Home » Notizie » Altre specialità » Straneo e La Rosa le volpi, ma c’è pure la “montagna”

Straneo e La Rosa le volpi, ma c’è pure la “montagna”

14/11/11

Sui prati di Volpiano (TO) si è disputato oggi il primo atto della stagione nazionale delle campestri. Ad aggiudicarsi il 7° Cross della Volpe – prova indicativa per la composizione della squadra azzurra per i prossimi Europei di Cross di Velenje (Slovenia, 11 settembre) – sono stati Stefano La Rosa tra gli uomini e Valeria Straneo in campo femminile. Il carabiniere toscano, tricolore assoluto dei 5000 in pista e appena rientrato da uno stage di allenamento in Kenya, ha avuto ragione, al termine di un combattuto confronto, dell’esperto Gabriele De Nard (Fiamme Gialle). Al traguardo dei 9km a dividerli sono stati solo tre secondi, 26:05 a 26:08. Terzo posto per la promessa Riccardo Sterni (Esercito/26:14) davanti ai due finanzieri specialisti dei 3000 siepi Patrick Nasti (26:18) e Yuri Floriani (26:22). Decisamente più a senso unico la gara delle donne dove la Straneo (Runner Team 99), reduce dal titolo italiano della 10km su strada e dal 2h26:33 alla maratona di Berlino, si è presto scrollata di dosso il resto della concorrenza, andando a chiudere i 7km in 23:37. Seconda Valentina Costanza (Esercito/24:09) e terza Giovanna Epis (Forestale/24:14). Nelle gare giovanili il primo junior al traguardo dei 6km è stato Giuseppe Gerratana (Lib. Running Modica/18:13) davanti a Abdelmjid Ed Derraz (SS Vittorio Alfieri Asti/18:20) e Stefano Massimi (ASA Ascoli/18:34) con il siepista Italo Quazzola (Atl. Valsesia), sesto (18:35) e primo degli Allievi. Virginia Abate (Camelot), invece, la leader (14:17) dei 4km delle under 20, seguita da Valentina Elli (Atl. Brescia 1950 ISPA Group/14:22) e Martina Merlo (CUS Torino/14:32) ed Elisabetta Giacomelli (CUS Trieste) ad imporsi tra le Allieve (14:44). La prima edizione del Trofeo per Club Cadetti ha visto primeggiare i ragazzi dell’Atletica Firenze Marathon e le portacolori dell’Atl. Avis Fidenza. Successi individuali alla campionessa e primatista nazionale di categoria dei 2000 metri, Nicole Svetlana Reina (Pol. Novate/7:15) e a Marco Lano (Pol. Mezzaluna Villanova Asti/6:57).

Così la montagna
Su tutti Riccardo Sterni, che pur se altri approdi ha trovato rimane sempre e comunque anche figlio della montagna. Il terzo posto assoluto del portacolori del Cs Esercito, ad un niente da La Rosa e De Nard, dice molto per davvero, così come il suo successo nella categoria promesse, quella che in prospettiva lo attende ora in azzurro per gli Europei di Velenje. Là dove, nella stessa categoria, un posticino in azzurro pure ora sogna Luca Cagnati (Caprioli San Vito), quinto degli under 23 al traguardo di Volpiano. Per la realizzazione dei suoi sogni molto dipenderà da quanto saprà fare a Borgo Valsugana tra due settimane, ma pure dai criteri di selezione, nei quali magari pure dover contemplare qualche recupero di atleti non presenti a questa prima crossistica.
Restando tra i seniores, bene soprattutto Antonio Toninelli (Valle Brembana), che si conferma crossista di razza e chiude ottavo a 41″ da La Rosa, Piuttosto bene anche Bernard Dematteis (Esercito), decimo a 53″, e, ancor più, Alex Baldaccini (Gs Orobie), dodicesimo a un minuto esatto dalla testa della gara. Giornataccia, invece, per Martin Dematteis, diciottesimo a 1’24”, di un soffio e di una posizione avanti al bravo Davide Pilatti (Valle Camonica). Detto di Cagnati, trentacinquesimo invece Francesco Della Torre (Gs Orobie).

Tra le donne, poco da segnalare per la montagna, salvo forse ricordare che la vincitrice di giornata, la maratoneta Valeria Straneo, pure abbia vinto, quest’anno, il tricolore a staffetta in montagna, in coppia con la Belotti per il loro Runner Team Volpiano.
Spazio allora agli juniores, laddove il migliore di giornata per la montagna è Dylan Titon (Assindustria Padova), che chiude settimo a 27″ da vincitore Gerratana, ma a soli sei secondi dal bronzo del marchigiano Stefano Massimi. Per Dylan, insomma, caccia alla maglia azzurra del cross quanto mai aperta tra due settimane in Trentino. A Volpiano, intanto, bene anche il valsusino Andrea Pelissero (Atl. Susa), undicesimo a 50″ dal vincitore. Meglio di lui, però, il giovanissimo Michael Monella (Valle Camonica), nono assoluto a 42″ da Gerratana e preceduto dal solo Italo Quazzola (Valsesia) tra quanti ancora appartenenti alla categoria allievi. Scorrendo le classifiche, diciannovesimo Enrico Lembo (Montemiletto Runners), che decimo era stato agli Europei di Bursa, con il cuneese Leonardo Giletta (Valle Varaita) ventunesimo, ma ottimo quarto tra gli allievi. Ventitreesimo il rientrante valdostano Massimo Farcoz (Apd Pont Saint Martin), una posizione avanti al campione italiano Cesare Maestri (Valchiese), con Marco Barbuscio (Esercito Sport) trentesimo.
Tra le juniores, infine, nella prova vinta dalla chivassese Virginia Abate, quattordicesimo posto per Ilaria Dal Magro (Dolomiti Belluno).

Articolo letto 232 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login