Home » Notizie » Corsa in Montagna » Staffette tricolori: giovani a Zogno

Staffette tricolori: giovani a Zogno

04/06/11

Domani, in Valle Brembana, i Campionati italiani giovanili a staffetta Da Prosto di Piuro a Zogno, per continuare a dare il segno della vitalità del proprio movimento giovanile. La corsa in montagna sceglie ancora la Lombardia e a tre settimane dalla sua rassegna individuale, torna dunque a chiamare a raccolta le società a fondo impegnate nell’ambito promozionale.
Tocca alla bergamasca Zogno e all’Atletica Valle Brembana raccogliere il testimone della bellunese Padola e dell’Atletica Comelico, che sotto una pioggia battente la medesima rassegna ospitò nella scorsa stagione.
Padroni di casa impegnati organizzativamente, ma anche a caccia di soddisfazioni agonistiche che, alla luce dei risultati della rassegna individuale, paiono essere ampiamente legittimate. Atletica Valle Brembana favorita dunque tra gli allievi, con il tricolore Nadir Cavagna nel ruolo di annunciato trascinatore. A caccia del podio anche Atletica Comelico e Atletica Vallecamonica, quest’ultima guidata da Michael Monella, ma anche la Podistica Vallevaraita, con Leonardo Giletta in cerca di rivincite dopo la sfortuna che ne ha minato la prova individuale.
Partita aperta tra le allieve, laddove ben tre squadre bellunesi sulla carta potrebbero ambire alla vittoria: Atletica Comelico, Dolomiti Belluno, ma anche lo storico Gs Quantin – Trattoria IV Novembre. A sfidare un’intera provincia, le torinesi del Runner Team Volpiano, guidate dall’argento tricolore Vanessa Fornero, ma anche il Gp Valchiavenna di Nesossi e Raviscioni.
Stando a quanto emerso a Prosto di Piuro, trentini del Valchiese ampiamente favoriti tra i cadetti, con il tricolore Yemaneberhan Crippa ben spalleggiato da Endale Masé. Pronostico sulla carta chiuso anche tra le cadette, laddove il Meran Volksbank di Anna Lena Hofer e Klara Fischnaller, oro e argento nella rassegna individuale, pare in grado di uccidere sul nascere la prova. Ma tra i giovani, ancor più si sa, diffidare occorre dai pronostici. E pure bello che così sia.
Con esordienti e ragazzi impegnati individualmente, ma ad aprire la batteria di gare, saranno invece le cadette a dare il via alle prove tricolori. Loro impegnate su 2400 metri di gara, circa 250 in meno di cadetti e allieve. Ultimi a prendere il via, gli allievi, chiamati invece a misurarsi su di un tracciato di 4300 metri.

Paolo Germanetto

Articolo letto 45 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login