Home » Notizie » Altre specialità » Sondrio Half Marathon: Sutti sorride, Desco e Iozzia sbagliano strada

Sondrio Half Marathon: Sutti sorride, Desco e Iozzia sbagliano strada

19/11/12

Luci ed ombre sulla Mezza maratona Città di Sondrio edizione zero svoltasi domenica 18 novembre 2012. “D’altronde l’edizione zero serve proprio a questo – ha spiegato l’assessore allo sport del Comune di Sondrio Omobono Meneghini – ci sono alcune cose da aggiustare, sicuramente organizzare una mezza maratona su circuito unico di 21,097 km nel centro di una città non è cosa facile. Gli organizzatori faranno tesoro di questa prima esperienza per vedere le cose da sistemare, noi come Amministrazione comunale saremo felici di appoggiarli anche il prossimo anno perchè convinti che questa gara dia il giusto messaggio di Sondrio città vivibile e tutta da scoprire”.

La partenza

Anche i partecipanti, pur notando qualche pecca nella segnalazione del percorso, hanno riconosciuto che lo stesso è molto veloce e piacevole e permette di conoscere angoli sconociuti ai più del capoluogo. Segnalazione del percorso che purtroppo ha condizionato l’esito della gara in quanto 19 atleti, il gruppetto dopo i battistrada, in pratica quelli che hanno concluso con un tempo tra l’ora e 10 e l’ora e 20, sono stati squalificati poichè hanno sbagliato percorso, accorciandolo di circa 800 metri.
Davanti però è stata bagarre e finale avvincente con il mezzofondista regoledese Fabrizio Sutti (Ginnastica Comense 1872) e il vincitore della mezza di Busto Arsizio Diego Abbatescianni (Atletica Palzola) a lottare spalla a spalla fino agli ultimi chilometri quando Sutti ha lanciato l’allungo finale che l’ha portato a vincere con l’ottimo tempo di 1h09’05”. A soli 9″ il bravo Abbatescianni, mentre il gradino più basso del podio, causa anche la squalifica del livignasco Gianluigi Martinelli, è andato a Giordano Compagnoni (U.S. Bormiese) con 1h21’28”.

Arrivo vincente per Fabrizio Sutti

Stessa storia nella gara femminile: a nulla è valsa la cavalcata trionfale di Elisa Desco (Atletica Alta Valtellina) e Ivana Iozzia (Corradini Calcestruzzi Rubiera), la vittoria è stata appannaggio di Tatiana Bianconi (Atletica 85 Faenza), sondriese trapiantata a Lecco, che ha chiuso con il crono di 1h22’45” davanti alla campionessa di fondo Marianna Longa (Marathon Club Alta Quota Livigno) con 1h23’23” e alla compagna di squadra Giovanna Confortola (1h24’20”). Più di 250 gli atleti in gara in una giornata ottimale per correre.

Fonte: comunicato stampa – Fotografie di Sergio Rocca (www.pizzoscalino.it)

Articolo letto 326 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login