Home » Notizie » Corsa in Montagna » Stellina: gli azzurri sfidano l’Africa e Wyatt

Stellina: gli azzurri sfidano l’Africa e Wyatt

23/08/14

20 agosto 2014 – Sta per scoccare l’ora del Memorial Partigiani Stellina edizione n.26. Tutto è pronto a Susa (TO) per dare il via,domenica 24 agosto, alla manifestazione internazionale di corsa in montagna organizzata dall’Atletica Susa, a metà tra sport e storia, corsa nel ricordo della battaglia delle Grange Sevine (26 agosto 1944): il culmine dell’azione all’ombra del Rocciamelone del Comandante Laghi, alias Giulio Bolaffi, il noto filatelista. La “Stellina” nacque infatti nel 1989 proprio per la volontà di Alberto Bolaffi di ricordare il padre: spinto dalla sua passione sportiva, volle così raccogliere idealmente su quegli stessi monti i protagonisti della seconda guerra mondiale e lanciare idealmente un messaggio di pace generale, il più lontano possibile dalle storture della guerra. Come da tradizione, ai piedi del Rocciamelone, la montagna sacra della Valle di Susa, si correrà su tracciati di sola salita coinvolgendo, i Comuni di Novalesa e Venaus, oltre a quelli di Susa (partenza dall’Arco di Augusto) e Mompantero. Ricordiamo inoltre che il Comitato Organizzatore è presieduto dal campione olimpico dei 200m di Roma 1960 Livio Berruti, grande amico della famiglia Bolaffi.

stellina cippo

Dal punto di vista sportivo, l’edizione 2014 dello Stellina assume una valenza particolare in vista dei Campionati Mondiali di corsa in montagna che si disputeranno il 14 settembre a Casette di Massa in Toscana. Il percorso della Stellina è solo salita, come sarà quello della rassegna iridata, e quindi propedeutico dal punto di vista tecnico per gli atleti che vi prenderanno parte. Gli uomini copertina, come già annunciato, saranno i gemelli Bernard e Martin Dematteis (Pod. Valle Varaita), oro e bronzo europeo 2014 a Gap in Francia: posizioni che si sono ripetute il 10 agosto a Pergine in occasione della prova finale dei Campionati Italiani che ha laureato Bernard campione tricolore. Sarà al via sotto l’Arco di Augusto di Susa anche Alex Baldaccini (G.S. Orobie) che a Pergine conquistò il secondo posto e che, con i gemelli cuneesi, sarà una delle punte della squadra azzurra a Casette di Massa, in questi giorni in raduno a Sestriere, confermando così il luogo già scelto per la preparazione della rassegna continentale francese.

gemelli

Per il successo finale si fanno segnalare altri due grandi nomi: si tratta della leggenda dello Stellina, il neozelandese Jonathan Wyatt che ha nel suo palmares ben 12 edizioni della manifestazione di Susa, e dell’eritreo Petro Mamu,campione mondiale 2012 e annunciato protagonista anche alla prossima rassegna iridata. Wyatt, sei volte campione iridato, è annunciato in buona condizione, come testimoniato anche dalla vittoria in terra norvegese de “La Sportiva SKAALA Opp”, una delle corse in montagna in salita più dura d’Europa (il percorso si sviluppa dal fiordo Tjugen a 29m sul livello del mare sino in cima al Monte Skaala a 1848m d quota in 8,2km; gli atleti devono inoltre gareggiare con uno zainetto del peso di 2kg sulle spalle); Mamu sta invece rifinendo la propria preparazione in vista dei mondiali, obiettivo della stagione visto anche il percorso che si addice alle sue caratteristiche, e lo Stellina sarà quindi una buona occasione per valutare le sue ambizioni. A dare filo da torcere a questo già ricco parterre ci sarà anche il ruandese Jean Baptiste Simukeka (RCF Roma Sud): vincitore dell’edizione 2014 della Tutta Dritta, che aveva già conquistato nel 2012, Simukeka va forte anche nella corsa in montagna dove predilige però percorsi misti di salita e discesa, tracciati nei quali è stato capace di imporsi anche sui gemelli Dematteis. In campo maschile in chiave azzurra segnaliamo infine la presenza di Cesare Maestri (S.A. Valchiese), campione italiano u23 2013 e 2014, e di Emanuele Manzi (G.S. Forestale), di ritorno dai Campionati Mondiali di Lunghe Distanze a Manitou Springs in Colorado.

