatti 5°, Peyronel 6°, Pierantoni 7°. Graduatoria che poco può dire in chiave podio a meno di eclatanti sorprese.

 

ORE 10:47 –  E’ IL TRIONFO DI XAVIER CHEVRIER…..il golden boy del Pont Saint Martin si laurea CAMPIONE D’ITALIA 2009, si ripete dopo il 2008 e si conferma campione in serba dalla classe cristallina. Dominatore assoluto della gara, fin dal primo controllo alla Madonna D’Europa il Valdostano ha fatto capire agli avversari che non ci sarebbe stata storia oggi. E’ grande festa per l’atleta che ha guidato i nostri junior anche alla conquista dell’Oro Continentale a squadre solo due settimane fà. Al 2° posto Luca Cagnati conferma anch’egli Tarvisio, una piazza d’onore meritata per il Capriolo di San Vito. 3° posto finale per Kelemu Crippa, che si "vendica" sportivamente su Marco Leoni che lo aveva preceduto nella prova di Tarvisio. Il Morbegnese è 4°, la nazionale azzurra si conferma in testa. Primo delle "Novità" è l’atteso Ruatti, 6° Peyronel che lancia cosi il CSI Morbegno nella classifica per società. 7° posto Vaglia e 8° per il Trentino De Biasi. TRA POCO SCATTA LO START DELLE SENIOR DONNE !!! STAY TUNED

 

ORE 10:59 – Lanciamo la gara Senior Donne, attesa ed aperta come non mai. Due le scuole di pensiero in chiave di pronostico: i "Belottiani convinti" pensano che la Camuna del RunnerTeam Volpiano chiuderà oggi ogni discorso e si vestirà di tricolore, ma come spesso accade la muta delle pretendenti si allarga , quando ci si avvicina alla linea di partenza. inutile negare che la presenza forte di Rosita Rota Gelpi rilancia molto in alto le azioni del Team Forestale, l’esperienza di Roberti, messa al servizio della compagna di squadra, potrebbe divenire un cocktail irresistibile per le avversarie. Avversarie che annoverano tra le altre una certa Elisa Desco, la campionessa Italiana ed Europea 2008 non è di certo qui per fare da spettatrice, e solo con una grande gara sarà possibile scucirle di dosso il titolo Italiano assoluto. a tra poco per i primi aggiornamenti in gara.

 

ORE 11:08 – E’ attacco Belotti, puntuale e fedele alle previsioni Valentina Belotti non si nasconde per molto, esce forte dal rettilineo di partenza ed attacca a spron battuto la prima, dura, salita. Sorpresa dietro di lei: a resistere al botto iniziale è Cristina Scolari (Valle Camonica) che si porta dietro la slovena Mateja Kosoveli. Roberti controlla in 4^ posizione, Desco e Rota Gelpi rimangono per ora nel gruppone, vedremo alla Madonna d’Europa come si evolve la gara. a dopo.

 

ORE 11:14 – Valentina Belotti transita sola alla Madonna d’Europa, il vantaggio è già importante: 20" su Mateja Kosoveli (Brugnera Friulintagli), 3^ posizione, ecco Elisa Desco, che quindi stà bene e può fare gara importante, con lei c’è Cristina Scolari, poi subito dietro Roberti. E’ gara vera, gara dura, gara combattuta e con una Desco sulle sue tracce Valentina Belotti non può stare troppo tranquilla.

 

ORE 11:19 –  Al Serenissima, culmine della salita, Belotti tiene il vantaggio, Kosoveli insegue a 37", Elisa Desco mantiene il 3° posto mentre al 4° posto Roberti supera Scolari. La gara ha assunto un importante impronta: Valentina Belotti è scatenata e pare dilatare ad ogni falcata il proprio vantaggio sulle inseguitrici.

 

ORE 11:23 – 50 SECONDI!!! questo il vantaggio al lago azzurro, Valentina Belotti è lanciatissima e non lascia davvero scampo alle avversarie. Vedremo ora come si comporta nella ripida discesa che porta al transito in zona traguardo per chiudere il passaggio di prima frazione.

