Home » Notizie » Corsa in Montagna » TROFEO SCACCABAROZZI

TROFEO SCACCABAROZZI

21/09/08

Sulle Grigne vincono Jornet e la Brizio

·         Due catalani al fotofinish al maschile, una Brizio strepitosa al femminile… Che spettacolo la finalissima del Buff Skyrunning World Series;

·         Battendo di pochissimo  il connazionale Jessed Gispert Hernandez, Kilian Jornet si è confermato nel circuito iridato FSA. Al femminile un’arrembante Corinne Favre ha invece  messo dietro la scozzese la britannica Angela Mudge;

·         Nella Skymarathon femminile Brizio ha stravinto abbassando di ben 26’ il precedente record;

·         Nella mezza di contorno, come da pronostico, si sono imposti Mikhail Mamleev e Pierangela Baronchelli;

·         A livello organizzativo il GSA di Missaglia non poteva fare meglio: oltre al record partenti, 418, i ragazzi di Luigi Brambilla hanno fatto il pieno di consensi;

·         Da metà settimana le foto più spettacolari della manifestazione saranno on line su www.photopanoramica.it

(Foto in azione  A. Locatelli, arrivo M Torri) Kilian Jornet e Corinne Favre sono i  vincitori del Buff Skyrunning World Series 2008. A decretare i loro successi sono stati i 43km del Trofeo Scaccabarozzi; una kermesse dal parterre davvero stellare. Per quanto riguarda gli ori di giornata, ad incidere il proprio nome nell’albo d’oro  sono stati il fenomeno catalano e la piemontese Manuela Brizio. Ma andiamo per ordine. Tutti i migliori quest’oggi  erano infatti presenti al via della classica valsassinese; una gare che, in sole otto edizioni, è riuscita conquistare il massimo traguardo federale: assegnare i titoli iridati di specialità. Vuoi per il livello dei concorrenti, vuoi per la tecnicità del percorso, vuoi perché i punti della finale erano doppi, sulle vette simbolo dell’alpinismo lecchese (Grignetta e Grigna)  i big del ranking internazionale non si sono certo risparmiati. Pronti, via e sui saliscendi del Pian dei Resinelli a guidare il gruppo di testa vi era un sestetto nel quale spiccavano i vari Kilian Jornet, Roc Augusti, Paolo Concalves e Bernat Castanyer. Dopo pochi minuti, una Emanuela Brizio in grande spolvero aveva invece già attaccato la fortissima Angela Mudge staccando quest’ultima di pochi sismi metri. Ma già sulla Grignetta, si è cominciato a fare selezione. Mentre i catalani Jornet e Augusti tentavano la fuga, la piemontese incrementava il gap sulla diretta inseguitrice. Con il passare dei chilometri il più esperto dei due iberici è andato in crisi cedendo il passo al connazionale  Jessed Hernandez. Quest’ultimo, con una lenta e graduale rimonta è riuscito ad agganciare pure il giovane Kilian arrivando con lui sino al traguardo. A decretare il vincitore è stato il fotofinish; anche se di pochissimo, il ventunenne Jornet ha quindi bissato il successo 2007 e si è confermato ai vertici del ranking che nel 2007 lo festeggiò come più giovane vincitore di sempre: “Lo Scaccabarozzi è lo Skyrunning; la federazione non poteva scegliere gara migliore per assegnare i titoli 2008 – ha commentato al traguardo -. Oggi, forse le gambe erano ancora un po’ stanche per il Tour du Mont Blanc e in Grigna Jessed mi ha raggiunto. Si è poi pensato di proseguire insieme sino al traguardo”. A conferma di una scuola iberica in costante crescita, alle spalle dei due catalani è giunto Mallorquino Tofol Castanyer “Sono abituato a gare più brevi, ma questa è spettacolare”. Nella prova in rosa, senza mai voltarsi, una super Brizio ha stravinto abbassando di ben 26’ il precedente primato cronometrico: “Sono felicissima. Sono partita per vincere, ma sapevo che contro Mudge e Favre sarebbe stata durissima. A Resinelli sono passata in vantaggio senza più voltarmi. Dedico questa vittoria a mia mamma che proprio oggi compie gli anni e a mio fratelli che tra pochissimo si sposerà”.Se la Brizio sprizzava gioia da tutti i pori, non da meno era la transalpina Corinne Favre. Passando nella parte più tecnica Angela Mudge, la francese si è infatti aggiudicata il titolo mondiale 2008: “Troppo bello; le Grigne mi esaltano. Forse Angela non è abituata a simili percorsi e ha fatto un po’ più fatica del solito. Io invece ho stretto i denti all’inizio, ma poi sono andata benissimo”. Podio Maschile: 1. Kilian Jornet 4h44’40” (Spagna); 2. Jessed Gispert Hernandez 4h44’41”(Spagna); 3. Tofol Castanyer 4h56’45”(Spagna). Podio Femminile: 1. Emanuela Brizio 5h32’01” Record (Italia); 2. Corinne Favre 5h45’45” (Francia); 3. Angela Mudge 5h50’59” (Scozia). Buff Skyrunning World Series 2008. Uomini: 1. Kilian Jornet; 2. Jessed Gispert Hernandez; 3. Roc Augusti. Donne: Corinne Favre; 2. Angela Mudge; 3. Rosa Madureira.

