Home » Notizie » Corsa in Montagna » US Bormiese (So): tanta corsa in montagna e non solo

US Bormiese (So): tanta corsa in montagna e non solo

03/12/07

Intervista al ds Giulio Cola

L’Alta Valtellina è da sempre fucina di campioni. Negli ultimi anni grazie all’impegno dell’Us Bormiese volti nuovi si stanno affacciando nel panorama provinciale e regionale. Abbiamo incontrato il direttore tecnico del club, Giulio Cola, per conoscere meglio questa emergente società. Quando è nata la sezione atletica dell’U.S. Bormiese e quanti atleti avete attualmente? «La sezione atletica dell’U.S. Bormiese ha iniziato l’attività nel 2004 sulla spinta del presidente Davide Capitani e del sottoscritto, cercando di dare una nuova opportunità ai ragazzi dell’Alta Valtellina e agli appassionati di questa disciplina. Attualmente abbiamo 142 atleti tesserati, di cui più della metà appartenenti al settore giovanile e 7 tecnici». Nel corso del 2007 quali atleti sono emersi? «Nel 2007 si sono distinti Andrea Majori, 4° classificato al Trofeo delle Province nei 1000 metri con l’ottimo tempo, per la sua categoria, di 3’01”. Poi Daniele Urbani e Luca Bazzichi che hanno colto il 3° posto ai campionati italiani a staffetta di corsa in montagna. Questi atleti verranno premiati in occasione della cena sociale che si svolgerà venerdì 7 dicembre a Bormio: organizzeremo un simpatico pizza-party durante il quale faremo il resoconto della stagione e presenteremo la prossima». Siete molto impegnati anche dal punto di vista organizzativo. Quali gare avete organizzato quest’anno? «Dal punto di vista organizzativo quest’anno siamo stati impegnati nell’organizzazione del campionato provinciale Fidal di corsa in montagna a Cancano, del Mapei Day, del Giro dei laghi di Cancano e della 4a prova del campionato provinciale Fidal di corsa campestre, senza contare le gare promozionali giovanili e la collaborazione con il CONI di Sondrio nell’attività con le scuole». Bormio è la terra di Marco De Gasperi. Quale incentivo può essere la presenza di questo campione per i vostri giovani atleti? «Sicuramente la presenza di Marco De Gasperi è uno stimolo importante, non solo per i nostri ragazzi, ma per tutti gli atleti della provincia di Sondrio. Attualmente ha incontrato i giovani atleti di molte società valtellinese proprio per promuovere il nostro sport. All’interno dell’U.S. Bormiese Marco sta collaborando nella programmazione dell’attività del settore giovanile e nella promozione degli eventi». 5. Obiettivi per il 2008? «Per il 2008 dal punto di vista organizzativo stiamo pensando di organizzare una gara di corsa in montagna a staffetta a due elementi oltre ai tradizionali appuntamenti del Mapei Day e del Giro dei laghi di Cancano. Per quanto riguarda l’attività agonistica, i nostri giovani stanno crescendo e quindi hanno bisogno di confrontarsi anche con i coetanei di altre province per fare esperienza e migliorarsi. Per questo motivo i nostri obiettivi societari stanno cambiando rispetto al passato, restando comunque incentrati sulla promozione dell’atletica e sul reclutamento di altri giovani». Maurizio Torri
 
 
 
 
 
 

Articolo letto 52 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login