 

ORE 11:28 – Eccoci al primo passaggio: Belotti, Kosovelj ad oltre un minuto, Desco ottima 3^, tallona la Kosoveli a meno di 20", attaccata alla Desco arriva una super concentrata Maria Grazia Roberti, davvero uno spettacolo da seguire in gara l’atleta della Forestale!! Cristina Scolari difende coi denti il 5° posto, grande Martina Tazioli (Camaiore).

 

ORE 11:33 Termina la salita a vista dalla zona traguardo, in attesa dell’aggiornamento dalla Madonna d’Europa vi diamo le ns sensazioni: Valentina Belotti è salita molto tranquillamente. diverso approccio per Matja Kosoveli che ha affrontato il tratto di prato in maniera decisa per cercare di ridurre il Gap. Bene anche Desco, che viene sempre tallonata dalla Roberti.

 

ORE 11:38 –  2°passaggio alla Madonna D’Europa: Valentina Belotti tiene il suo minuto di vantaggio su Mateja Kosoveli, Elisa Desco e Maria Grazia Roberti passano insieme, con un ritardo di circa 2 minuti. Valentina Belotti vola via decisa verso il titolo di Campione d’Italia con una gara d’anticipo. Intanto giunge la notizia del ritiro di Rosita Rota Gelpi.

 

ORE 11:43 –  Passa al lago azzurro Valentina Belotti, la bresciana del RunnerTeam99 Volpiano è nella fase centrale della discesa e procede decisa verso il trionfo. Dietro di lei imperversa la bagarre per le posizioni nobili: Mateja Kosoveli difende la 2^ piazza mentre eccezionalmente appassionante è la lotta per il 3° posto tra Elisa Desco e Maria Roberti. Elisa mette 15 secondi sulla veterana della Forestale, poi via via: 5^ Cristina Scolari, Elena Riva 6^, Martina Tazioli 7^, Iachemet e Beatrici dell’Atl. Tn all’8° e 9° posto.

 

ORE 11:50 – VALENTINA BELOTTI CAMPIONE D’ITALIA 2009 !!! dopo Tarvisio anche Alpe Motta sorride alla vice campionessa europea 2009. La Camuna torna al primo amore e torna a scrivere pagine importanti della propria carriera. Un titolo che la ripaga di tanti sacrifici e di tanta sofferenza per recuperare da infortuni importanti..2° posto per Mateja Kosoveli, 3° posto, di peso specifico importante e significativo, per Elisa Desco, anche lei al rientro da un lungo e fastidioso infortunio, finalmente si intravede la luce in fondo al tunnel per la Cuneese dell’Atl. Valle Brembana. 4^ la "garanzia" Maria Grazia Roberti, che conferma il suo ruolo di inossidabile guida per il team azzurro in vista degli imminenti mondiali. Chiude al 5° posto Cristina Scolari che, stante l’ineleggibilità per la nazionale italiana della solvena Kosoveli, dimostra di meritare considerazione in vista della rassegna iridata. VALENTINA BELOTTI TRICOLORE dunque, Desco di nuovo al top, Roberti che non tradisce mai…..l’Italia ci crede. TRA POCO START GARA REGINA…SENIOR M….DE GASPERI, DE MATTEIS BROTHERS, GAIARDO, ABATE, MANZI, REGAZZONI….e chi più ne ha più ne metta…è una gara degna di un Mondiale, state con noi!!!

 

ORE 12:03 – ED ECCOCI!!! la gara regina, la gara che fà trattenere il fiato, la gara che fà sognare. Sulla linea di partenza il meglio del meglio del meglio della nazione che ha vinto 24 Coppe del Mondo su 25 edizioni disputate. Un carico complessivo di titoli nazionali ed internazionali addirittura impressionante. Sara’ gara all’ultimo sangue per decidere chi, dopo la doppietta dei De Matteis a Tarvisio nella 1^ prova, succederà in testa al ranking nazionale. Per la Valle Varaita c’è l’occasione di chiudere il discorso tricolore, ma bisognerà mettere d’accordo gente del calibro di Marco De Gasperi, Riccardo Sterni, Gabriele Abate, Marco Gaiardo, Lele Manzi, Andrea Regazzoni solo per citare alcuni campioni di una lista infinita….

