Home » Notizie » Corsa in Montagna » SNOWDON RACE: L’ITALIA SFIORA L’IMPRESA

SNOWDON RACE: L’ITALIA SFIORA L’IMPRESA

28/07/10

Piana ingannato dalla nebbia si gioca il primo posto.. Baldaccini 2° fulmina Ian Holmes in dirittura d’arrivo!!! Un’edizione della International Snowdon Race da non dimenticare quella svoltasi sabato 24 luglio u.s. a Llanberis (Galles), soprattutto per gli atleti italiani che hanno sfiorato l’impresa. Un po’ la sfortuna, un po’ il maltempo, un po’ la cattiva segnalazione del percorso in cima allo Snowdon, tant’è che Rolando Piana, giunto in testa alla gara a fine salita in 43’21” davanti al keniano Wilson Chemweno, quando ha cercato di imboccare la discesa, subito dopo aver toccato il cippo posto sulla vetta della più alta montagna gallese, non è riuscito a trovare il sentiero giusto ed ha perso minuti preziosi, addirittura cinque, a vagare nella nebbia. Questo spiacevole disguido ha permesso allo scozzese Robbie Simpson di tagliare per primo il traguardo con il tempo di 1h07”59”, dopo aver scollinato in 44’38”. Ignaro di tanta fortuna, Simpson dichiarava ai microfoni al termine della gara:”Sono molto felice di questo secondo posto”. Quando gli organizzatori l’hanno informato di aver vinto, il diciottenne scozzese ha esclamato stupito:”Ma io l’italiano non l’ho superato!”. Per Piana un 14° posto finale con il tempo di 1h14’23” ed il grande rammarico di aver sprecato una grande occasione. Chi invece l’occasione l’ha sfruttata al meglio è stato il giovane Alex Baldaccini che alla sua prima partecipazione alla classica gallese ha saputo cogliere un grande secondo posto in 1h09’10”, con la soddisfazione di battere in volata un mostro sacro della corsa in montagna come Ian Holmes. ”Baldaccini è stato raggiunto e superato in discesa da Ian Holmes ? racconta il vicepresidente del G.S. CSI Morbegno Gianpietro Bottà ? giunto al rettilineo finale con un distacco di 10 metri, Alex ha dato fondo a tutte le energie e con uno sprint micidiale è riuscito a precedere l’inglese per un soffio”. Prova memorabile anche per il valtellinese Francesco Della Torre che ha saputo sfruttare al meglio le sue doti di discesista ed ha conquistato un bellissimo quarto posto con il tempo di 1h09’24”. A chiudere in bellezza le prestazioni azzurre il 20° posto del morbegnese Francesco Peyronel con il tempo di 1h16’56”. ”E’ stata come sempre una bellissima trasferta ? conclude Bottà ? anche se torniamo a casa con un po’ di amaro in bocca per la sfortuna di Piana, siamo veramente felici per i piazzamenti dei giovani Baldaccini e Della Torre. Ora attendiamo i nostri amici britannici al 53° Trofeo Vanoni che si svolgerà a Morbegno il 24 ottobre”.

Cristina Speziale
Addetto stampa G.S. CSI Morbegno

Articolo letto 36 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login