Home » Notizie » Corsa in Montagna » ”PARTERRE DE ROI” PER LA STAVA SKY RACE

”PARTERRE DE ROI” PER LA STAVA SKY RACE

03/06/08

Comunicato Stampa del 3 Giugno 2008

-Dopo tre anni la gara della Val di Fiemme è un appuntamento d’èlite

-Anche quest’anno gara valida per il campionato italiano di sky running

-Fior di campioni al via, sicuramente questa edizione sarà da record

-Organizza, come di consueto, l’US Cornacci

 

 

Comincia a decollare la Stava Sky Race, la gara di corsa in montagna ideata da Massimo Dondio ed organizzata in collaborazione con l’US Cornacci che, il 29 giugno prossimo, assegnerà il titolo di campione italiano della speciale disciplina, proprio come avvenne un anno fa. Protagoniste, ancora una volta, le vette dolomitiche della Val di Fiemme, nello specifico quelle del gruppo del Latemar e del Cornon, confermatesi dunque ai vertici.

Si tratterà della terza edizione della corsa, il cui parco atleti sta cominciando a prendere forma. Mentre procedono a buon ritmo le iscrizioni, infatti, sono arrivati i nomi dei primi “big” che, ad un mese dal via, hanno già voluto garantirsi un posto in griglia.

Nomi di tutto rispetto, quali quello dell’italo-russo di Terlano Mikhail Mamleev, campione internazionale di orienteering, e del vincitore della passata edizione Fulvio Dapit, che tornerà per cercare il bis. A rendergli difficile la vita, però, ci sarà anche un altro professionista della fatica, Paolo Larger, lui che si aggiudicò la prima edizione della gara per poi chiudere secondo un anno fa, proprio dietro a Dapit. Per Larger dunque, che tra l’altro corre in casa, si tratterà di rivincita.

La lista, poi, prosegue con i nomi di Brunod, Rusconi, Rizzi e altri grandi interpreti della disciplina, ai quali si aggiunge il trentino Michele Tavernaro, specialista della corsa orientamento ma capace di farsi valere anche nelle sky race. Non a caso, nel 2006 chiuse al terzo posto proprio la gara di Stava, alla prima edizione.

Nelle ultime ore si sono aggiunti Federico Segatta e Gil Pintarelli, ma soprattutto Pio Tomaselli, il teserano DOC che ha dato lustro alla società Cornacci con le sue numerose imprese, e che nel 2007 con  48 minuti e 50 secondi è stato il primo a salire sulla “Cima Coppi” della Stava Skyrace, il Monte Cornon.

La starting list maschile, dunque, comincia a farsi importante, così come quella femminile. Nomi di primissimo livello, come quello di Angela Baronchelli, vice campionessa europea grazie all’argento conquistato a Zegama nel 2008. Ma la Baronchelli non sarà l’unica a correre per la vittoria, con Daniela Gilardi a cercare di metterle i bastoni tra le ruote, lei che trionfò sulle vette fiemmesi l’anno scorso.

Il percorso, dopo l’immediato successo riscontrato nelle prime due edizioni, rimarrà quello di un anno fa, con le scalate al Monte Agnello (vetta più alta toccata dalla corsa con i suoi 2358 metri), al Cornon (2189 metri) e al Sass Redon, per un dislivello di sole salite che raggiunge i 2125 metri. Dislivello distribuito sui 21,5 km di gara.

Intanto procedono le iscrizioni, che verranno chiuse venerdì 27 giugno, con la possibilità di formalizzare la propria adesione anche on line sul sito www.skyrace.uscornacci.org

Poi non resterà che aspettare il giorno della partenza, in programma per domenica 29 giugno da Tesero (l’arrivo invece sarà fissato a Stava). E sarà la terza edizione di una Stava Sky Race ancora una volta tricolore. Una gara che, nel giorno della vigilia, sarà anticipata dalla Mini Stava Sky Race, evento dedicato ai più giovani (nati dal 1994 al 1998).

fonte Newspower di Mario Facchini

Info: www.skyrace.uscornacci.org

 

Fulvio Dapit, vincitore nel 2007

Articolo letto 25 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login