Home » Notizie » Corsa in Montagna » Prata Pratella (So): Dominio Lecchese

Prata Pratella (So): Dominio Lecchese

19/08/07

Alla prova regionale Fidal, primi posti di Carlo Ratti & Cristina Bonacina

Cambia il protagonista, ma alla Prata Pratella è ancora dominio lecchese. Ieri, ad imporsi sui severi pendii della regionale Fidal griffata Mera Athletic Club è stato la stella dei Falchi Lecco Carlo Ratti. Dopo aver stretto i denti sulle rampe iniziali, il dominatore della 27ª edizione ha letteralmente messo il turbo: «Era la mia prima volta a questa gara e ho esordito nel migliore dei modi – ha commentato al traguardo -. Il tempo finale è indubbiamente lontano dal record, ma sono contento». Fotografando la propria gara, Ratti ha continuato: «Inizialmente ho sofferto il forcing del duo Tacchini – Gatti. Sono partiti forti mettendola “giù dura”. Quando ho carburato, sono riuscito a rientrare sui fuggitivi a salire con un buon passo». La svolta sulle rampe che precedono Pratella: «Silvio è fortissimo sul corribile, ma attaccabile nei tratti duri. Quando ho visto i classici gradoni chiavennaschi, l’ho affiancato  e staccato a pochissimo dal prato finale». Per lui meritato successo in 25’53”  davanti al compagno di club Silvio Gatti -26’06”- e al forestale Dario Fracassi – 26’17”-. Nonostante la vittoria sfumata a pochissimo dal traguardo, il mandellese Gatti ci è parso soddisfatto della 2ª piazza: «In questo periodo l’obiettivo è cercare di recuperare dall’infortunio alla caviglia, quindi va benissimo così. In questa gara di tutta salita ho cercato di forzare nel tratto a me più congeniale, poi come previsto ho dovuto pagare dazio».  Primo dei valtellinesi Giovanni Tacchini, 4° in 26’37”. «Ho perso una posizione nel tratto finale, ma sono decisamente soddisfatto della mia prova – ha tagliato corto il capitano dei biancorossi -. Nonostante un fondo bagnato e scivoloso sono riuscito ad abbassare di quasi 50”. Ora nel mirino vi sono gli italiani di domenica prossima a Campodolcino e la gara a coppie della Rosetta. L’obiettivo è cercare di fare bene in entrambe». A seguire, in classifica assoluta troviamo  Stefano Butti (Adm) e Stefano Silvani (Talamona), Fabrizio Triulzi (Valchiavenna), Enrico Tirinzoni (Talamona) e Mirko Rosina (Talamona). Nella gara in rosa, a sorpresa, un’eccellente Cristina Bonacina ha sbaragliato l’agguerrita concorrenza. «Vincere non è stato facile. Alice Gaggi, Alessandra Valgoi e Maura Trotti sono sempre avversarie temibili: mi hanno più volte attaccato e messo in difficoltà. Quando,a metà gara, mi hanno passato, non mi sono persa d’animo. Le ho tenute  e ripassate» La calolziese in forze alla Podistica di Talamona ha  quindi dimostrato un’ottima condizione atletica fermando il crono in 27’25”. Dietro, 2ª piazza per una provata Alessandra Valgoi – 27’37”-. «Evidentemente la skyrace di domenica scorsa mi è rimasta nelle gambe. Ero davvero stanca». Gradino più basso del podio per la gialloblù Alice Gaggi – 27’51”-. «Sono contenta di questo terzo posto. Arrivavo da una dura settimana di carico pre italiani. Non avrei potuto fare di meglio». Piazzamenti di ripiego per  Maura rotti, Michela Trotti e Mery Ellen Herman. Da ricordare, sulla camminata non federale che ricalcava il tracciato assoluto maschile, successo del diciassettenne di Gerola Alta Filippo Curtoni. Maurizio Torri

Articolo letto 46 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login