Home » Notizie » Corsa in Montagna » Vertical Km Chiavenna – Lagunc, Golinelli a sorpresa su Berny Dematteis

Vertical Km Chiavenna – Lagunc, Golinelli a sorpresa su Berny Dematteis

28/09/14

Al femminile le sorprese non si sono limitate alla prima piazza. Da segnalare infatti, al suo esordio su questo percorso, l’ottimo argento di giornata dell’ex campionessa delle ruote grasse Michela Benzoni –  40’37”-. Bene anche la toscana Samantha Galassi che, confermandosi scalatrice caparbia, è riuscita a salire sul podio con un incoraggiante 41’25”.

Iprimi

 

Stessa formula, medesimo percorso, ma nuova data per la gara dei record che ha quindi visto imbattuti  i primati mondiali stabiliti nel 2013 dal campione Europeo Bernard De Matteis (30’27”) e dalla camuna Valentina Belotti (37’42”). Ma sui 3.298m di sviluppo di questo sentiero naturale che parte dai 352mslm della chiesa di Loreto per arrivare ai1352mslm di Lagünc è stata battaglia vera. Forse in calo di condizione vista la tabella allenamenti focalizzata sui mondiali di inizio mese, il campione europeo Bernard Dematteis ha infatti venduto cara la pelle. Per lui soli 4” di distacco dal vincitore e tanta voglia di rifarsi. La stessa voglia che ha spinto il lecchese Golinelli ha dare il 100% dopo troppi mesi passati fermo ai box per infortunio.

 

 

Ma gli atleti da podio non sono gli unici degni di menzione. Nella top ten di giornata figurano anche Xavier Chevrier 4°, Luca Cagnati 5°, Martin Dematteis 6°, Fabio Ruga 7° , Vincenzo Milesi 8°, Mattia Scrimaglia 9° e Massimiliano Zanaboni 10°.

Michela Benzoni

 

1000m giusti di dislivello positivo da correre con il fiato in gola anche al femminile e una top ten che ai piedi del podio vede Elisa Desco seguita da Lisa Buzzoni, Denisa Dragomir, Angela Serena, Elisa Compagnoni, Elisa Sortini e Ivonne Martinucci.

 

 

Alice Gaggi

 

DICHIARAZIONI POST RACE:

Nicola Golinelli

 

“Sono sul podio con atleti che hanno fatto la storia della corsa in montagna, per me è un sogno.  La stagione era partita malissimo, ero in buone condizioni, ma poi ho “ trappato” un polpaccio. Sono stato due mesi senza correre e tre lontano dalle gare. Ho appena ripreso, non ci crederete forse, ma sono in una condizione di forma crescente. Rispetto alle passate edizioni ho tirato giù il mio tempo di un minuto. Non è questione di temperatura, ma di condizione, sia a livello di peso, sia di forma complessiva. Sono proprio contento”.

Arrivo Golinelli

 

 

Alice Gaggi

 

“Non c’avevo proprio pensato, a una vittoria qui. Partecipo da alcuni anni, ma i gradini non sono il mio forte, non c’è un gran feeling tra me e questo tipo di percorso. Stavolta ho cercato di non partire troppo forte e, visto che conoscevo il percorso, a correre anche nella seconda parte che è un pochino più dolce della prima. Ma devo ammetterlo, non me l’aspettavo. Ora ho in programma la Smarna Gora in Slovenia e il Trofeo Vanoni”.

 

Articolo letto 754 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login