Home » Notizie » Corsa in Montagna » Sorpresa a Caracas

Sorpresa a Caracas

21/08/07

L’iridato Ortiz solo settimo nei Campionati Sudamericani. Colombiani sono comunque i vincitori: Maria Rodriguez e Jhon Jairo Vargas

Oltre trecento atleti hanno preso parte lo scorso 11  agosto al terzo Campionato Sudamericano di corsa in montagna, disputato sulle alture di Caracas, capitale venezuelana, e più precisamente nel Parco El Avila. Un appuntamento importante per la crescita del movimento internazionale se letto in termini "politici", un appuntamento interessante per dare un’occhiata ad alcuni possibili protagonisti della prossima Coppa del Mondo se letto invece in termini "tecnici". E proprio in questa seconda ottica, ha del clamoroso la sconfitta dell’iridato 2006 Rolando Ortiz, il colombiano che tra la sorpresa generale si impose a Bursa (Tur) nel settembre scorso. Annunciato in grande  condizione, Ortiz ha invece palesato qualche difficoltà soprattutto nei tratti più difficili di una discesa resa infida dalla pioggia, terminando la sua prova in una per lui anonima  settima piazza. Ad imporsi è  così stato il suo connazionale Jhon Jairo Vargas (53’46" sui 12 Km. con 500 metri di dislivello in salita e in discesa), con i venezuelani Andy Carvallo (54’31") e Andy Lugo (54’33") a completare il podio e a lanciare la Nazione di casa verso il successo per Team. Quarto un altro venezuelano, Pedro Puentes (55’30") e quinto il cileno Roberto Echeverria (55’34").

Favori del pronostico rispettati invece nella prova femminile, con Maria Rodriguez (già seconda quest’anno sia alla Sierre Zinal sia alla Matterhornlauf, prestigiosissime gare internazionali svizzere) a prevalere, seppur di misura, su Cruz Salazar (Ven), staccata di 15" dopo 46′ 29" di fatica sugli 8 Km. di gara. Medaglia di bronzo alla colombiana Martha Inés Roncería (47’38"), con Bertha Sánchez (Col – 48’40") e Norelys Lugo (Ven – 51’55") al quarto e quinto posto. Scontata la vittoria della Colombia nella classifica per Nazioni.

Articolo letto 25 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login