Home » Altre notizie » Ornella Ferrara e Ahmed Nasef si impongono alla Maratona di Napoli

Ornella Ferrara e Ahmed Nasef si impongono alla Maratona di Napoli

30/01/12

Non ha regalato sorprese dal punto di vista tecnico la quattordicesima edizione della maratona internazionale di Napoli – trofeo Banco di Napoli, svoltasi oggi con arrivo e partenza da piazza del Plebiscito. I favoriti della vigilia, infatti, hanno confermato il loro valore.
In campo maschile ha vinto il marocchino Ahmed Nasef. Il 36enne tesserato con la Fanfulla Lodigiana ha condotto una gara di testa sin dalle prime battute, anche in virtù del ritiro dell’avversario più temibile, il keniano Nicodemus Biwott, vittima di problemi allo stomaco e costretto ad abbandonare dopo appena 6 km dal via. Nasef ha mostrato un passo diverso rispetto agli altri, aumentando costantemente un
vantaggio che al primo passaggio in piazza del Plebiscito (quando erano stati percorsi poco più di 15 km) era già di due minuti e che all’arrivo è diventato di quasi 7’. Ahmed Nasef ha chiuso con il tempo di 2.18.58.

“Sono riuscito – ha detto a fine gara il vincitore che vive e lavora nel Nord Italia – a prendere subito il ritmo giusto. Sono contento perché era la prima volta che venivo a Napoli e puntavo a vincere anche per mettere da parte qualche soldo utile per l’imminente matrimonio con la mia fidanzata Yonka, maratoneta come me e con la quale mi sposerò ad aprile. Il tracciato è bello, forse un po’ duro in alcuni tratti ma davvero disegnato tra le bellezze della città. L’anno prossimo, se tutto andrà bene, tornerò per portare anche la mia futura moglie per gareggiare
assieme”.

Alle spalle di Nasef si sono piazzati l’italiano Massimiliano Brigo (Bovisio Lodigiana la società) con il tempo di 2.25.43 e l’inglese David Kirklandd con 2.30.43. Tra le donne ha trionfato Ornella Ferrara, nome importante dell’atletica non solo italiana, capace nel 1995 di conquistare la medaglia di bronzo ai mondiali di Goteborg (con un quinto posto nell’edizione di Atene di due anni dopo). L’atleta
tesserata con la Bovisio Masciago ha chiuso con il tempo di 2.41.15.

Si è mostrata sorridente all’arrivo: “È stata un’esperienza davvero bella – ha affermato abbracciata ai due figli – e sono contenta di avere ceduto alle lusinghe della testimonial della maratona di Napoli e mia amica, Gloria Marconi. Questa è davvero una città stupenda, il percorso è disegnato in posti meravigliosi. Il clima era quello giusto: non troppo freddo, con il vento che ha creato pochissimi problemi e un percorso ben strutturato. Sono felice di essere venuta per la prima volta a Napoli e di avere potuto visitare tanti luoghi affascinanti”.

Con Ornella Ferrara sul podio della prova femminile sono salite la romena Daniela Cirlan e l’altra italiana Tatiana Betta (società di appartenenza la Gioadventures Game). Vittoria dei favoriti della vigilia anche nella prova a staffetta, per la seconda volta inserita nel programma di eventi della maratona internazionale di Napoli-trofeo Banco di Napoli. Come lo scorso anno primi sono arrivati gli atleti della Top Canottieri triathlon (Alessandro D’Ambrosio, Gennaro Lamberti e Giovanni Laiso). Alla cerimonia di premiazione ha preso parte anche il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris: “Devo innanzitutto ringraziare gli organizzatori – ha detto sul palco allestito in piazza del Plebiscito – che riescono a portare la Napoli migliore in giro per il mondo attraverso uno sport bello come è la corsa. Una città oggi ancora più bella perché libera dalle auto e che poteva essere così maggiormente apprezzata dai visitatori, che hanno potuto ammirare con tranquillità le tante bellezze
naturali e architettoniche. Lo spirito della maratona si sposa con il nostro modo di intendere la città, con più spazi riservati ai pedoni grazie alle aree chiuse al traffico e con l’avvio dei lavori per la realizzazione di una maxi-pista ciclabile. Dico di più: è un peccato che spettacoli del genere si possano vedere una sola volta l’anno e lavoreremo per fare in modo che ci siano tante altre giornate riservate agli sportivi e alla gente a piedi senza la presenza delle auto”.

Presenti alle premiazioni anche l’assessore allo Sport del Comune di Napoli, Pina Tomasielli, il delegato allo Sport della Regione Campania, Luciano Schifone, la testimonial della maratona internazionale di Napoli-trofeo Banco di Napoli, Gloria Marconi, il campione olimpico di Seul 1988 e direttore marketing dello sponsor tecnico Diadora, Gelindo Bordin. Proprio Bordin ha consegnato ad Ahmed Nasef, quale vincitore dell’edizione 2012, una scarpetta interamente in cioccolato realizzata dai maestri pasticceri che hanno partecipato al Cioccofest allestito all’interno del villaggio maratona.

CLASSIFICHE UOMINI
1) Ahmed Nasef (Marocco, Fanfulla Lodigiana) 2.18.58

2) Massimiliano Brigo (Italia, Bovisio Masciago) 2.25.43

3) David Kirkland (Inghilterra) 2.40.43

4)Francesco Durante (Italia, Amatori Vesuvio) 2.41.25

5) Massimo Termite (Italia, Barletta sportiva) 2.45.25

6) Massimo Miri (Italia, Podistica San Salvo) 2.49.30

7) Tiziano Diadei (Italia, Free Runners) 2.50.52

 

DONNE

1) Ornella Ferrara (Italia, Bovisio Masciago) 2.41.15

2) Daniela Cirlan (Romania) 2.44.14

3) Tatiana Betta (Asd Gioadventures Game) 2.49.56

 

STAFFETTA

1) Top Canottieri triathlon (Alessandro D’Ambrosio, Gennaro Lamberti e Giovanni Laiso)  2.30.30

2) Le schegge (Salvatore Albrizio, Abdelaziz Rochid e Vincenzo Migliaccio) 2.32.44

3) Top Campania/Liguria (Corrado Bado, Giovambattista Pisano, Francesco Pisano) 2.34.26

4) Lions Club 1 (Marco Ferriero, Sergio Miano e Andrea Ferriero) 2.39.51

5) Asa Detur A (Pasquale Raganati, Andrea Somma e Luigi Pagano) 2.42.15

 

Ufficio Stampa Evento

Articolo letto 260 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login