Home » Altre notizie » Sondrio applaude i suoi campioni

Sondrio applaude i suoi campioni

20/12/11

Applausi, applausi e ancora applausi. Nell’Auditorium del Policampus di Sondrio, gremito in ogni suo angolo, la Festa provinciale dell’atletica organizzata dalla Fidal Sondrio sabato 17 dicembre u.s. è stata un grande successo. Protagonisti le società, gli atleti e i dirigenti che hanno vissuto in prima persona la stagione 2011, portando a casa tanti risultati e piazzamenti di prestigio. Testimonial di questo movimento (20 società e 1804 atleti tesserati in provincia di Sondrio) due ragazzi “acqua e sapone” che sono un bellissimo esempio per i nostri giovani: Francesco Della Torre e Alice Gaggi. Con le loro parole, semplici e modeste come il loro carattere, hanno spiegato la “strada per il successo”: impegno, sacrificio e passione. A questo si aggiunga l’affetto, la vicinanza e la condivisione con allenatori e compagni di squadra che diventano come una seconda famiglia. In una società un po’ in dififcoltà e spesso a tinte fosche, un bell’arcobaleno di emozioni che ha dimostrato come estitano ancora piccole isole felici. L’atletica valtellinese e valchiavennasca è sicuramente una di queste: una proposta serena per i nostri giovani, l’opportunità di praticare uno sport in un ambiente che non esaspera l’agonismo, una palestra di vita che insegna ad impegnarsi per raggiungere un obiettivo, migliorarsi e condividere con tutta la squadra successi e insuccessi. Nella lunga serata, ma non poteva essere altrimenti, un sussegguirsi di premiazioni con diverse autorità: l’assessore provinciale allo sport Alberto Pasina, l’assessore allo sport del Comune di Sondrio Omobono Meneghini, il presidente e vicepresidente del CONI Sondrio Ettore Castoldi e Antonio Giacoma, il consigliere regionale Fidal Bruno Gianatti. Dopo i saluti del presidente del Comitato provinciale Fidal di Sondrio Alberto Rampa non è mancata una speciale menzione per le rappresentative provinciali, alle quali il comitato tiene in modo particolare, che sono diventate anche veicolo di promozione turistica grazie alla “V” di Valtellina sulle divise: per la prima volta quest’anno, al Trofeo dei Laghi, la nostra rappresentativa è riuscita a coprire tutte le disciplilne, anche la marcia. Spazio poi alle società che sono i veri pilastri dell’attività, sempre impegnate a seguire i giovani negli allenamenti, partecipare alle trasferte e organizzare gare: si sono spartiti le vittorie dei vari campionati provinciali di società G.S. Valgerola, G.P. Valchiavenna, A.S. Lanzada e G.S. CSI Morbegno, con quest’ultimo a imporsi, unico sodalizio valtellinese, anche in cinque campionati regionali. Piccolo intermezzo con un simpatico sketch di un ospite veramente speciale: Babbo Natale è entrato in sala con il monopattino ed ha divertito tutti improvvisandosi mago. E’ poi restato sul palco per premiare i 152 ragazzi del Trofeo Credito Valtellinese, speciale circuito ideato per incentivare i giovani a scoprire le varie discipline dell’atletica leggera. Spazio poi ai 175 campioni provinciali che hanno ricevuto il diploma e la maglia ufficiale della Fidal, i più piccoli premiati da Francesco Della Torre, atleta ardennese che ha fatto il “salto di qualità” andando a correre per il G.S. Orobie e vincendo quest’anno il Trofeo Vanoni. Piacevole e apprezzato l’intermezzo creato da Francesco Lietti con la proiezione delle foto per ripercorrere le emozioni della stagione 2011. Via poi con le premiazioni dei campioni regionali: Alessia Zecca, Elisa Nesossi, Luca Riu, Marco Leoni, Ivano Paragoni, Enrico Tirinzoni, Cinzia e Graziano Zugnoni, Aurelio Mazzoni e degli atleti meritevoli (coloro che hanno vinto titoli italiani o indossato la maglia azzurra) Cristina Bonacina, Mara Ciaponi, Ivano Paragoni, Oscar Paniga, Andrea Bertarini, Sara Lhansour, Carluccio Borodni ed Alice Gaggi. Quest’ultima è rimasta sul palco per raccontare la sua eccezionale stagione e dedicare i tre principali successi del 2011: l’oro a squadre degli europei al coach Gianni Fransci, l’oro a squadre dei mondiali a papà Donato e la vittoria del Trofeo Vanoni al marito Giovanni Tacchini. Alice è poi stata premiata anche per la sua ottima prestazione in pista nei 5000 metri, insieme ad Alessia Fognini (miglior prestazione assoluta con il tempo di 3’19”64 nei 1000 metri), Elena Ambrosini, Enzo Vanotti, Daniele Frate, Alessia Zecca, Stefania Bulanti, Alessia Gusmeroli, Beatrice Seidita. Dulcis in fundo la premiazione delle persone meritevoli, coloro che da sempre si impegnato in maniera del tutto gratuita per far crescere l’atletica: il giudice Oliviero Cornaggia, l’allenatore Giulio Cola, il dirigente Giovanni Ruffoni e il presidente del C.O. Piateda Guglielmo Gaburri. A chiudere, i ringraziamenti e i saluti del presidente Rampa che ha fatto salire sul palco tutti i membri del comitato provinciale Fidal (Sergio Rocca, Corrado Barri, Avenzio Maestrelli, Gianpietro Bottà), il fiduciario dei giudici Lino Fiorelli e tutte le autorità presenti.

Fonte: Cristina Speziale – addetto stampa Fidal Sondrio

 

Articolo letto 279 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login