Home » Notizie » Corsa in Montagna » Sul mare, ancora loro

Sul mare, ancora loro

14/10/08

Dorgali e Cala Gonone salutano le imprese di Gaiardo e Roberti

Gaiardo e Roberti, come da pronostici: i due "veterani" azzurri a firmare l’albo d’oro della quindicesima edizione della Mare-Montagna. La Sardegna, insomma, continua a dire bene sia al bellunese dell’Orecchiella Garfagnana, qui già vincitore nel 2007, sia alla bresciana della Forestale, prima invece nel 2006. Un clima quasi estivo ha accolto alcuni dei migliori interpreti della corsa in montagna italiana, ancora una volta scesi a Dorgali per mettersi alla prova su quei sentieri, su quelle strade che dalla spiaggia di Cala Gonone arrivano sino al Comune nuorese, prima alla sua pineta, poi nel suo centro storico.

La prova femminile (6150 mt.) vive sulla fuga della Roberti, che in un valido 26’43" (a 21" dal record del percorso, Salvini 2007) per prima giunge al traguardo. Alle spalle è Cinzia Passuello (Vittorio Alfieri Asti) a prevalere per la seconda piazza, distanziata di 33", e nel finale capace di allungare con decisione su Vittoria Salvini (Valle Brembana), che chiude così terza a 38". Giù dal podio si ferma la corsa di Pierangela Baronchelli (Jaky Tech), staccata di 1’08", mentre Ilaria Bianchi (Comense) è quinta a 2’41".  Sesta piazza per la migliore delle atlete sarde, Eleonora Bazzoni (Dept Porto Torres), che chiude in 30’42".

Sui 10150 metri della prova maschile, è il grande favorito Marco Gaiardo (Orecchiella Garfagnana) ad allungare sin dalle prime battute. Il percorso è quello classico, prevalentemente in salita e con tratti decisamente pedalabili inframezzati da altri invece parecchio più ripidi. Al  traguardo, l’azzurro non finisce lontano dal record da lui stesso realizzato nella scorsa stagione (39’56") e con 40’05" tiene a bada un pimpante Marco Rinaldi (Forestale), alla fine staccato di 36". Per il podio, è sfida tra altri due forestali, con il mai domo Davide Milesi (41’32") ad avere la meglio su di un Emanuele Manzi (41’39") alle prese con l’improvviso riacutizzarsi dei postuni della caduta rimediata alla Smarna Gora la settimana precedente. La quinta piazza è di un abituée della prova sarda, Filippo Barizza (Atl. Brugnera, 43’30"), mentre sesto, al piccolo trotto, chiude l’atteso  Antonio Toninelli (Atl. Valle Camonica). Settimo è Pietro Brau (Atl. Goceano – 46’05"), che va così a soffiare la palma di migliore degli atleti regionali ad Ignazio Sagheddu (Atl. San Sperate – 46’25"), colui che insieme all’affiatato gruppo della Polisportiva Gonone Dorgali continua con passione, ogni anno, a riproporre la "pazzia" di una corsa in montagna nazionale in Sardegna.

Anche le gare degli juniores salutano la vittoria di azzurri della specialità. Clara Faustini (Ilpra Vigevano) impiega 20’05" per completare i 4500 metri della prova juniores donne. Alle sue spalle, staccata di 51", chiude Giorgia Morano (Atl. Saluzzo), che precede sul podio la compagna di squadra Giuliana De Maria, distanziata invece di  59". Quarta, ma dimostrando buone propensioni per la specialità, termina invece Giulia Innocenti (As Delogu Nuoro), che alla Faustini rende 1’25".  Al maschile, il percorso è lo stesso delle seniores donne: l’azzurrino Luca Re (Legnami Pellegrinelli) si limita ad amministrare, ma fa comunque gara solitaria: ferma il cronometro sul tempo di 25’22", lasciando a 1’41" il pur bravo Alessio Rossi (Atl. Saluzzo), mentre il podio è completato dall’enfant du pais Riccardo Serpi (Pol. Gonone Dorgali).

Paolo Germanetto 

Partenza maschile sulla spiaggia di Cala Gonone

Articolo letto 96 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login