Home » Notizie » Altre specialità » Tra continuità e innovazione

Tra continuità e innovazione

29/11/11

Vale più la prima o preferibile la seconda? A voi la scelta, mentre noi proviamo a collocarci proprio lì nel mezzo.  Quando si crede in una passione, difficile diventa non emozionarsi un poco almeno quando il cammino intrapreso vive momento di evoluzione, vive tappa di crescita.

Passione è correre, passione è montagna: se le due vanno a braccetto, passione grande diventa… la corsa in montagna. Ma se passione, un poco, è anche scrivere, anche raccontare – bene, male, come meglio ci riesce, con le parole, con le immagini – ecco allora www.corsainmontagna.it

Un percorso iniziato qualche anno fa e all’epoca condiviso anche con altri amici risultati fondamentali nel lancio del progetto e che per questo, qui, in giorno importante per noi, ancora una volta ringraziamo per il pezzo di strada condiviso. Un percorso che oggi trova casa nuova: graficamente certo, ma concettualmente non di meno, così come dicevamo avvicinandoci al lancio del nostro nuovo format. Aggiungendo poi che, ad unirsi, fossero la garanzia di un nome che immediatamente riporti all’ambito di riferimento e il desiderio di allargare un poco gli orizzonti e sperimentare soluzioni nuove.

Un orizzonte fatto di mondi comunicanti forse più di quanto non dicano, o non possano dire, regolamenti e rispettive federazioni o associazioni di riferimento. Mondi, quelli della corsa in montagna, dello skyrunning, del trail running, che nel muoversi atleticamente nella natura hanno in ogni caso denominatore comune. Ed è la passione che spinge ad uscire di casa e poi affrontare una salita, una discesa che, in fondo, a noi è sempre interessato porre in risalto. Anche partendo da punti di vista diversi, pur con tutti i distinguo del caso, che alla fine poi ciascuno è libero di evidenziare o meno.

Uno sguardo più ampio, senza perdere di vista la voglia di comunicare all’esterno il nostro modo di leggere l’ambiente in cui ci muoviamo. E cui da sempre proviamo a dare la nostra chiave di lettura, talvolta critica, talvolta meno, con il coraggio di esprimere sino in fondo le nostre opinioni, ma anche con la consapevolezza di non essere, quello mai, depositari della verità assoluta. Perché i dogmi mai troppo a genio ci sono andati.

Dalle notizie in “primo piano”, agli articoli che vi poniamo “in evidenza” o che magari vi “segnaliamo”. Dalle gallerie fotografiche all’area video, sempre comunque riconducibili a quei “mondi” che corpo centrale costituiscono anche del nostro rinnovato portale. Tra classifiche e prossimi eventi, tra calendari e sezione dedicata all’allenamento, ma con l’interattività ad accompagnare, sempre e ovunque, il nostro nuovo percorso: seguiteci su facebook, su twitter, su flickr, e poi ancora! Dunque voltiamo pagina, nella speranza che questo sia però libro che continui ad appassionare voi e a catturare magari anche lettori nuovi.

Di lettori, ben più dei venticinque di manzoniana memoria, di certo può vantarne il direttore de La Corsa, la rivista che, in assoluto, più spazio da tempo dedica a chi la propria passione atletica declina alla montagna. Lui, proprio lui, Walter Brambilla, battezza allora il nostro nuovo format, e lo fa con affetto e con un pezzo del tutto personale, in cui racconta di come sia nata la sua passione per la corsa in montagna. Galeotti pare furono degli splendidi occhi azzurri…

Veste nuova, ma anche amici nuovi. Delle varie e diverse collaborazioni che andremo ad annunciarvi poco alla volta nei prossimi giorni, nelle prossime settimane, un paio però subito ve le vogliamo comunicare. Sono le collaborazioni con la rivista di riferimento del  trail running, Spirito Trail, e con il nostro omologo spagnolo, www.corredordemontana.com. Uno scambio di idee, di contenuti, che ci auguriamo possa essere valore aggiunto tanto per noi quanto per loro. Poi, qualche penna nuova, ma anche qui, non tutto subito vi diciamo. Ecco però, Laura Ursella e Luca Cagnati, due nomi che, atleticamente parlando, non necessitano certo di presentazioni: loro saranno il nostro occhio particolare dal Nord Est, per provare a seguire con maggiore attenzione un bacino da sempre tra i più floridi e più attivi del nostro movimento. Il benvenuto, intanto, a loro, nella certezza che di certo sapranno arricchire il nostro modo di raccontare. Di benvenuto, altri allora ne daremo nei prossimi giorni. Intanto, ci giochiamo qualche “grazie”, anche qui di prassi un paio. Il primo va a Nethics, l’azienda che da tempo ci accompagna e che ci permette di dare “una casa” ai nostri contenuti. E che oggi forte scommette insieme a noi in questa piccola, grande rivoluzione.

Il secondo, e qui chiudiamo, va a voi, che da tempo ci leggete.  Tra continuità e innovazione, corsainmontagna.it è ancora qui. E, come sempre, vi aspetta. Giorno per giorno, con una passione in comune.

 

Articolo letto 429 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login