Home » Notizie » Altre specialità » Roma Ostia: record italiano della Straneo

Roma Ostia: record italiano della Straneo

26/02/12

A vincere è ancora l’Africa, o meglio il Kenia che con Philemon Kimeli Limo (59’30”) fa sua la prova maschile e con Florence Kiplagat (1h06:38) regala importante significato internazionale anche alla prova femminile. Ma la notizia del giorno è senza dubbio il nuovo primato italiano femminile, realizzato dall’alessandrina Valeria Straneo. Con uno straordinario 1h07:46 – ad una media di 3’12” al Km! – la 35enne del Runner Team 99 Volpiano chiude quarta assoluta alle spalle del terzetto africano composto oltre che dalla Kiplagat, anche da Agnes Kiprop (1h07:22) e dall’etiope Tirfi Beyene (1h07:43), migliorando l’1h08:27 che Nadia Ejjafini (Esercito) aveva corso meno di quattro mesi fa, il 18 ottobre a Cremona. Sotto il vecchio primato anche il bronzo europeo della maratona, Anna Incerti (Fiamme Azzurre), quinta in 1h08:18. Risultati che, oltre al crono, per le due azzurre valgono rispettivamente l’oro e l’argento dei Campionati Italiani di mezza maratona, quest’anno abbinati alla classica capitolina. Significativi i passaggi intermedi delle due azzurre appaiate per almeno tre quarti di gara: 15:51 ai 5km,  32:08 ai 10km e 48:24 ai 15km. Sul podio tricolore femminile sale anche la forestale Giovanna Epis, dodicesima assoluta in 1h13’41”, a sua volta seguita dall’ex azzurra juniores di corsa in montagna Giorgia Morano (Cus Torino/1h15’21”) , da Marcella Mancini (Runner Team Volpiano /1h15’34”) e da Sara Brogiato (Cus Torino), prima delle promesse in 1h15’44”.

Valeria Straneo (foto Colombo Fidal)

Tra i primi otto della classifica maschile Kenia e ancora Kenia, con il solo etiope Shumi Dechasa Leche secondo in 59’51” davanti a Kiprop Limo in 59’55”. Tra gli italiani, il migliore e nuovo tricolore di maratonina è Stefano La Rosa (Carabinieri), undicesimo assoluto in un significativo 1h02’15”. In chiave italiana, alle sue spalle ecco Domenico Ricatti (Aeronautica/1h04’02”) e Stefano Scaini (Running Club Futura/1h04’03”), con Denis Curzi (Carabinieri) quarto in 1h04’11” e Michele Palamini (Gav Vertova, classe 1991) a far suo il titolo promesse e la quinta piazza assoluta in 1h04’18”. In chiave montana, note di merito soprattutto per Massimiliano Zanaboni (Valli Bergamasche) che chiude ventottesimo assoluto e dodicesimo tra gli italiani. Di notevole significato, però, soprattutto il suo crono di 1h05’39” che rappresenta decisamente il suo nuovo primato personale. In scia a Zanaboni, chiude anche Marco De Gasperi (Forestale), che al ritorno sulla distanza chiude in 1h05’53”. Dopo partenza piuttosto promettente, termina invece anzitempo la sua prova Marco Barbuscio (Running Club Futura).

Risultati:

http://www.tds-live.com/ns/index.jsp?pageType=1&id=4530

 

Articolo letto 597 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login