 

ORE 12:10 – Pronti via ed è Orecchiella all’attacco. Come spesso accade in apertura di gare con pendenze dure è Marco Gaiardo a tastare le condizioni degli avversari. Il Bellunese spinge forte sul primo tratto di prato, dietro gli và il compagno di squadra Simukeka insieme a Zenucchi della Recastello. Nel gruppone, staccato di pochi metri: Sterni, De Matteis Martin e Bernard, De Gasperi, tutti nelle posizioni di testa del serpentone che contiene il resto dei 126 partiti.

 

ORE 12:15 –  cambia tutto, come ci si attendeva al passaggio per la Madonna d’Europa , dopo 7’55" di gara comanda Martin De Matteis, davanti a De Gasperi, poi Bernard De Matteis, Riccardo Sterni, Gaiardo, Regazzoni, Simukeka. Atleti vicini, uno dietro l’altro, che si studiano e cercano di capire l’evoluzione della gara, il forcing decisivo ha ancora da venire…

 

ORE 12:23 –  AL LAGO AZZURRO, nel pieno della discesa del 1° giro: 1° De Gasperi, 2° Bernard De Matteis, 3° Simukeka, 4° Martin De Matteis, 5° un grande Regazzoni…via via gli altri con Manzi e Gaiardo a tirare l’inseguimento.

 

ORE 12:26 –  PASSAGGIO PRIMO GIRO: Simukeka davanti, pochi secondi sul terzetto composto dai gemelli de Matteis e da Marco De Gasperi, 5° un sorprendente Kosoveli. Poi un altro terzetto con Regazzoni, Manzi e uno Sterni eroico ma in netta difficoltà (aveva anticipato di non gradire la discesa). Il gruppo attacca subito nuovamente la salita e Simukeka veien ripreso dai Gemelli e da De Gasperi che però accusa un pizzico di difficoltà.

 

ORE 12:33 – 2° passaggio alla Madonna: Simukeka e Martin De Matteis vanno via, 20" per loro su Marco De Gasperi e Bernard de Matteis. Nell’ordine passano poi Kosoveli, Gaiardo, Manzi, Abati, il loro ritardo è di 40". A 1′ e 10" passano Regazzoni, Sterni, Ruga.

 

ORE 12:41 – 2° PASSAGGIO AL LAGO AZZURRO, gara che entra nel vivo: Jean Baptiste Simukeka allunga le mani sulla vittoria, il gap è ora di 32", un margine importante. All’inseguimento dell’Ugandese c’è Bernard De Matteis, poi Martin e Marco de Gasperi. Ad 1′ e 10" Kosoveli, Manzi, Gaiardo. Importante la posizione di Bernard De Matteis, che in ottica titolo italiano vale come un 1° e chiuderebbe anzitempo il discorso per il Campionato Italiano 2009 individuale.

 

ORE 12:45 –  SIMUKEKA SHOW…alla chiusura del 2° giro l’atleta Ruandese in forza all’Orecchiella imperversa al comando, il tratto in discesa è stato spettacolare. Il Vantaggio è ora di 40" sul terzetto azzurro composto dai due Gemelli della Valle Varaita Martine e Bernard De Matteis insieme al forestale Marco De Gasperi. Kosoveli tiene bene al 5° posto con circa 1 primod i ritardo. Scaglionati gli altri con un buon Lele Manzi, Marco Gaiardo, Andrea Regazzoni, Abate.

 

ORE 12:55 – 3° ed ultimo passaggio alla Madonna. Simukeka comanda, 46" su Martin De Matteis, che rimonta al tentativo di allungo di Marco de Gasperi che aveva provato a staccare i portacolori della Pod. Valle Varaita nella salita dell’ultimo giro. De Gasperi è comunque a 55" dalla testa della corsa, seguito da bernard De Matteis.