 

MEZZA MARATONA

 

Non solo Ultraskymarathon al Trofeo Scaccabarozzi 2008. Prima della gran finale di coppa del mondo a tenere banco sui 21km del tracciato lecchese sono stati gli atleti della mezza. Una mezza alla seconda edizione, ma sempre più di carattere internazionale. Al termine di una prova combattutissima, ad imporsi è stato il russo, naturalizzato italiano Mikhail Mamleev. “E’ stata durissima, soprattutto sotto l’aspetto psicologico. Michele Semperboni mi è sempre rimasto alle calcagna. Non ho mai potuto mollare un attimo”. Secondo posto di giornata appunto per il bergamasco del Valetudo: “E’ andata bene – ha confermato Semperboni -. Sono soddisfatto di questo secondo posto”. Come soddisfatto era il valtellinese del valli Bergamasche Leffe Massimiliano Zanaboni: “Non avevo un allenamento specifico per una simile distanza. Infatti dopo un’ora di gara speravo di essere recuperato dall’elicottero. Scherzi a parte; bella gara. Sono contento di averla corsa”. Nella prova in rosa, come da pronostico, Pierangela Baronchelli ha fatto la differenza: “Sono al rientro da un piccolo infortunio. A livello di crono non mi sono migliorata, ma per oggi va benissimo così”. Alle sue spalle, l’atleta di casa  Daniela Gilardi è stata accolta dal tripudio del pubblico presente: “Ogni anno sono sempre qui pronta a rimettermi in gioco con la stessa grinta e determinazione di sempre. Quest’anno non avevo la preparazione per affrontare la Skymarathon, ma al trofeo Scaccabarozzi non posso mancare”. Terzo posto di giornata per l’altra orobica Rossana Moré. Podio Maschile: 1. Mikhail Mamleev 1h59’51”; 2. Michele Semperboni  2h00’01”; 3. Massimiliano Zanaboni 2h04’23”. Podio Femminile: Pierangela Baronchelli 2h25’59”; 2. Daniela Gilardi 2h35’11”; 3. Rossana Moré 2h41’49”.

 

    

 

Maurizio Torri

(Ufficio Stampa)

Cell. 329/5469483

Mail info@sportdimontagna.com

Sito www.sportdimontagna.com

    

                                                                                                    

 

 

 

Articolo letto 50 volte

TROFEO SCACCABAROZZI

09/09/08

”TUTTI I MIGLIORI PER LA GARA PIU’ IMPORTANTE DELLA STAGIONE” (altro…)

Articolo letto 0 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login