Home » Notizie » Corsa in Montagna » Stellina: Livio Berruti il nuovo presidente

Stellina: Livio Berruti il nuovo presidente

20/07/12

Presentato ieri mattina, nella prestigiosa cornice del circolo Sporting – La Stampa di Torino, la ventiquattresima edizione del Memorial Partigiani Stellina. Una presentazione anticipata anche e soprattutto per l’imminente inizio dei Giochi Olimpici di Londra. Un collegamento, quest’ultimo, che in modo diretto tocca anche la grande classica della corsa in montagna italiana: motivo saliente della presentazione, infatti, l’annuncio che nuovo presidente del Comitato Organizzatore della Stellina è il campione olimpico di Roma 1960 Livio Berruti. Da sempre vicino alla “Stellina”, Berruti succede nell’incarico a don Giampiero Piardi, il carismatico sacerdote scomparso nel gennaio scorso.

 

Domenica 26 agosto 2012 al via il Memorial Partigiani Stellina Valsusa, manifestazione internazionale di corsa in montagna giunta quest’anno alla sua ventiquattresima edizione.

Nata nel 1989 come corsa a staffetta, trasformatasi nel 1992 in prova individuale, ha conservato fino al 2006 con la denominazione di “Challenge”, la sua natura di incontro internazionale ufficiale per rappresentative nazionali dapprima riservato alle Nazioni partecipanti alla seconda guerra mondiale (più la Svizzera neutrale), successivamente aperto anche alle altre Nazioni.

Nelle ultime edizioni il “Challenge” ha lasciato spazio al “Memorial”, diventando manifestazione internazionale non necessariamente riservata alle sole rappresentative nazionali ufficiali.

Max Zanaboni in borgata Tour, con il Rocciamelone sullo sfondo

Un percorso di undici chilometri con un dislivello positivo di circa 1500 metri che partirà, come da tradizione da Susa – Arco di Augusto, per arrivare al pianoro di Costa Rossa ai piedi del Rocciamelone, montagna simbolo della Valle di Susa.

Il Memorial Stellina, organizzato fin dalla sua prima edizione dall’Atletica Susa, non è soltanto una delle gare di corsa in montagna più impegnative e più famose al mondo, ma anche un filo teso tra le pieghe della storia, che collega le radici più antiche della Valle alle sue bellezze naturali più incontaminate, creando un trait d’union con la storia legata al secondo conflitto mondiale che ha avuto nel Comandante Laghi – al secolo il celebre filatelista Giulio Bolaffi –  e nei suoi partigiani, i principali protagonisti.

Previsti oltre duecento atleti, con uomini e donne impegnati sullo stesso tracciato, salvo i più giovani juniores cui sarà riservato percorso più breve.

Insieme ai campioni della specialità, per alcuni dei quali questa gara del 26 agosto rappresenta l’ultimo test prima dell’appuntamento iridato che l’Italia organizzerà la settimana successiva sul Passo del Tonale in Alta Valle Camonica, correranno anche centinaia di appassionati di tutte le età, attratti da quel fascino così particolare che la “Stellina” da sempre suscita nell’ambiente.

L’edizione 2012  sarà poi indubbiamente legata al particolare ricordo di don Giampiero Piardi, che per il memorial Stellina, ha rappresentato fin dagli esordi, una delle anime più profonde. Divenuto presidente nel 2006 don Giampiero si è battuto con energia e passione proprio in un momento in cui questa manifestazione e le forti motivazioni intorno a cui era nata, sembravano arrivate alla parola fine.

La scomparsa del sacerdote nel gennaio scorso, ha indubbiamente segnato tutti coloro che partecipano o hanno attivamente contribuito a tenere vivo questo progetto, capace di unire sport a forti motivazioni storiche legate alle battaglie partigiane.

E la scelta di designare Livio Berruti, da sempre vicino alla manifestazione, come nuovo presidente del Comitato Organizzatore non è solo legata al suo grande prestigio sportivo di Campione Olimpico di Roma 1960,  ma anche alla grande amicizia con il suo predecessore.

“E’ un grande onore per me ricevere il compito di presiedere il Comitato Organizzatore della Stellina, - dichiara lo stesso Livio Berruti – una manifestazione a cui sono da sempre legato e dalla quale, prima attraverso Alberto Bolaffi, poi grazie a figure come don Giampiero Piardi ho imparato a conoscere gli aspetti più veri e più belli. La Stellina, per i valori che porta con sé, è davvero una manifestazione sportiva diversa dalle altre. Nel ruolo mi hanno preceduto Mario Pisano e poi don Giampiero: due grandi esempi di cultura sportiva e sociale che con il loro impegno hanno illuminato la storia della Stellina”.

Le vicende agonistiche del Memorial Stellina che si sono succedute in questi anni sono in particolar modo legate ai successi raccolti dall’azzurro Antonio Molinari e poi ancora alle undici vittorie consecutive del neozelandese Jonathan Wyatt: entrambi campioni mondiali della specialità, entrati di diritto nella “hall of fame” della corsa in montagna internazionale. A detenere i record sul nuovo percorso di gara, sperimentato per la prima volta nel 2010, sono invece l’azzurro Martin Dematteis, bronzo mondiale nel 2011, e l’etiope Anyalem Woldemichael, vincitrice della scorsa edizione insieme al connazionale Seboka Dibada Tola. 

Il ventiquattresimo Memorial Partigiani Stellina Valsusa è realizzato con il sostegno di: Federazione Italiana di Atletica Leggera, Atletica Susa, A.N.P.I. (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia), Comune di Susa, Comune di Mompantero, Valle di Susa Tesori di Arte e Cultura Alpina e in collaborazione con Comune di Novalesa e Comune di Venaus. Main sponsor: Bolaffi, Gruppo Iride, Lauretana.

La brochure del 2012

 

Informazioni:

Paolo Germanetto 349 8053262 – paoliger@gmail.com

Adriano Aschieris 347 2846005 –  adriano.aschieris@atleticasusa.it

Ufficio stampa: 

Stilema – Cristina Negri Via Cavour 19, Torino  tel. 011 530066 – cell 3453741892                                                                                                                                       e-mail: cristina.negri@stilema-to.it

Valle di Susa. Tesori di Arte e Cultura Alpina – Sara Ghiotto – Via Mazzini, 1 – 10059 Susa Tel. 0122/622640

e-mail: info@vallesusa-tesori.it

Articolo letto 222 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login