 

ORE 13:00 – Tratto finale in discesa: Simikeka ormai avviato a vincere, grande prova per l’Ugandese. In chiave tricolore invece davvero tutto aperto: Martin De Matteis è all’inseguimento, e virtualmente primo degli italiani, la classifica di Campionato potrebbe cosi riaprirsi. De Gasperi tiene il 3° posto, che vale un 2° in chiave campionato. Tra poco l’aggiornamento dalla linea di traguardo.

 

ORE 13:05 – JEAN BAPTISTE SIMUKEKA VINCE LA PROVA ALLA GRANDISSIMA, ma è in chiave campionato italiano che l’attenzione và rivolta: MARTIN DE MATTEIS vince di fatto la 2^ prova e riapre i giochi, giochi riapertissimi anche grazie al 2° posto di Marco de Gasperi. Il vincitore della 1^ prova a Tarvisio, Bernard De Matteis è 3°. Altro straniero al 5° posto reale, Mitjia Kosoveli. Poi schierante di BIG: Abate, Gaiardo, Manzi, un terzetto che accampa giuste e comprensibili pretese di considerazione in vista del Mondiale di Settembre.

 

RIEPILOGO FLASH DELLA PROVA DI GIORNATA, tra parentesi il piazzamento a Tarvisio in occasione della prima prova degli Italiani.

 

1°- M. de Matteis (2° a Tarvisio)

2°- De Gasperi (4°)

3°- B. de Matteis (1°)

questi atleti si giocheranno il titolo italiano 2009 nella 3^ prova a Domodossola.

 

LA CLASSIFICA DELLA GARA, completa:

1° Simukeka (Orecchiella) –  Ruanda

2° De Matteis M. (Varaita)

3° De Gasperi (Forestale)

4° De Matteis B. (Varaita)

5° Kosoveli (Brugnera) – Slovenjia

6° Abate (Orecchiella)

7° Gaiardo (Orecchiella)

8° Manzi (Forestale)

9° Ruga (Re Castello)

10° Zahidi (Brugnera) – Marocco

 

ORE 13:21 – SI CHIUDE LA NOSTRA DIRETTA, mentre ai microfoni dello speaker arrivano taglienti le comprensibili critiche dei tre Italiani primi classificati oggi, al percorso di gara, è giunto il momento di salutarvi. Un grande ringraziamento a tutti i collaboratori di corsainmontagna.it: dal ns Presidente Giorgio Bianchi, alle ragazze allo stand: Susanna ed Erika, a Paolo germanetto, sempre puntuale con le sue competenti Annotazioni Tecniche, a Maurizio Torri, tra l’altro anche addetto stampa ufficiale della manifestazione, al nostro Mauro Ciresa, le cui foto saranno on line da domani in ricche gallerie divise per ciascuna categoria. Un grazie di cuore anche allo staff della Winning Time per il supporto tecnico ed all’organizzazione del Mera Athletic Club. Infine grazie all’amico Vladimir Lazzarini, speaker della gara e vero asso nella manica oggi per darvi aggiornamenti chiari e puntuali.

 

DALL’ALPE MOTTA E’ DAVVERO TUTTO PER LA GRANDE CORSA IN MONTAGNA, IN ALTO I CUORI PER I NOSTRI CAMPIONI: una grande Erika Forni riapre la lotta al titolo Junior F, Xavier Chevrier e Valentina Belotti si vestono di tricolore con una gara d’anticipo nelle categorie Junior M e Senior F, infine i fuochi d’artificio tra i big del Senior M: Gemelli De Matteis lassù in cima, ma per vincere il titolo bisognerà chiedere ancora una volta il permesso a sua maestà Marco de Gasperi.

 in settimana il consueto PUNTO by Paolo Germanetto.

CON UN SALUTO ED UN RINGRAZIAMENTO

da Alex Scolari

per corsainmontagna.it

 



 


 



 

 


 


 


 


 




 



 


 


 


 


Erika Forni trionfa ad Alpe Motta il gazebo t shirt del ns sito Valentina Belotti passa in solitaria al primo giro le prima quattro class senior f ad alpe motta partenza senior m simukeka domina al passaggio numero 2 Martin De Matteis  grande affermazione