Home » Notizie » Corsa in Montagna » Sorpresa Sierre – Zinal. Spunta Marc Launstein ma l’Italia gioisce con Elisa Desco

Sorpresa Sierre – Zinal. Spunta Marc Launstein ma l’Italia gioisce con Elisa Desco

11/08/13
Elisa Desco (Atletica Alta Valtellina) vince a Zinal!

Elisa Desco (Atletica Alta Valtellina) vince a Zinal!

Un’altra pagina memorabile è stata scritta oggi per l’Italia che corre in montagna nella gara in assoluto più blasonata del panorama europeo e anche mondiale. Dopo le due vittorie di Aldo Allegranza e le tre di Marco De Gasperi, Elisa Desco è la prima donna italiana a riuscire nell’impresa di vincere la Sierre – Zinal, la corsa svizzera che oggi celebrava la sua quarantesima edizione. Seconda è la favorita della vigilia, Stevie Kremer, statunitense a lungo rimasta solitaria al comando, dopo avvio deciso senza guardare in faccia a nessuno. Terza la bravissima elvetica Mathys Maude, con la quale l’azzurra ha corso e lottato nella parte centrale della gara, dopo partenza più cauta. E’ gara in progressione quella di Elisa, ottava dopo le prime fasi di salita e avvistata dalle parti del podio soltanto a Chandolin, dopo oltre 1h20′ di gara. Di qui ha però inizio la rimonta della portacolori dell’Atletica Alta Valtellina, prima rientrata sulla Kremer in vista del mitico Weisshorn e poi capace di resistere al ritorno di Matys Maude e farsi sotto ad Hellen Musyoka, a quel punto rimasta solitaria al comando. La fuga della keniana – personale di 1h10’50” sulla mezza maratona – termina però appena inizia la traversata più tecnica, laddove la Desco mette la freccia e si invola. Da sempre ottima discesista, l’azzurra nel finale guadagna spazio e punta decisa verso un traguardo che forse nemmeno lei sperava così bello. Braccia al cielo, occhi intrisi di lacrime: sorride Elisa, la Sierre Zinal 2013 è sua.

La discesa intanto riconsegna la seconda piazza alla Kremer che in fondo un poco paga anche una gara sempre corsa con il piede sull’acceleratore, sin dalle prime battute. Sul podio sale poi la reginetta di casa Mathys Maude, che scavalca la Musyoka nell’ultimo tratto di discesa. Tra le migliori anche l’eterna Angela Mudge, peraltro unica a provare a rimanere con la Kremer nella prima metà gara. Ma oggi la festa è tutta azzurra!

Elisa DEsco festeggiata al traguardo dal ct. Germanetto

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tra gli uomini vince, un poco a sorpresa, l’elvetico campione di orienteering Marc Launstein, anche se, come dicevamo nella presentazione pochi giorni fa, già avvezzo a corse di questo tipo, essendosi laureato nel 2009 Campione Mondiale di Lunghe Distanze in occasione della Kaisermarathon (Aut), davanti a sua maestà Jonathan Wyatt. E proprio il campionissimo neozelandese, qui detentore del record della gara, è tornato a stupire, con una super prestazione da podio in mezzo ad avversari, in questo momento, più quotati di lui.

Podio maschile

Podio maschile

Finisce terzo Jono, alle spalle del colombiano Juan Carlos Cardona, maratoneta di buon livello, rimasto incollato ad Azerya Teklay per oltre 1h30′ di gara. Quando l’eritreo alza però bandiera bianca, il colombiano sogna una vittoria che sfuma però nel tratto finale della discesa, quando si completa la grande rimonta di Lauenstein, ancora settimo ben oltre metà gara. Giù dal podio un comunque  un positivo Kilian Jornet Burgada, partito senza grandi velleità di classifica, ma al suo miglior crono di sempre, mentre quinto chiude il bravissimo ventiduenne scozzese Robbie Simpson. Sesto il primo degli azzurri, Gabriele Abate (Orecchiella), che recupera un po’ di spazio nell’ultimo tratto di gara: alla prima esperienza nella grande classica elvetica, il torinese viaggia a lungo in ottava posizione, prima stretto nella morsa dei colombiani, poi più solitario. Sino ad un finale che gli regala il generoso abbraccio di Zinal e un crono di 2h38’08”.

 

Maschile
LAUENSTEIN Marc 2.32’14”
CARDONA Juan Carlos 2:32’30”
WYATT Jonathan 2:33’44”
JORNET Kilian 2:33’59”
SIMPSON Rob 2:35’32”
ABATE Gabriele 2:38’08”
CASTANYER Tòfol 2:39’50”
RODRÍGUEZ William 2:40’42”
GATES Rickey 2:40’47”
10º RANGEL Juan Pablo 2:41’16”

 

Eli2

Femminile
DESCO Elisa 2:58’33”
KREMER Stevie 3:03’12”
MATHYS Maude 3:04’13”
MUSYOKA Hellen 3:04’47”
MUDGE Angela 3:07’21”
WILKINSON Victoria 3:12’14”
JOLY-FLÜCKIGER Angeline 3:12’57”
YERLY-CATTIN Laurence 3:14’07”
MIHAYLOVA Milka 3:15’53”
10ª LUND Megan

 

 

 

 

Articolo letto 651 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login