Home » Notizie » Altre specialità » Swissotel Vertical Marathon: Manzi secondo a Singapore

Swissotel Vertical Marathon: Manzi secondo a Singapore

23/11/14

23 novembre 2014 – Si chiude con bel secondo posto l’avventura di Emanuele Manzi (Forestale) allo Swissotel Vertical Marathon, la scalata al celebre grattacielo di Singapore. 73 piani, 1336 scalini per una delle principali tappe del circuito della Tower Running World Association, che sta promuovendo un sempre più fitto calendario di appuntamenti stagionali.

Con 2324 partenti – il record per una manifestazione giunta alla sua ventisettesima edizione – , a vincere la prova sono stati i favoriti della vigilia, ovvero gli australiani Mark Bourne e Suzanne Walsham, quest’ultima da tempo residente proprio a Singapore. Per Bourne, numero uno indiscusso di queste prove a livello mondiale, un tempo finale di 6’46”, tempo che eguaglia il record di questa scalata, sino a questa mattina esclusiva del tedesco Thomas Dold e realizzato nel 2009.

L'imponente Swissotel The Stanford teatro della gara

L’imponente Swissotel The Stanford teatro della gara

Per lui vittoria netta, ma alle sue spalle il primo a presentarsi è proprio l’italiano Emanuele Manzi che in 7’28” precede sul podio il ceco Miroslav Burian (7’33”) e poi l’atleta di casa Suresh Tilija (7’40”) e il tedesco Georg Heinmann (7’55”). Tra i migliori al traguardo, appena fuori dai migliori dieci, anche un altro italiano, Maurizio Torri, capace di chiudere la sua scalata in 8’45”.

Al femminile, nuovo successo, il nono delle serie, per la Walsham. In 8’02” rimane di pochi secondi sopra il suo record, mentre alle sue spalle conquistano il podio la belga Vanja Cnops (9’24”) e la ceca Lenka Svabikova (9’26”).

Emanuele Manzi impegnato sugli scalini di Singapore

Emanuele Manzi impegnato sugli scalini di Singapore

Per il 2015, anno in cui Singapore celebrerà il suo 50° anniversario d’indipendenza, è previsto un nuovo e forte investimento su questa prova che, nel frattempo, ai due vincitori ha assegnato un premio di 3000 dollari ciascuno e una notte in una delle suite presidenziali del lussuoso Swissotel The Stanford, ovvero il teatro della scalata odierna.

Dal traguardo, uno sguardo alla celebre zona di Marina Bay a Singapore

Dal traguardo, uno sguardo alla celebre zona di Marina Bay a Singapore

 

Articolo letto 174 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login