Home » Notizie » Altre specialità » Tutta Dritta: la volata di Guidotti

Tutta Dritta: la volata di Guidotti

24/03/13

Torino, 24 marzo 2013 – Nonostante il meteo non favorevole, oltre 5000 podisti (di cui 1300 donne) hanno preso parte a Tutta Dritta 2013. Una folla di corridori, appassionati e anche di curiosi si è riversata nel centro di Torino. In piazza San Carlo la partenza è stata preceduta dall’Inno nazionale cantato da Alessandro Traina della band Kobe e da un minuto di silenzio in ricordo di Pietro Mennea, grande uomo di sport mancato il 21 marzo a Roma, a soli 60 anni, a causa di un male incurabile. Quindi lo sparo e poi i partecipanti si sono riversati nelle vie di Torino per raggiungere, dopo 10.000 metri, il traguardo alla Palazzina di Caccia di Stupinigi.
In campo maschile il più veloce di tutti è stato Stefano Guidotti Icardi, mezzofondista veloce, che ha fatto la gara nel gruppo di testa fin dai primi chilometri. Il portacolori del CUS Torino ha vinto con il tempo di 29’55” (14’35” i suoi ultimi 5000 metri) davanti a Yassine Rachik dell’Atl. Cento Torri Pavia (in 29’58”). Terza posizione per Lhoussaine Oukhrid (in 30’11”) che ha avuto la meglio su Tarik Marhnaoui (30’14”) e Xavier Chevrier (Valli Bergamasche /30’37”).

L'arrivo vincente di Stefano Guidotti Icardi

Fra le donne si è trattato di una gara quasi a senso unico: prima sul traguardo Ana Capustin (CUS Torino) che è stata autrice di un’ottima prestazione con il tempo di 34’51”. Dietro di lei Khadija Arafi del Gruppo Città di Genova che ha fermato il cronometro in 35’26”, terza Catherine Bertone (Atletica Sandro Calvesi) in 35’54”.

Ma Tutta Dritta da sempre non è solo sport. E’ una vera e propria festa, un’occasione per stare insieme, per divertirsi, per apprezzare il nostro territorio e anche tanta buona musica “made in Torino”. Infatti per tutto il weekend erano previste le esibizioni di alcune tra le migliori band torinesi. Purtroppo il programma musicale non ha potuto svolgersi per intero a causa delle condizioni meteo avverse, ma ci fa piacere ricordare, e soprattutto ringraziare, gli artisti che erano previsti sul palco allestito in piazza San Carlo: Kobe, Love & Peace – U2 Tribute band, 10135, i Batteristi della GM Drum School, 2Fat Men, Reverendi, Hell’s Flame e i Liga Revolution che avrebbero dovuto suonare all’arrivo a Stupinigi. Turin Marathon da anni sta lavorando proprio con l’obiettivo di diffondere il grande valore sociale, aggregativo ed educativo dello sport.
Per il settimo anno consecutivo TuttaDritta è stata il “Campionato Italiano delle Palestre” e si è conclusa poi con le premiazioni e il pranzo con il pacco ristoro e i piatti di pasta organizzati dagli Alpini di Giaveno. Archiviata anche questa edizione di TuttaDritta (la dodicesima è già fissata per il 6 aprile 2014), Turin Marathon pensa ora al prossimo 21 aprile, data in cui si svolgerà la quattordicesima edizione della Turin Half Marathon.

Un’ampia sintesi della manifestazione è stata trasmessa su Rai Sport 1 oggi, 24 marzo, a partire dalle ore 14.20 con telecronaca di Stefano Tallia e commento tecnico di Walter Durbano, vincitore per due volte della Turin Marathon.

Fonte: comunicato stampa Turin Marathon

Risultati: MASCHILE: 1. Stefano Guidotti Icardi (CUS Torino) 29.55, 2. Yassine Rachik (Atl. Cento Torri Pavia) 29.58, 3. Lhoussaine Oukhrid (Pro Patria ARC Busto Arsizio) 30.11, 4. Tarik Marnaoui (Colleferro Atletica) 30.14, 5. Xavier Chevrier (Valli Bergamasche) 30.37, 6.Mohammed El Mounim (Città di Genova) 30.41, 7. Edward Young (Pod. Valchiusella) 30.44, 8. Abdelhadi Laaouina (Atl. Susa) 30.51, 9. Valerio Brignone (Cambiaso Risso) 31.48, 10. Simone Marocco (tranese) 31.55

FEMMINILE: 1. Ana Capustin (CUS Torino) 34.51, 2. Khadija Arafi (Gruppo Città di Genova) 35.26, 3. Catherine Bertone (Atletica Sandro Calvesi) 35.54, 4. Filomena Furlan (Bracco Atletica) 36.42, 5. Simona Ruggeri (Asa Ascoli) 37.52, 6. Maura Rinaldo (Atletica Susa) 38.23

Articolo letto 147 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login