Home » Mondo Trail » Trincheri ad un passo da uno storico podio nel deserto

Trincheri ad un passo da uno storico podio nel deserto

12/04/12

(12 aprile) Scossone in vetta alla classifica generale della 27^ Marathon des Sables, con Lorenzo Trincheri ad un passo dal podio, dopo la conclusione della quarta tappa (821 partenti), tradizionalmente la più lunga, la più faticosa e la più ricca di insidie, andata in scena ieri. La El Maharch-Jebel el Mraier di 81,5 km (massacrante percorso tra dune, pericolosi tratti rocciosi, torrenti, con un forte vento a disturbare gli atleti nella parte finale) si è conclusa con il trionfo di Salameh Al Aqra (Giordania, 3° nella Mds 2011) in 7h 23′00″ davanti a Mohamad Ahansal (Marocco) a 17′25″ e a due “nomi nuovi” di questa affascinante ed entusiasmante edizione della corsa nel Sahara. Terzo è giunto il giapponese Wataru Iino a 32′41″ e quarto il francese Christophe Le Saux a 38′54″. Al 5° posto uno strepitoso Lorenzo Trincheri (8h11′01″, alla media di 10,02 km/h, con un distacco di 48′01″ da Al Aqra), il quale ha tagliato il traguardo quando in Italia ieri erano quasi le 22 (la partenza per i top 50 della classifica era stata data alle 11.45 locali, le ore 13.45 italiane, con circa 29° C), in compagnia di Antonio Filippo Salaris. Il 41enne Trincheri ha condotto una gara molto accorta, mantenuto un ritmo costante, cedendo qualcosa solo nel tratto conclusivo, quando ha scelto di rimanere insieme al sardo nativo di Uri (provincia di Sassari) Salaris. L’agente immobiliare della Val Prino, da questa stagione in forza al Team Salomon Carnifast, è stato inquadrato all’arrivo dalla webcam dell’organizzazione (in onda sul sito www.darbaroud.com) ed è parso in eccellenti condizioni.

Marco Olmo, inossidabile re del deserto, alla sua ennesima Mds

Alle spalle del duo italiano, settimo, il portoghese Carlos Alberto Gomes de Sa, a 49′39″ dal vincitore ed il francese Jean Sebastien Braun con 57′51″ di distacco. Ottimo 15° il terzo alfiere dello Scotta Roata Chiusani, il formidabile cuneese Marco Olmo, 63 anni, il quale ha contenuto il divario al di sotto dei 90 minuti (8h52′58″). Il tappone di oltre 80 km è costato caro all’ex leader, il marocchino El Morabity, rimasto per buona parte della prova in testa e mestamente crollato, per un grave problema muscolare, a 1 km dall’arrivo. El Morabity è stato uno dei numerosi ritirati (la lista comprende anche il modenese Paolo Zubani, capocomitiva e referente italiano dell’organizzazione).

Da segnalare invece che anche l’altro imperiese Valentino Mattone, 62enne, ha portato regolarmente a termine, quando da noi era passata da oltre due ore la mezzanotte, la quarta tappa, iniziata per lui alle 8.45 locali (le 10.45 in Italia).
In virtù di questi tempi, la nuova graduatoria generale è comandata da Al Aqra con 21′38″ su Ahansal. Alle spalle dei due africani, cui si è ormai ristretta salvo sorprese la sfida per il primo posto finale, ben quattro europi in lotta per il podio e per la supremazione continentale. Terzo attualmente è Gomes de Sa a 1h27′05″, incalzato a soli 1′59″ dal camoscio di Dolcedo, la cui media generale è di 11,19 km/h. In quinta posizione Salaris (a 11′36″ da Trincheri) e sesto Le Saux (14′38″ da recuperare su “Trink”). Passo avanti anche per Olmo, 13° assoluto e nettamente primo tra i Master 60.
La prima delle donne, la francese Laurence Klein, 43enne, 19esima assoluta a poco più di 4 ore e mezza dal leader.
La classifica a squadre, fuorigioco il Groupe Rahal di El Morabity, è ampiamente comandata dal trio dello Scotta Roata Chiusani Trincheri-Salaris-Olmo con un cospicuo vantaggio sul Team Eurosport.
Giovedì 12 la Sultan Marathon des Sables ed i concorrenti si concedono un giorno di meritato riposo. I protagonisti rimasti in gara riapriranno le ostilità venerdì 13 con la quinta e penultima tappa di 42 km, una vera e propria maratona nel deserto del Sahara, per poi chiudere sabato con la prova più breve della settimana.
La partecipazione di Trincheri alla 27^ Sultan Marathon des Sables è supportata anche dal Team Salomon Carnifast, Studio AC di Alessandro Condò, Fratelli Porro Colle di Nava, Calvi Auto concessionaria Chevrolet, agenzia immobiliare Val Prino e Associazione Oltre Csen.

Articolo letto 334 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login