Home » Mondo Skyrunning » Trofeo Kima: domenica la Grande Corsa sul Sentiero Roma

Trofeo Kima: domenica la Grande Corsa sul Sentiero Roma

22/08/12

22 agosto 2012 – Filorera (So):  Tutto è pronto in Valmasino per il Trofeo Kima che, domenica, vedrà schierati ai nastri di partenza i leader di coppa Kilian Jornet ed Emilie Forsberg, insieme ad altri 150 concorrenti.  Questi i numeri della terza  delle  cinque “ultra” dello Skyrunner® World Series 2012.

«La nostra non è e non sarà mai gara da grandi numeri – ha esordito la presidente dell’Associazione Kima Ilde Marchetti -. L’essere di fatto la più impegnativa e alpinistica “sky” al mondo, preclude la partecipazione  a neofiti e ad atleti non avvezzi a cimentarsi su tracciati severi come quello del Sentiero Roma». Pochi, ma buoni, dunque, per quella che il fenomeno catalano del Team Salomon ha definito la “gara più spettacolare al mondo”: «Non so se il Kima sia o meno la più spettacolare, ma Kilian Jornet di gare in questi anni ne ha corse parecchie… e questo è un comunque complimento che ci fa enormemente piacere. Visto che per filosofia, lunghezza e tipologia di corsa in semi autosufficienza siamo molto vicini allo “spirito trail”, ci sarebbe piaciuto avere dei cancelli orari larghissimi che permettessero l’iscrizione ad un numero elevato di concorrenti, ma le severità di queste vette e le severe normative italiane in chiave di sicurezza ce lo hanno sempre impedito».

Kilian, grande favorito del Kima 2012

Numeri che però sono auspicabili nelle due prove non federali del sabato: «Come ogni anno la Grande Corsa sul Sentiero Roma sarà preceduta dal Mini Kima da 6  16 km – ha esordito Ilde Marchetti -. Ovvero da due prove di diversa tipologia e lunghezza per dare a tutti la possibilità di correre nella suggestiva ed affascinante corniche della Val di Mello».

Tornando alla gara principe, per non dire la ultra più attesa dell’estate, la presidente dell’associazione “no profit” della Valmasino ha proseguito: «Avremo un bel cast sia al maschile sia al femminile. Nella prima prova, nonostante l’assenza per influenza di Nicola Golinelli, abbiamo la conferma di Tom Owens, Andy Simonds, Matheo Jacquemoud,  Riccardo Faverio e Paolo Gotti chiamati a confrontarsi con un Kilian Jornet favorito dei pronostici».

Più combattuta si prospetta la gara in rosa: «La debuttante Emilie Forsberg, reduce dal recente successo alla Pikes Peak, dovrà vedersela con Emanuela Brizio, Corinne Favre e Nuria Picas».

Ad attendere i big dello skyrunning mondiale e gli amatori che, curriculum alla mano sono riusciti ad ottenere un pettorale, vi sarà una cavalcata in quota di  49.5 Km con un dislivello in salita di ben 3800m, e un tracciato decisamente alpinistico che prevede il valico di 7 passi tutti sopra i 2500.

PROGRAMMA & EVENTI DA NON PERDERE:

Sabato 25

07.30   Ritrovo Mini-Trofeo-Kima

10.00  Partenza Mini-Trofeo-Kima (km 16) e (km 6)

12.00  Degustazione prodotti tipici locali

12.30  Premiazioni Mini-Trofeo-Kima

14.30  Esibizione Moto Pirate Troop trial freestyle

16.30  Briefing Atleti

18.00  S. Messa

19.00  Degustazione Prodotti Tipici

19.30 Esibizione Moto Pirate Troop trial freestyle

 

Domenica 26

06.00  Ritrovo atleti Kima

06.30  Partenza atleti Kima

10.30  Esibizione Moto Pirate Troop trial freestyle

11.30  Riconoscimenti a Uomini di Montagna

12.00  Degustazione prodotti tipici locali

13.00  Arrivo primi concorrenti

15.00  Lancio Paracadutisti Nazionali sezione di Lecco

16.00  Premiazioni

 SCHEDA GARA:

 Sintesi Percorso:

Partenza da Filorera (870m), Val di Predarossa, Rifugio Ponti, Passo Cameraccio, Passo Torrone, Rif Allievi- Bonacossa, Passo Averta, Passo Qualido, Passo Camerozzo, Rif Gianetti, Passo Barbacane, Rif Omio, Bagni di Masino, Piana di Bregolana, San Martino e arrivo a Filorera (870m).

Sviluppo

49.500 km, dislivello in salita di 3.800m e altrettanti in discesa valicando sette passi tutti sopra i 2500m; quota massima passo Cameraccio 2.950m (traguardo volante).

Qualifiche

Alla gara sono ammessi atleti M/F che abbiano compiuto il 18° anno di età, muniti di certificato medico di idoneità alla pratica agonistica (sport di endurance) e in regola con il curriculum richiesto, cioè: i concorrenti devono aver già ultimato una SkyMarathon® nelle stagione 2011-2012, o rientrare nelle qualifiche già previste con l’assegnazione del titolo di Campione del Mondo di Ultra SkyMarathon®.

Sono ammessi di diritto i rappresentanti di tutte le nazioni associati alla International Skyrunning Federation, che abbiano però concluso una SkyMarathon® nel 2011-2012, i primi quindici uomini e cinque donne classificati della Valmasino SkyRace® 2011, i primi tre atleti M/F di ciascuna SkyMarathon®.

Maurizio Torri (Ufficio Stampa)

 

Articolo letto 680 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login