Home » Notizie » Corsa in Montagna » Dieci domande a: Renate Rungger. Ritorno alla corsa in montagna dopo la maternità

Dieci domande a: Renate Rungger. Ritorno alla corsa in montagna dopo la maternità

10/12/11

Alla vigilia della classica invernale “Kolsassberglauf”, nei pressi di Innsbruck (Aut), abbiamo incontrato una delle più grandi protagoniste in azzurro della corsa in montagna degli ultimi anni. Renate Rungger, figlia d’arte e sorella di Hannes, è rimasta assente dal palcoscenico  nazionale ed internazionale per una stagione dopo la maternità, domani la trentaduenne di Sarentino (Bz), atleta tesserata per il G.S. Forestale tornerà alle competizioni con una motivazione in più per il prossimo anno: provare a vincere il mondiale di corsa in montagna in Italia.

Ciao Renate, nuovamente mamma (dopo Valentina nel 2004, è arrivato Johannes  nel 2011). Eri giovanissima alla prima maternità, e solo un anno dopo riuscisti a vincere, nel 2005, il titolo italiano sui 10.000mt in pista a Roma con il tempo di 33’15”. Credi che diventare mamma possa far diventare una donna più forte nello sport?

Dopo la nascita di Valentina ho fatto un grande salto di qualità, e spero che anche questa volta succeda uguale. Sicuramente ho ritrovato di nuovo la voglia di correre.

Come hai ripreso gli allenamenti dopo la maternità?

Ho allattato fino al quinto mese e poi ho incominciato ad allenarmi.  Ho iniziato pian piano, il primo mese facendo tanta fatica, ma già nel secondo mese ho visto dei piccoli successi. Adesso con tre mesi di allenamento sono già ad un buon livello.

Come si riesce a gestire gli impegni di mamma con gli intensi allenamenti di un atleta professionista?

E`possibile solo con l’aiuto della famiglia, soprattutto  mia mamma mi dà un grande sostegno.

Domenica (domani ndr) debutterai dopo una lunga pausa dalle competizioni a Kolsass (Aut), in una gara in salita su strada che hai già vinto due volte, dove troverai l’austriaca Andrea Mayr. Ti senti già in grado di competere contro di lei?

Sicuramente lei sarà in grande forma e penso che sarà difficile a batterla. Per me è importante garggiare e fare un buon test.

Sei una mezzofondista polivalente che sa eccellere sia nelle discipline tradizionali in pista, sia nel cross, che su strada e in montagna. In quale, secondo te, riesci ad esprimerti al meglio?

Le mie specialità perferite sono la corsa su strada, la montagna e cross, la pista mi piace un pò meno. Quest‘ anno (2012) mi voglio dedicare sopratutto alla corsa in montagna.

Il 2008 è coinciso con il tuo debutto in nazionale nella corsa in montagna, e lo splendido secondo posto ai mondiali di Crans Montana (Sui). Che ricordi hai di quella gara iridata?

E‘ stata una giornata che mi ha regalato grandi emozioni, era la mia prima medaglia a livello internazionale. Sono partita senza aspettative e per questo motivo era contentissima al traguardo.Foto Graziano Guerini

Da specialista della sola salita, potresti indicarci brevemente come con il tuo allenatore (nonchè papà) Albert, vi allenate per prepararla?

Mi alleno sopratutto in pianura, una volta alla settimana faccio degli allenamenti in salita. Due volte alla settimana svolgo prove ripetute su strada o in pista.

Il 2012 potrebbe vedere nuovamente il mondiale di corsa in montagna (in salita) organizzato in Italia (Ponte di Legno-Tonale). Pensi questo ti metterà pressione gareggiare in casa oppure che possa essere uno stimolo ulteriore per provare a vincere questa competizione?

Gareggiare in casa mi da sempre grandi emozioni, mi voglio preparare molto bene, con l’obiettivo di vincere il titolo.

Altri obbiettivi per il 2012?

Voglio fare delle buone gare in montagna e una  mezza maratona veloce.

La via della maratona è risultata per te un amore non totalmente corrisposto (2h39’58” il tuo pb a Carpi nel 2008). Credi di poter tentare nuovamente questa avventura nel futuro?

Sicuramente non a breve termine, però non si sa mai…..

Grazie Renate! In bocca al lupo e un augurio speciale a tutta la tua famiglia. A presto!!!

Articolo letto 615 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login