Home » Mondo Trail » Ultra Trail del Lago d’Orta: un evento internazionale

Ultra Trail del Lago d’Orta: un evento internazionale

17/10/13

Manca davvero poco alla 4^ edizione dell’Ultra Trail del Lago d’Orta in programma il prossimo 19 ottobre con partenza e arrivo a Pogno (NO) e, dopo giornate di duro lavoro da parte dell’organizzazione, anche i sentieri del Cusio, del Novarese e della Valsesia sono pronti per accogliere i quasi 800 trailers che sabato si cimenteranno sui 3 percorsi da 80, 55 e 22 km, senza dimenticare gli atleti del Nordic Walking, anche loro sulla distanza di 22 km.

UltraTrailDelLagoOrta

 

La prossima sarà un’edizione davvero internazionale della gara organizzata dall’ASD Trail Running, con ben 14 nazioni rappresentate – Italia, Austria, Belgio, Danimarca, Francia, Germania, Gran Bretagna, Olanda, Russia, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera, USA – e oltre il 10% di partecipanti stranieri sui tre percorsi; questa percentuale però passa a quasi il 20% se si considera solo l’Ultra Trail sulla distanza di 80 km.

Anche a livello nazionale l’Ultra Trail del Lago d’Orta si conferma gara molto sentita: saranno infatti ben 12 le Regioni rappresentate, Piemonte, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Lombardia, Marche, Toscana, Trentino Alto Adige, Sicilia, Valle d’Aosta, Veneto. “Siamo pienamente soddisfatti – commenta il presidente dell’ASD Trail Running Vincenzo Bertina – per il numero di adesioni raggiunte e soprattutto per l’interesse suscitato in tutto il mondo dal nostro evento; sappiamo tra l’altro che molte delle strutture locali di accoglienza (alberghi, bed & breakfast, etc) hanno avuto ottimi riscontri in termini di pernottamenti, il che ci conferma che questi eventi oltre a far conoscere il territorio hanno ricadute economiche positive dirette”. Il prestigio raggiunto dall’Ultra Trail del Lago d’Orta si desume anche dal livello dei partecipanti: “Partiranno da Pogno – conferma Bertina – alcuni dei migliori interpreti, italiani e stranieri, della specialità, ovviamente a partire da quelli locali, come Stefano Trisconi e Giulio Ornati; questo fatto conferma da un lato che l’Ultra Trail del Lago d’Orta è uno degli eventi di punta del calendario, dall’altro che il nostro lavoro durante tutto l’anno, sia con l’organizzazione di diversi eventi, sia con la nostra presenza ad altre gare, viene apprezzata e premiata”.

 

 

 

Tanti i campioni in gara

Sarà una sfida ad altissimo livello quella dell’Ultra Trail del Lago d’Orta in programma sabato 19:

saranno infatti presenti atleti di classe internazionale quali Filippo Canetta, milanese, quest’anno vincitore della 100 e Lode e della prima edizione della Bryce 100 Mile Trail Run, massacrante competizione americana tenutasi in primavera; Canetta disputerà la 55 km. Correrà invece la prova più lunga Giuliano Cavallo, 1° a pari merito con Daniele Fornoni nella prova da 55 km dell’Ultra Trail del Lago d’Orta 2011 e quest’anno già primo nell’Alpago Ultra Trail, nel Grand Trail di Courmayeur e secondo nell’Eiger Trail. Sarà presente anche Daniele Fornoni, vincitore nel 2011 in coppia con Cavallo e in solitaria lo scorso anno: il vincitore del Trail del Bric dei Gorrei 2013, secondo poi a Le Porte di Pietra e al Trail Di Oulx, si cimenterà però nella prova da 55 km. È atteso a una bella prova, sulla 80 km, anche Fabio Fusco, l’atleta campano 4° lo scorso anno all’Ultra Trail della Baronia e 10° quest’anno alla Tuscany Crossing. Anche Mattia Roncoroni, valdostano, quest’anno 7° all’Eiger Ultra Trail e terzo nella Sur les Traces des Ducs de Savoie (TDS), correrà la gara lunga, così come i due Valsesia, Max e Nico (ma non sono parenti): Max, organizzatore del Trail del Motty, 10° al Gran Paradiso Trail, e capace di concludere al 40° posto il Tor Des Geants; Nico, secondo lo scorso anno nella 63 km dell’Ultra Trail del Lago d’Orta. Ci sarà anche il duo tedesco composto da Jürgen (padre) e Stephan (figlio) Hugenschmidt: in particolare il secondo, classe 1986 darà del filo da torcere a tutti visto che solo quest’anno si è classificato 3° al Trail del Petit Ballon, 2° al Salomon 4 Trails Etappenlauf, 3° allo Swiss Alpine Marathon e ancora secondo al Sardona Ultra Trail.

Ma i due più attesi sono loro, i due cusiani Stefano Trisconi e Giulio Ornati: Trisconi, ex campione italiano di Ultra Trail su distanza normale, quest’anno vincitore del Devero Trail e de Le Porte di  Pietra, 2° al Trail Oasi Zegna, 3° nel Trail Mare Montana e 4° al Lavaredo Ultra Trail; Giulio Ornati, vincitore delle ultime due edizioni del Trail del Golfo dei Poeti.

In campo femminile da segnalare la presenza, sulla 55 km, di Giuliana Arrigoni, 4a al recente Tor Des Geants, vincitrice dello Swiss Iron Trail, seconda al Trail del Malandrino, al Trail dell’Oasi Zegna e al Trail di Oulz. Saranno inoltre al via: Simona Morbelli, nel 2013 vincitrice dell’Eiger Ultra Trail, 2a nel Le Porte di Pietra e nell’Ultrabericus Trail e terza nel Trail del Bric dei Gorrei e nell’80 km de Mont Blanc; la grandissima Scilla Tonetti, quest’anno ferma a lungo per un infortunio ma capace di piazzarsi 3a al Tor Des Geants.