confortola2013

Non sarà da meno la gara femminile che vedrà ai nastri di partenza l’altra metà della coppia regina dello Stellina, Antonella Confortola (GS Forestale), signora Wyatt, vincitrice dell’edizione 2003 e 2013 e più volte sul podio. L’azzurra è reduce dal decimo posto ai Campionati Mondiali di Lunghe Distanze e dal secondo posto nell’ultima prova dei Campionati italiani di Pergine alle spalle di Valentina Belotti. Altra azzurra al via Ivana Iozzia (Calcestruzzi Corradini Excelsior), campionessa italiana di maratona nel 2005, 2007 e 2012, vincitrice della maratona di Torino del 2013 e fresca dell’undicesimo posto sulle montagne del Colorado. Montagne su cui ha esordito in azzurro Francesca Iachemet (Atl. Trento) concludendo al sedicesimo posto e contribuendo all’argento a squadre delle azzurre; per lei quest’anno da segnalare anche il 4° posto nella scalata al Colle della Maddalena. A dare filo da torcere alle atlete di casa un nome importante: quello della kenyana Hellen Jepkurgat (RCF Roma Sud) che vinse l’edizione 2012 dello Stellina ma che vanta soprattutto un buon palmares nella corsa su strada (vincitrice nel 2014 dell’Half Marathon di Torino con il primato della manifestazione in 1h12.57) e nel cross (nel 2013 a Rocca di Papa vinse la gara valida come campionato italiano di società davanti alla vicecampionessa mondiale ed europea di maratona Valeria Straneo). Tra le altre azzurre al via da segnalare anche la presenza di Samantha Galassi (La Recastello Radici Group), seconda lo scorso anno, e Ilaria Bianchi (Atl. GS Miotti Arcisate), settima a Pergine nell’ultima prova dei campionati italiani.

Gray stellina 2008

Nota a parte merita poi la presenza già annunciata della rappresentativa francese della Ligue de Provence, la cui presenza allo Stellina si deve ad un progetto di collaborazione tra cantoni e regioni confinanti divise dalle frontiere nazionali lanciato dal Comitato Regionale Fidal Piemonte. “Atletica Senza Frontiere” è il nome dell’iniziativa che prevede la libera partecipazione degli atleti francesi, svizzeri e italiani nelle manifestazioni delle regioni che aderiscono al progetto.

Raisport trasmetterà una sintesi della XXVI edizione del Memorial Partigiani Stellina (palinsesto in via di definizione), ma per la prima volta si potrà vivere dal vivo, in presa diretta, l’evento grazie a due telecamere GOPRO con cui due atleti effettueranno la gara.

Lo Stellina inizierà però sabato pomeriggio 23 agosto con un evento dedicato ai segusini: alle ore 16.00 si terrà l’evento “Corri con i Campioni”corsa passeggiata di 20 minuti attraverso la Susa romana, con partenza dall’Arena Romana e arrivo all’Arco di Augusto, aperta a tutti, organizzata da Agisko, sponsor tra gli altri dei gemelli Bernard e Martin Dematteis. Chiunque voglia può cosi partecipare all’allenamento–rifinitura dei Dematteis e di altri campioni prima della consegna dei pettorali che si svolgerà sul finire del pomeriggio presso il Castello della Contessa Adelaide (ritrovo presso il Salone Monsignor Rosaz, via Madonna delle Grazie, Susa).

 

Articolo letto 565 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login