Home » Notizie » Corsa in Montagna » SKYRUNNING: GIIR DI MONT 2008

SKYRUNNING: GIIR DI MONT 2008

15/07/08

”Presentata ufficialmente la kermesse del prossimo 27 Luglio”

  • La gara valevole come Trial della Buff®Skyrunner® World Series e la miniskyrace da 20 km sono state presentate ufficialmente in Provincia a Lecco;
  • Presenti in sala il presidente Virginio Brivio,  diversi amministratori locali e lo skyrunner di Valmadrera Marco Rusconi;
  • A livello di nomi, già confermata la presenza di Kiljan Jornet, Ricardo Mejia, Angela Mudge, Marco Rusconi, Mario Poletti, Massimo Colombo, Emanuela Brizio e molti altri”corridori del cielo”;
  • Obiettivo dichiarato eguagliare il record presenze 2007 e magari provare a superarlo;
  • Dati alla mano vi sono le premesse per una grandissima giornata di sport. 

 

 

Presentazione stampa ufficiale, questa mattina nella sede della Provincia a Lecco per il Giir di Mont: la skyrace che ha reso famosi nel mondo, Premana e i suoi alpeggi. Inserita di diritto nel calendario FSA come  Trial della Buff®Skyrunner® World Series, la kermesse podistica dell’Alta Valsassina vedrà ai nastri di partenza diversi big a livello internazionale e tutti gli skyrunner di casa. «La vetrina mondiale è il giusto riconoscimento per una manifestazione organizzata con tanta dedizione – ha esordito il presidente della Provincia di Lecco Virginio Brivio -. Il Giir di Mont ha la sua tipicità nel calore del pubblico e in un tracciato che, ripercorrendo i vari alpeggi della zona serve a tenere vive le radici contadine del paese. A livello locale si è sempre guardato con un occhio di riguardo allo skyrunning e avere sulle nostre vette due tappe del circuito mondiale è ora motivo di orgoglio». Alle sue parole hanno fatto eco quelle dell’assessore allo sport Giancarlo Valsecchi: «Ho visto crescere di anno in anno il Giir di Mont. La trovo una gara ottimamente organizzata e dal tracciato molto bello. Per la zona ha poi l’importante funzione di utilizzare il traino sportivo per veicolare una positiva promozione turistica». Proprio in chiave turistica, il presidente di “Alta Valsassina” Stefano Gianola ha proposto un offerta ad hoc in concomitanza con l’evento sportivo del prossimo 27 luglio:  «Nella zona si sta puntando molto sulla promozione del territorio e la gara griffata AS Premana è una vetrina troppo importante per lasciarcela sfuggire. Per questo si è pensato ad un pacchetto di due giorni rivolto ai trekker con pernottamento in rifugio e possibilità di seguire in prima persona l’evento. Il tutto è presentato in maniera dettagliata sul sito www.altavalassina.it». Dopo i saluti di Giovanni Fazzini, Efrem Gianola e Angelo Gianola, rispettivamente presidente del Consiglio Provinciale di Lecco, presidente della Proloco Premana e consigliere comunale di Premana, si è entrati nel vivo con l’intervento del segretario FSA Italia Darietto Busi.  «Ho sempre creduto nelle potenzialità di questa gara. Due anni fa, proprio in conferenza stampa, caldeggiavo un possibile ingresso del Giir di Mont nel circuito mondiale. Tra i giornalisti presenti c’era chi aveva avuto da ridire. Ebbene, oggi sono qui a testimoniare che questo obiettivo è stato raggiunto». Un traguardo che per il club di Silvano Bertoldini è da intendersi più un trampolino di lancio che un punto d’arrivo:  «A livello societario siamo impegnati su vari fronti, ma il Giir di Mont è il nostro “Fiore all’Occhiello”. Il motivo? A Premana abbiamo lo skyrunning nel DNA. Sarà per la conformazione del territorio, sarà per la nostra grande passione verso la corsa in montagna, sta di fatto che ogni anno almeno una cinquantina di premanesi si presenta puntuale ai nastri di partenza. Tutto il resto del paese o è impegnato a livello organizzativo o è assiepato lungo il tracciato a sostenere ogni singolo concorrente. Già, perché da noi chi vince è importante, come lo è l’ultimo. Ci tengo a rimarcare che al Giir di Mont non si corre per ingaggio; chi si iscrive lo fa sia per i premi, ma soprattutto perché apprezza questa gara e la passione che ci mettiamo nell’organizzarla». Nei dettagli è invece sceso il direttore gara Filippo Fazzini:  «Anche per il 2008 proporremo la gara da 32km e la miniskyrace da 20. Ciò per dare la possibilità anche a chi è meno allenato di scendere in campo e visitare le nostre montagne. Come già detto lo scorso anno, la nostra gara clou resterà quella lunga. Quest’anno saremo Trial della Buff®Skyrunner® World Series, che non vuol dire essere una prova di “Serie B”. Ai fini della classifica finale, infatti, l’avere ben figurato in un trial potrebbe fare la differenza». Per quanto riguarda la starting list, anche se mancano 12 giorni, la lista dei big è già consistente: «Hanno confermato la loro presenza Kiljan Jornet Burgada, Ricardo Mejia, Angela Mudge, Mario Poletti, Marco Rusconi, Giovanni Gianola, Carlo Bellati, Massimo Colombo, Emanuela Brizio e molti altri corridori del cielo. Che dire, vi sono tutte le premesse per una grande giornata di sport». E proprio l’esperto skyrunner valmadredese in forze al team valdostano   ha voluto dire la sua sul Giir di Mont: «Lo corso più volte e anche se non al top mi sono voluto iscrivere all’edizione 2008 – ha tagliato corto Marco Rusconi -. Per la vittoria finale penso sia un discorso a due tra Kiljan Jornet e Ricardo Mejia, ma il bello del Giir dei Mont è che fa sentire importante ogni singolo concorrente».

 

 

  Maurizio Torri

(Ufficio Stampa)

Cell. 329/5469483

Mail info@sportdimontagna.com

 

   

Articolo letto 43 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login