Home » Notizie » Corsa in Montagna » Mare-Montagna 2010 vincono Abate e Roberti

Mare-Montagna 2010 vincono Abate e Roberti

17/10/10

I campioni italiani di lunga distanza si confermano anche in Sardegna Maria Grazia Roberti e Gabriele Abate, come un mesetto fa nei tricolori lunghe distanze di Domodossola. Così anche in Sardegna, nella diciassettesima edizione della Mare-Montagna, la manifestazione da sempre allestita con grande passione dalla Polisportiva Gonone Dorgali. Protagonisti loro, insieme agli juniores Mina El Kannoussi e Marco Barbuscio, ma protagonista anche e soprattutto, ancora una volta, lo scenario unico e inusuale dell’unica corsa in montagna che una spiaggia ed un mare possano scegliersi come luogo di partenza.
Ospitalità ed entusiasmo contagioso, tratti distintivi di manifestazione che pure cresce nei numeri, specie per quanto concerne le presenze di atleti regionali, in gara anche per i titoli sardi della specialità. A crescere sono anche i numeri dei giovanissimi, come di consueto chiamati ad aprire una giornata di gare, in cui pure non mancano le sorprese. Così spesso accade in chiusura di stagione, così accade, ad esempio, nella prova delle juniores, laddove la campionessa italiana in carica, Letizia Titon (Assindustria Padova), complice anche una caduta, spazio deve lasciare alle brave saluzzesi Mina El Kannoussi e Cristina Mondino, ovvero a coloro che da vallette le avevano fatto nella classifica finale del Campionato italiano. Per la El Kannoussi, dopo il successo del 2009, arriva dunque il bis, pure condito dal nuovo record del tracciato (19’42”).
Un poco più lunga (6150 metri contro i 4500 delle juniores) la prova dei pari età maschile, laddove nel finale ha la meglio il calabrese Marco Barbuscio (Esercito Giovani). Gara molto combattuta la loro, con l’attacco iniziale dell’altro azzurrino Alex Cavallar (Atl. Valli di Non), poi terzo, e con la bella tenuta anche del valsusino Andrea Pelissero (Atl. Susa), poi quarto a 45″ da Barbuscio, e soprattutto di Nicola Muntone (Atl. Porto Torres), ottimo secondo al traguardo. Per l’atleta sardo, tra i migliori a livello nazionale sulle siepi e lieta sorpresa di giornata, una gran bella prova, che potrebbe magari indurlo a cimentarsi ancora in disciplina per cui indubbiamente ha manifestato propensione.
Sulle stesso tracciato, protagoniste anche le donne – quasi quaranta al via -, con Maria Grazia Roberti (Forestale) a conquistare dunque il suo quinto successo nella Mare-Montagna. Un bel record, ma compito non semplice il suo, a lungo costretta ad inseguire una scatenata Ilaria Bianchi (Valle Camonica), solamente nel finale poi rimontata anche dall’altra azzurra, e sua compagna di squadra, Cristina Scolari. Giù dal podio, ma quarta e non lontana, Angela Serena (FreeZone Bs), davanti a Paola Sogos (Gs Amsicora), la migliore delle atlete sarde.
Meno sofferto il successo di Gabriele Abate al maschile. Sui dieci chilometri e spiccioli, dal litorale di Cala Gonone sino a Dorgali, il valsusino dell’Orecchiella Garfagnana parte forte e poi controlla nel tratto finale. Il suo tempo, 40’50”, dice di ritmo non indiavolato, decisamente sufficiente però per precedere un Bernard Dematteis (Valle Varaita – 41’59”) ancora non brillantissimo e un Marco Rinaldi (Forestale – 42’45”) lontano dalla condizione che da queste parti nel 2009 lo aveva visto lottare sino al traguardo per una vittoria poi arrisa al ruandese Simukeka. Un bel podio in ogni caso, come sempre o quasi accaduto alla Mare-Montagna. A nobilitare l’ordine d’arrivo, pure ci pensano Marco Agostini (Valle Camonica), Cristian Terzi (Valli Bergamasche) e il nome nuovo Filippo Ba (Cento Torri Pavia), che dopo bella lotta nell’ordine chiudono a ridosso del podio.
Settimo e primo degli atleti sardi, proprio lui, proprio l’uomo cui in primis si deve il rinnovarsi puntuale del piccolo miracolo di una grande corsa in montagna isolana: Ignazio Sagheddu, il presidente della Polisportiva Gonone Dorgali. Il suo sorriso felice, al traguardo, la cartolina che meglio riassume l’impegno e la passione che tutta la realtà organizzativa locale, ben supportata dal Comitato sardo della Fidal, ha ancora una volta saputo trasmettere.

