Home » Notizie » Corsa in Montagna » Pivk e la Brizio padroni nella Skyrace

Pivk e la Brizio padroni nella Skyrace

09/05/10

La competizione di Skyrace dell’Alta Valtellina compie un salto di qualità Fortunatamente il maltempo ha concesso una tregua sulla Skyrace “4 Passi in casa nostra” organizzata nella giornata odierna a Sondalo (So) dall’ Atletica Alta Valtellina. Numeri da record in questa manifestazione che di anno in anno va riscuotendo sempre più consensi. Quest’anno si è registrato un aumento delle iscrizioni che ha valicato la soglia dei 200 partenti. Molti nomi importanti dello skyrunning e della corsa in montagna al via, per un livello qualitativo di assoluto rilievo. Sui ventuno km dichiarati dall’organizzazione (ma più verosimilmente la gara si avvicina ai ventitrè)con 1450m di dislivello positivo e altrettanti in negativo, si è assistito ad uno spettacolo entusiasmante.
Sin dall’inizio erano il forestale Emanuele Manzi con l’italo-russo Mikhail Mamleev (Valetudo), Tadei Pivk (Aldo Moro) e Claudio Cassi a prendere in mano la situazione. Manzi era protagonista sui tratti meno tecnici del tracciato, un pò più in difficoltà sulla ripida salita che porta sopra Mondadizza. Tadei Pivk e Mikhail Mamleev ne approfittavano mettendo nel mirino l’avversario e passandolo nella successiva discesa sull’abitato di Le Prese. Claudio Cassi, in quarta posizione cedeva il passo nella successiva risalita, mentre il forestale lariano Manzi si rifaceva sotto al duo di testa. Solo nella lunga discesa finale verso Sondalo, il carnico Pivk allungava e andava a cogliere la prestigiosa vittoria con tanto di record del tracciato con il tempo di 2h04’09”. Seconda piazza per il campione di orienteering Mikhail Mamleev in 2h04’58” seguito da Emanuele Manzi 2h06’30”. Nella gara femminile, Emanuela Brizio – la favorita d’obbligo – scavava sin dalle prime battute, un divario fra se e le avversarie, via via sempre più consistente. A contendersi le posizioni più nobili di classifica, la carnica Paola Romanin, la bergamasca Cecilia Mora e la valtellinese Raffaella Rossi. Alla fine la valsesiana specialista delle gare di skyrunnning internazionali, Brizio, si aggiudicava la vittoria con il tempo di 2h29’46”. Dietro di lei Cecilia Mora in 2h33’55” e terza Paola Romanin in 2h35’56”.

Maschile:

1 203 Tadei Pivk US Aldo Moro 1981 2.04.09,0 0.00.00
2 201 Mikhail Manleev Valetudo Italia 1975 2.04.58,0 0.00.49
3 208 Manzi Emanuele Forestale Roma 1977 2.06.30,0 0.02.21
4 210 Wosik Daniel Polonia 2.07.44,0 0.03.35
5 206 Ratti Carlo Falchi Lecco 2.09.52,0 0.05.43
6 202 Tacchini Giovanni Team Valtellina 1984 2.11.13,0 0.07.04
7 204 Butti Stefano OSA Valmadrera 2.12.27,0 0.08.18
8 369 Zerboni Daniele ADS Lanzada 1975 2.12.51,0 0.08.42
9 205 Semperboni Michele Altitude 1976 2.13.13,0 0.09.04
10 349 Songini Dario Team Valtellina 1969 2.13.23,0 0.09.14

Femminile:

1 151 Brizio Emanuela Valetudo Italia 1968 2.29.46,0
2 154 Mora Cecilia Valetudo Italia 1966 2.33.55,0 0.04.09
3 152 Romanin Paola US Aldo Moro 1977 2.35.56,0 0.06.10
4 155 Rossi Raffaella Team Valtellina 1974 2.42.57,0 0.13.11
5 153 Senik Jennifer US Aldo Moro 1981 2.47.55,0 0.18.09
6 156 Tiraboschi Carolina FLY UP 1971 2.55.54,0 0.26.08
7 166 Compagnoni Elisa Alta Valtellina 1990 3.09.53,0 0.40.07
8 162 Moraschinelli Lucia Team Valtellina 3.10.17,0 0.40.31
9 161 Foppoli Cristina 1961 3.11.37,0 0.41.51
10 157 Pianta Lucia USB Bormio 1965 3.13.13,0 0.43.27

Articolo letto 23 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login