Home » Notizie » Corsa in Montagna » Blumon Marathon: vincono Piejak e Rambaldini

Blumon Marathon: vincono Piejak e Rambaldini

22/07/14

Blumon marathon 16 edizione

Volano le aquile Valetudo alla Blumon:

Prima la Valetudo rosa Piejak Wiktoria

3° Carrara Luca, 6° Belinghieri Clemente,

7° Arquin Lukas, 46° Bertocchi Fabio.

 Piejak Wiktoria Valetudo Skyrunning rosa

Piana del Gaver Brescia domenica 20 luglio 2014: 25 km, dislivello complessivo 2500 metri. Da Valsabbia news. Il “capriolo della Valsabbia” è il re indiscusso della Blumon Marathon”.
Primo all’arrivo alla 16° edizione della massacrante gara d’altura corsa attorno al Blumone, infatti, è Alessandro Rambaldini, il fortissimo atleta di Lavenone.

Otto le sue partecipazioni a quella che ormai è diventata una classica ambita anche a livello internazionale: sette volte è finito sul podio, le ultime tre sul gradino più alto.
Lui ci ha messo due ore e 15 minuti a coprire l’intero percorso, quattro minuti dopo è arrivato il comasco Franco Sancassani, seguito da vicino dal bergamasco Luca Carrara.
Uno splendido (e giovanissimo) Filippo Bianchi si è piazzato al quarto posto davanti al lecchese di Premana Matteo Gianola.

In bella evidenza anche la nutrita pattuglia femminile: 33esima assoluta la prima al traguardo, la polacca Wiktoria Piejak, 40esima assoluta la bresciana Barbara Bani, Paola Mazzucchelli sul terzo gradino in 63esima posizione assoluta.

In tutto 260 i partecipanti alla gara che quest’anno è stata disputata su un percorso assai innevato, una trentina le donne.
Per tanti “privilegiati” che si possono permettere di correre a quelle quote, una grande attenzione a chi invece non può, con il ricavato di una lotteria che è andato all’associazione Asla Onlus.

A rappresentare il sodalizio che si occupa di sclerosi laterale amiotrofica c’era Paolo Marchiori.
Alla manifestazione che è stata disputata in pieno Parco dell’Adamello, non ha voluto mancare il direttore dell’Ente Parco, Dario Furlanetto, che si è detto sempre disponibile a sostenere manifestazioni sportive purché queste siano sostenibili dal punto di vista ambientale, come nel caso della Blumon Marathon.

Un pensiero è andato allo scomparso Alfio Marca, “che ogni anno di lassù sostiene l’operato degli organizzatori e la soddisfazione degli atleti” per dirla con le parole del fratello Gianzeno.
Venti e splendidi per professionalità ed impegno, gli uomini del Soccorso Alpino schierati lungo il percorso.

La Blumon è stata anche l’ultima gara del Trittico della Promosport, insieme alla Nasego e al Gir de le Malghe, anche questo vinto da Alessandro Rambaldini, mentre fra le donne l’ha spuntata la bionese Cristina Dusina.

Per classifiche:

http://www.corsainmontagna.it/classifiche/piana-del-gaver-bs-blumon-marathon

GiorgioV

 

Articolo letto 144 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login