Home » Notizie » Corsa in Montagna » Svizzera: sorrisi azzurri con Belotti e Baldaccini

Svizzera: sorrisi azzurri con Belotti e Baldaccini

16/06/13

16 giugno 2013 – A grandi passi verso gli Europei di Borovets. Sintetizzabile anche così il doppio successo azzurro nella dura classica elvetica Neireveu – Moleson: 11,2 chilometri di gara, 1290 metri di dislivello in salita, tanto per gli uomini quanto per le donne. Gara dura insomma, con vittorie per Alex Baldaccini (Gs Orobie) e Valentina Belotti (Runner Team 99 Volpiano), ovvero due delle maggiori speranze che l’Italia potrà mettere in campo in Bulgaria il prossimo 6 luglio.

Vale

 

Alla vigilia del raduno azzurro del Sestriere, in due gare di ottimo livello entrambi arrivano solitari al traguardo, dopo aver salutato con buon anticipo una concorrenza di peso internazionale. In cima alla salita, dopo 1h03’31” di gara, Baldaccini precede di 1’12” il britannico Simpson e di 1’24” il giovane colombiano Padua.

Alex Baldaccini

Alex Baldaccini

Giù dal podio è festival italiano, anche se con risvolti per certi versi inattesi: a sorprendere in particolar modo è il torinese Max Di Gioia (Atl. Palzola) che si issa sino al quarto posto, con il tempo di 1h05’55”. Quinto il forestale Emanuele Manzi in 1h06’09”, con Gabriele Abate (Orecchiella Garfagnana) sesto in 1h06’45” e Gerd Frick (Telmekom Team Sudtirol) settimo in 1h07’05”. A completare la top ten il portoghese Costa (1h07’23”), il  francese Jaillardon (1h07’47”) e lo svizzero Sutz (1h10’04”).

Tra le donne, dura sino a metà gara il duello tra Valentina Belotti e la campionessa continentale 2012 Monika Furholz, poi l’azzurra si invola chiudendo la sua fatica n 1h16’15”, con un margine di 1’22” sull’elvetica ex specialista del duathlon. Sul podio con loro, sale altra svizzera con trascorsi importanti nelle multi-discipline, ovvero il bronzo olimpico di Sydney 2000 nel traithlon Magali Di Marco (1h20’22”). Quarta l’attesa ceca Pavla Schorna (1h21’34”).

Ultimo tratto di gara

Ultimo tratto di gara

 

Articolo letto 579 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login