Home » Notizie » Altre specialità » Ötzi Alpin Marathon, buona la seconda. Gara spettacolare anche sul tracciato ridotto per il maltempo

Ötzi Alpin Marathon, buona la seconda. Gara spettacolare anche sul tracciato ridotto per il maltempo

21/04/13

21/04/2013 Gli organizzatori avevano sperato fino all’ultimo di poter far svolgere la mitica Ötzi Alpin Marathon sabato 20 aprile, anche se le previsioni meteo erano a dir poco avverse. Poi la rinuncia, con l’avviso della disdetta ai partecipanti giunta via sms al mattino presto. Troppo elevato il pericolo di valanghe in quota, così si decideva per il rinvio a stamattina con un ora di ritardo rispetto all’orario originale e con il tratto di scialpinismo accorciato sia in lunghezza che in dislivello, evitando la salita in quota sul ghiacciaio.

Il tempo inclemente della notte di sabato ha suggerito infine di accorciare anche il percorso di MTB per garantire maggiore sicurezza agli oltre 250 atleti partiti da Naturno (Bz) questa mattina alle ore 10 (individuali) e alle 11 (staffette).

A livello individuale il mattatore assoluto è stato l’austriaco, ex campione di sci nordico, Christian Hoffmann, che ha tagliato il traguardo di Maso Corto a braccia levate in 2h09’24”. A rendere l’idea della grande prestazione di Hoffmann, basti pensare che ha colto il terzo tempo assoluto fra i concorrenti della staffetta. Il ventinovenne di Resia (Bz) Thomas Niederegger, vincitore domenica scorsa della corsa in montagna di Meltina, si è aggiudicato il secondo gradino del podio in 2h14’57”, seguito a poco dal conterraneo Philip Goetsch in 2h15’37”.

La gara individuale nella categoria femminile alla svizzera Nina Bren in 2h42’49”, davanti alla bolzanina Gerlinde Baldauf 2h48’07”, vincitrice di un bel duello per il secondo posto con la tedesca Susanne Von Borstel, che ha terminato terza in 2h48’55”.

Il Flachau KTM Racingteam, vincitore con Ivo Zulian, Hans Peter Obwaller e Lele Manzi

Avvincenti pure le gare a staffetta, con il FLACHAU KTM RACINGTEAM, vincitore della “Ötzi ” in più di una occasione, che schierava l’esperto austriaco Hans Peter Obwaller nella frazione in Mtb, il Forestale Emanuele Manzi nella corsa, e Ivo Zulian nel tratto di Skialp. Nella prima frazione in bici, sul percorso ridotto ed interamente su asfalto, praticamente una volata a tre vede al cambio per primo Wolfgang Hofmann, tedesco del Chiemgau Attack, davanti ad Obwaller e a Klaus Fontana. Manzi riprende subito il leader Adreas Mini e scava sugli inseguitori un solco di 3′ al cambio di Maso Corto. Zulian non amministra il vantaggio, decide di spingere sugli sci fino alla fine facendo segnare, come Manzi, il miglior tempo di frazione. 2:06’46” per l’inedito team italo-austriaco FLACHAU KTM RACINGTEAM, 2h06’58” per l’ASC OLANG di Klaus Fontana, Georg Brunner e Willy Innerhofer, mentre la per la terza piazza ha chiuso in 2h14’11” il Team Bergner Braeu composto da Andrea Zamboni, Norbert Corradi e Massimo Piva.

Le "nostre" atlete Elisa Desco, Sofia Pezzati ed Elisa Desco alla Flower Cerimony

Per ultima, consentiteci un pizzico di orgoglio, parliamo della gara a staffetta femminile. Il team Corsainmontagna.it, iscritto “last second” alla competizione altoatesina, ha sbaragliato la forte concorrenza in rosa. Ad onor del vero va detto che il percorso di sci alpinismo ridotto, ha senz’altro limitato lo strapotere della fortissima “skialper” Mireia Mirò in gara per il Team DYNAFIT, però non esageriamo nel dire che la biker elvetica Sofia Pezzati, Elisa Desco ed Elisa Compagnoni, abbiano compiuto una “piccola impresa”. Sofia Pezzati regala il testimone ad Elisa Desco con oltre 1′ di vantaggio sulla fortissima svizzera Milena Landtwing. Il vantaggio della Desco al cambio di Maso Corto sfiora i 10′ su Stephanie Jimenez, in recupero dal cambio precedente, ricevuto in quarta posizione. Elisa Compagnoni conclude al meglio la sua frazione, accolta in trionfo sul traguardo dalle amiche di “Corsainmontagna.it ” dopo 2h26’41” di gara. Mireia Mirò è autrice del miglior tempo, ma stavolta non è sufficiente per portare la sua squadra alla vittoria. Per lei, Lorenza Menapace e Stephanie Jimenez del Team DYNAFIT un secondo posto in 2h32’20”. Terze classificate in 2h37’55” Claudia Wegmann, Pircher Petra e Natascha Leonardi per il team ASV JENESIEN SOLTNFINTZER.


Articolo letto 332 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login