Paolo Germanetto

PROMESSE SENIOR DONNE Mt 6150
1 1 101 ROBERTI MARIA GRAZIA SF RI224 CORPO FORESTALE DELLO STATO 26′ 50″
2 2 102 SCOLARI CRISTINA SF BS199 ATLETICA VALLECAMONICA 27′ 20″
3 3 104 BIANCHI ILARIA SF BS199 ATLETICA VALLECAMONICA 27′ 28″
4 4 103 SERENA ANGELA SF BS521 FREE ZONE 27′ 48″
5 5 106 SOGOS PAOLA SF CA002 S G AMSICORA 31′ 01″
6 6 108 INNOCENTI GIULIA PF CA001 C.U.S. CAGLIARI 32′ 55″

PROMESSE SENIOR UOMINI Mt 10150
1 1 1 ABATE GABRIELE SM LU103 ORECHIELLA GARFAGNANA 40′ 50″
2 2 8 DEMATTEIS BERNARD SM CN007 PODISTICA VALLE VARAITA 41′ 59″
3 3 3 RINALDI MARCO SM RI224 CORPO FORESTALE DELLO STATO 42′ 45″
4 4 7 AGOSTINI MARCO SM BS199 ATLETICA VALLECAMONICA 43′ 06″
5 5 6 TERZI CRISTIAN SM BG149 ATLETICA VALLI BERGAMASCHE 43′ 39″
6 6 10 BA FILIPPO SM PV110 ATLETICA CENTO TORRI PAVIA 44′ 15″
7 7 12 SAGHEDDU IGNAZIO SM NU053 POL GONONE DORGALI 46′ 20″
8 8 11 BARBUSCIO GUIDO PM PE001 ATERNO PESCARA 46′ 45″
9 9 23 LEOTTA LUIGI SM SS200 ATLETICA GOCEANO 46′ 50″
10 10 21 DE VENUTO RICCARDO SM NU149 ATLETICA ORANI 47′ 28″
11 11 9 PEYRACCHIA SIMONE SM CN007 PODISTICA VALLE VARAITA 48′ 31″
12 12 4 BELLINI MAURO SM BG149 ATLETICA VALLI BERGAMASCHE 48′ 45″

JUNIOR UOMINI Mt 6150
1 161 BARBUSCIO MARCO JM RM218 ESERCITO SPORT & GIOVANI 24′ 52″
2 162 MUNTONE NICOLA JM SS059 ATL LEGG PORTO TORRES 25′ 02″
3 163 CAVALLAR ALEX JM TN102 ATLETICA VAL DI NON E SOLE 25′ 16″
4 165 PELISSERO ANDREA JM TO003 ATLETICA SUSA 25′ 37″
5 166 SCANZI ANDREA JM BG149 ATLETICA VALLI BERGAMASCHE 26′ 37″

JUNIOR DONNE Mt 4500
1 152 EL KANNOUSSI MINA JF CN016 ATLETICA SALUZZO 19′ 42″
2 156 MONDINO CRISTINA JF CN016 ATLETICA SALUZZO 20′ 33″
3 153 LETIZIA TITON JF PD140 ASSINDUSTRIA SPORT PADOVA 21′ 19″
4 155 BIANCO ELISA JF TO146 ATLETICA SAVOIA 24′ 24″
5 154 SERPI GIORGIA JF SS125 ATLETICA PLOAGHE 26′ 53″

Articolo letto 48 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login