Home » Mondo Skyrunning » Rally estivo della Valtartano: cambia il percorso, non i vincitori

Rally estivo della Valtartano: cambia il percorso, non i vincitori

22/06/14

Arrivoprimi

Rally Estivo della Valtartano, cambia il percorso, ma non i vincitori. Sul gradino più alto del podio sono saliti nuovamente gli orobici del team Altitude Fabio Bonfanti e Michele Semperboni. Al femminile successo di giornata per Lucia Moraschinelli e Debora Benedetti. 122 squadre da due elementi ai nastri di partenza, una splendida giornata di sole e un tracciato che chiamarlo di riserva sarebbe penalizzante e riduttivo, hanno decretato il successo della 12ª edizione e premiato il gran lavoro svolto dallo staff dello sci Club Valtartano. Vista la presenza di molta neve in quota, al posto della consueta cavalcata da 22km tra Val Lunga e Val Corta, è stato proposto un inedito anello da 24km con un dislivello positivo 1700m che ha portato i concorrenti al Passo di Tartano, Cima Lemma e alpeggio di Gavedo, con tanto di sconfinamento nella vicina bergamasca. Se l’obiettivo iniziale di questa manifestazione era fare conoscere il potenziale escursionistico della Valle sfruttando il traino sportivo, beh i ragazzi del presidente Arnaldo Spini possono ritenersi assolutamente soddisfatti.

IMG_2837 copia

Per quanto riguarda la cronaca di gara, sui falsi piani che portano alla contrada di Arale, i lecchesi Carlo Ratti e Eros Radaelli hanno dato fuoco alle polveri e sgranato il gruppo di testa. Con il passare dei minuti, sulle erte che dai Laghi di Porcile portano allo scollinamento della Croce di Tartano, i biancoazzurri del Team Valtellina Giovanni Tacchini – Christian Pizzatti hanno però innestato le ridotte e mantenuto la leadership sino al GPM di cima Lemma. Altro capovolgimento nella ridiscesa verso la croce. L’aria di casa ha infatti dato la carica  ai bergamaschi Fabio Bonfanti – Michele Semperboni che, guadagnando la testa della corsa, hanno quindi posto solide basi sul successo finale. L’ultima parte della gara, infatti, non ha visto cambiamenti al vertice, ma nelle posizioni di alta classifica. I pluri vincitori della gara hanno posto l’ennesimo sigillo in 2h32’08”. Sul podio con loro sono però saliti Stefano Sansi e Marco Leoni del Team Valtellina – 2h35’43”- e i fratelli premanesi dell’ASP Mattia Gianola – Erik Gianola. Per loro una funambolica discesa che li ha portati a tagliare il traguardo in 2h36’17”.

IMG_2665 copia

«Correre a Tartano è sempre bello – ha commentato al traguardo Fabio Bonfanti -. Qui, anche se cambiano i percorsi, sanno trovare dei tracciati tecnici e altamente spettacolari. Poi l’organizzazione è sempre impeccabile». Nella top ten di giornata anche le coppie composte dai fratelli bormini Davide e Valter Trentin, Emanuele Miotti – Andrea Calcinati, Davide Sertore – Fabio Congiu, Alberto Comazzi – Davide Invernizzi, Mirko Bertolini – Maurizio Torri, Giovanni Tacchini  – Christian Pizzatti e Guido Rovedatti – Carlo Bellati. Al femminile, come da pronostico, successo di Lucia Moraschinelli – Debora Benedetti (3h17’21”). Seconde sono giunte Monia e Michela Acquistapace (3h40’14”) e terzo posto per Maria Eugenia Rossi  – Chiara Ravasio (4h03’08”). Per quanto riguarda la categoria mista, premiata la coppia dei fratelli Gianola Mattia e Chiara. «La neve in quota ci ha costretto a svolgere lavori straordinari, ma ne è valsa la pena – il commento del direttore gara Stefano Spini -. Abbiamo portato gli atleti a correre su nuovi alpeggi, facendo loro conoscere nuovi scorci della Valtartano. Nel contempo abbiamo sistemato e reso agibili sentieri meno battuti e che ora saranno fruibili anche per i turisti. La soddisfazione degli atleti e i complimenti ricevuti, ci ripagano degli sforzi».

Maurizio Torri
IMG_2731 copia IMG_2775 copia
IMG_5970
Articolo letto 173 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login