Home » Notizie » Corsa in Montagna » Serle (Bs) Campionati tricolori giovanili di corsa in montagna

Serle (Bs) Campionati tricolori giovanili di corsa in montagna

18/05/07

Oltre 400 giovani atleti al via per cercare i campioni di domani

Serle (Bs) – Mancano solo due giorni prima che il monumento naturale Altipiano di Cariadeghe si vesta nuovamente di tricolore. Era il 2001 quando la finale di campionato italiano assoluto ebbe come palcoscenico la località bresciana, Emanuele Manzi e Rosita Rota Gelpi (entrambi portacolori della Forestale) s’imposero fra i seniores, mentre a livello juniores fu il talento di Stefano Scaini (Brugnera dall’Agnese) e di Elisa Desco (U.S. Sanfront) a sbocciare, ad un solo mese dalla fortunata edizione – per i colori azzurri-  della Coppa del Mondo di Arta Terme (Ud). Questa volta il Comune di Serle, in collaborazione con Provincia di Brescia, Comunità Montana Valle Sabbia, Monumento Naturale Altopiano di Cariadeghe, Corse in Montagna, Federazione italiana di Atletica Leggera, Unione Sportiva Serle, tornano ad organizzare un campionato italiano, accendendo però le luci della ribalta sui giovani. Campionato Italiano Individuale e di Società Allievi/e , Cadetti/e di Corsa in Montagna nel quale i migliori classificati dei campionati regionali disputatisi precedentemente, correranno con la canotta della propria regione di appartenenza, per determinare la migliore regione di questa specialità per il 2007. Alla gara di campionato federale per Allievi/e e Cadetti/e, fanno da contorno le competizioni di livello nazionale riservate alla categoria esordienti m/f e ragazzi/e. Gli esordienti femminili saranno i primi a scattare dai nastri di partenza alle ore 9.15 con una gara di 740mt e 24 mt di dislivello, mentre la gara "clou", quella degli allievi maschili, vedrà impegnati i futuri – così si spera- campioni della corsa in montagna italiana alle ore 11.45, i quali saranno impegnati su un circuito tecnico di 2 giri da 4388mt con 216mt di dislivello. L’ambiente azzurro della corsa in montagna guarda con occhio di riguardo a questo campionato italiano, e si augura che da queste gare possano finalmente uscire gli atleti che possano, un domani, apportare un deciso e quanto mai indispensabile, ricambio generazionale per il domani.

La storia:

La storia dei campionati italiani allievi è ormai lunga un quarto di secolo, ma molti nomi dei ragazzi che hanno saputo lasciare il segno nelle varie edizioni, hanno anche scritto pagine importanti non solo nella corsa in montagna, ma anche nell’atletica più tradizionale in ambito italiano ed internazionale. Basti citare le vittorie maschili di Severino Bernardini nell’ ’83, Andrea Agostini nell’ 87, Gabriele De Nard nel ’91, Fabrizio Sutti nel ’93, Emanuele Manzi nel ’94, Cristian Gaeta nel ’99, e poi più recentemente i trionfi di Stefano Scaini e Martin de Matteis, fra le femmine di Nives Curti nell’ 85, Pierangela Baronchelli nell’88, Barbara Verna nel ’94, e Valentina Belotti nel ’97.

Verso il Trofeo Germanetto:

Molti motivi di interesse dunque per questa edizione dei campionati italiani, i quali serviranno anche per fornire indicazioni circa le squadre degli allievi maschili e femminili che andranno a vestire la maglia azzurra nel Trofeo internazionale Marco Germanetto, intitolato alla memoria del talentuoso ragazzo valsusino, anch’egli vincitore della rassegna tricolore fra gli allievi nel 1998. A tal proposito, già sette nazioni hanno confermato l’iscrizione alla manifestazione organizzata con grande passione dall’Atletica Susa. Dopo la prova a staffetta degli italiani di Pian del Frais del prossimo 3 giugno infatti, si conosceranno i nomi dei 3 allievi e delle 3 allieve che il 24 giugno proveranno a riportare in Italia la vittoria per nazioni dell’ ambìto Trofeo. 

Associazione "Amici corsa in montagna"

Anche l’Associazione Nazionale "Amici della corsa in Montagna" sarà presente domenica a Serle. Dallo scorso anno e cioè dalla sua "rinascita", l’Associazione crede fermamente che valga la pena investire sui giovani, così come sempre aveva creduto anche il suo fondatore ed ex Presidente storico Dott. Angelo De Biasi. In occasione del campionato italiano giovanile, tra i 400 e i 500 ragazzi saranno impegnati nelle competizioni ed ognuno dei piccoli partecipanti riceverà un simpatico gadget con il logo dell’Associazione Nazionale "Amici della corsa in Montagna".

Articolo letto 62 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login