Un percorso spettacolare

È stato ormai definito in tutti i suoi aspetti il percorso da 80 km (ne sono previsti altri due da 22 e 55 km) che i partecipanti all’Ultra Trail del Lago d’Orta, in continuo aumento, affronteranno il 19 ottobre: si tratta di un percorso spettacolare ed estremamente vario che toccherà 10 comuni e tre province, per un totale di circa 5.000 metri di dislivello positivo.

Partenza e arrivo saranno come da tradizione da Pogno (NO) a 456 mslm. Attraverso la “Via dello Scalpellino” gli atleti si dirigeranno verso Madonna del Sasso (880 mslm), passando dai caratteristici Monti della Luna che i partecipanti alla 80 km affronteranno al buio, essendo la partenza della distanza più lunga alle 5.00. Dopo il passaggio per Valpiana (704 mslm), e lo “sconfinamento” nei boschi della Valsesia, gli atleti della 80 e della 55 km torneranno verso Arola (615 mslm) dove inizierà la salita che porterà i trailers al Monte Novesso (1410 mslm) attraverso uno spettacolare sentiero in cresta, e poi all’Alpe Sacchi. Qui i due percorsi si divideranno: quello da 80 km salirà al Monte Croce (1.643 mslm), punto più alto del percorso, per poi proseguire attraverso il Monte Congiura (1.386 mslm), l’Alpe Camasca (1180 mslm) e il Monte Mazzoccone (1.424 mslm). In discesa si toccherà poi Quarna di Sopra e, attraverso il sentiero Belvedere ripristinato per l’occasione dopo anni di abbandono, dove si trova un caratteristico e antico lavatoio, si arriverà a Quarna di Sotto (802 mslm). A questo punto gli atleti passeranno dalle località (Alpe Cignerra 971 mslm), Pontetto (817 mslm) e I Due Faggi; qui il percorso della 55 km si riunirà a quello della 80 km: nuova salita verso l’Alpe Berro (1084 m) e poi diversi saliscendi fino ai Laghetti di Nonio e al paese omonimo (499 mslm). Dopo altri saliscendi il percorso passerà da Grassona (559 mslm) per poi arrivare a sfiorare il Lago d’Orta a Pella (305 mslm). Salita la spettacolare scalinata che conduce ad Alzo di Pella, ed effettuato il passaggio in centro paese, gli atleti passeranno da San Maurizio d’Opaglio (400 mslm) per concludere la loro fatica a Pogno.

Lungo il percorso saranno previsti dei punti di ristoro coperti in cui gli atleti potranno rifocillarsi, riposarsi ed eventualmente richiedere assistenza medica. Il percorso breve, 22 km, prevede che dopo il passaggio ai Monti della Luna gli atleti si dirigano verso Boleto, poi Artò, Centonara e Ventraggia di Pella prima di tornare a Pogno.

Il programma

Sarà possibile ritirare il pettorale e il pacco gara presso il Pala-Wojtyla di Pogno (NO) nei seguenti orari:

• venerdì 18 ottobre 2013

dalle ore 18.00 alle ore 20.00

• sabato 19 ottobre 2013

80km dalle ore 03:00 fino alle ore 04:30

55km dalle ore 07:00 fino alle ore 08:30

22km dalle ore 07.00 fino alle ore 08.30

PARTENZE

Sabato 19 ottobre

ore 4.45 – briefing 80 km

ore 5.00 partenza 80 km

ore 8.45 – briefing 55 km

ore 9.00 partenza 55 km

ore 9.15 – briefing 22km

ore 9.30 partenza 22 km

ore 9.35 partenza nordic walking 22 km

Gli equipaggiamenti

Equipaggiamento Obbligatorio 80km e 55km

Zaino; Telefono cellulare inserire i numeri di emergenza dell’Organizzazione (tenere telefono sempre acceso, non mascherare il numero e partire con la batteria carica); Bicchiere personale di 15 cl minimo (borracce e camel bag esclusi); Borracce o Camel Bag con riserva d’acqua di almeno 1 litro; Lampada frontale funzionante con pile di ricambio; Telo termico; Fischietto; Benda elastica adesiva adatta a fare una fasciatura o strapping (minimo 100 cm x 6 cm); Riserva alimentare; Giacca impermeabile con cappuccio per affrontare condizioni estreme e di freddo intenso in montagna; Cappellino, cuffia o bandana; Indumenti caldi per affrontare condizioni estreme e di freddo intenso in montagna.

Equipaggiamento Consigliato 80km e 55km

Bastoncini; Coltellino; Indumenti caldi di ricambio indispensabili in caso di brutte condizioni meteo o in caso di fermate per infortunio; Guanti; Pantavento Impermeabile; Piccola riserva economica (20€)

Equipaggiamento Obbligatorio 22km

Zaino o marsupio in grado di contenere tutto il materiale obbligatorio; Telefono cellulare (inserire i numeri di emergenza dell’Organizzazione, tenere telefono sempre acceso, non mascherare il numero e partire con la batteria carica); Bicchiere personale di 15 cl minimo (borracce e camel bag esclusi); Borracce o Camel Bag con riserva d’acqua di almeno 0,5 litri; Riserva alimentare; Cappellino, cuffia o bandana; Indumenti caldi per affrontare condizioni estreme e di freddo intenso in montagna;

Equipaggiamento Consigliato 22km

Telo termico; Fischietto; Giacca impermeabile con cappuccio.

Albo d’oro

Per ulteriori informazioni: www.trail-running.it

Ufficio Stampa: Ivo Casorati

Articolo letto 260 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login