Home » Altre notizie » Bosnjak e Barchetti sono i primi nomi incisi nell’albo d’oro della Magredi Mountain Trail

Bosnjak e Barchetti sono i primi nomi incisi nell’albo d’oro della Magredi Mountain Trail

13/10/11

La vittoria dopo 162 km nel territorio del Friuli, 8000mt. di dislivello, 12 Comuni attraversati, guadi,salite e discese nei boschi delle Dolomiti Friulane

Sono Thomas Bosnjak e Monica Barchetti i primi due nomi a che verranno incisi nell’albo d’oro della 100 miglia Magredi Mountain Trail.

Dopo 162 km nel territorio del Friuli, 8000mt. di dislivello, 12 Comuni attraversati, guadi, salite e discese nei boschi delle Dolomiti Friulane, questi due atleti hanno coronato la loro fatica indossando il mitico campanaccio appositamente forgiato e dipinto a mano per la manifestazione. Riconoscimento unico nel suo genere, che ha ricevuto l’encomio anche dalle istituzioni presenti sul campo. 21h42’33” il tempo eccezionale impiegato dal trailer austriaco Bosnjak, mentre Monica Barchetti, atleta della nazionale della 24 ore alla sua prima esperienza off roads, ha chiuso al primo posto femminile in 32h07’12”.

Dalle parole dei due protagonisti sono emerse emozioni uniche, vissute in un contesto di amicizia e sport, saldato inequivocabilmente dalla reciproca fatica. Dei 56 atleti regolarmente al via della 100 miglia, ben 38 hanno tagliato il traguardo di Vivaro, posto all’interno dello splendido Resort “Gelindo dei Magredi”, entro il tempo utile di 45 ore. Di questi 1 proveniente dalla Malesia, 1 americano, 2 dalla repubblica Ceca, 1 austriaco, 1 tedesco…..

Una percentuale di finisher superiore ai 2/3, dato che conferma la buona riuscita dell’evento. L’A.S.D. Magredi Mountain Trail, presieduta dal suo capitano Max Bello e dal Segretario Max Marconi, intende ringraziare personalmente ogni singolo partecipante e scusarsi con chi non ha trovato le giuste misure per poter godere al massimo dei tanti servizi offerti. 8 ristori, 3 Basi Vita attive per 45 ore, 250 volontari impegnati per 2 giorni e 2 notti, tutto il personale di “Gelindo dei Magredi” e la famiglia Trevisanutto al completo; autisti, Protezione Civile, Alpini, Comunità Montana, Luca del Roncjade a Piancavallo, le nostre ragazze (Sabina, Alessandra e Stefania) e tutti quelli che, a partire dai sindaci dei Comuni impegnati, hanno creduto possibile perseguire il nostro sogno.

Realizzare 3 eventi in 3 giorni, con una gara di 100 miglia in natura aperta, una 60 km e una 25 km è stato uno sforzo immenso, tanto più che “le prime”, non sono mai figlie della perfezione. Ma grazie allo sforzo di chi ci è stato vicino e alla presenza di un gruppo fantastico di atleti, pensiamo sia possibile dare seguito a questa meravigliosa avventura e stiamo già lavorando alla seconda edizione (2012).

Un particolare ringraziamento l’organizzazione lo rivolge a due atleti e collaboratori speciali: Marco Olmo e Ivan Cudin. Vedere due campioni del loro calibro adoperarsi per scaldare un piatto di pasta e prestarsi per una premiazione finale, è un valore aggiunto. Ci fa pensare che il nostro sport e l’esempio che riceviamo da persone come loro, sia un privilegio da custodire e coltivare come un dono prezioso.

Abbiamo voluto premiare il primo arrivato come l’ultimo in classifica, perché il loro impegno e il loro sacrificio (così come quello di tutti, anche di chi non è arrivato in fondo) ha eguale valore. Per la cronaca, la MMT60K è stata vinta dall’azzurro di Ultratrail Silvano Fedel. Tra le donne si è imposta per il secondo anno consecutivo Francesca Domini. La GTM 25k è andata a Loris Pessa, mentre in campo femminile si è registrata l’affermazione di Diana Zuccato.

Un ringraziamento speciale va a tutti i preziosissimi sponsor.

Per le classifiche complete di tutte le gare e la galleria fotografica: www.magredimountaintrail.com

Articolo letto 25 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login