Home » Notizie » Corsa in Montagna » Marco De Gasperi ad Albufeira per il primo stage invernale della stagione 2008

Marco De Gasperi ad Albufeira per il primo stage invernale della stagione 2008

07/01/08

Con lui altri big della corsa in montagna e non solo

E’ cominciata ufficialmente oggi, con lo stage portoghese di Albufeira, la stagione 2008 del campionissimo bormino Marco De Gasperi. «Dopo il potenziamento effettuato nel mese di dicembre, ora mi attendono 20 giorni di carico – ha esordito il sei volte iridato di corsa in montagna -. Prima della stagione dei cross ed in vista di un’intensa estate di gare, questa mole di lavoro farà sicuramente comodo». Se d’estate, per sfuggire alla canicola, tappe obbligate sono Sankt Moritz e Livigno, nel mese di gennaio sono in molti a darsi appuntamento ad Albufeira: «Sarà la quinta volta che ci vengo – ha continuato De Gasperi -. Conciliando prezzi non proibitivi a condizioni ideali per correre, questa località è meta fissa per atleti di mezz’Europa». Se l’aspetto economico è sicuramente importante, cosa differenzia Albufeira da altre località? «Molti fattori, in primis il clima. In un periodo per l’Italia solitamente freddo, lì si correre sempre tra i 15 e i 20° centigradi. Oltre alla pista, ha un’area  dedicata al cross country e una scogliera a picco sul mare densa di saliscendi». Sarai solo in questa trasferta? «No. Il mio gruppo di lavoro sarà composto da altri 12 atleti e si preannuncia davvero competitivo. Fra questi potrei citare i miei compagni di squadra Lele Manzi e Marco Rinaldi. Ci sarà poi Elisa Desco, il campione italiano di maratona Migidio Bourifa e l’orobico Andrea Regazzoni».  Quale sarà la vostra giornata tipo? «L’obiettivo è macinare chilometri, ma anche lavorare sulla velocità. Faremo allenamenti bi giornalieri passando da una media di 20 sino ad un massimo di 30km per arrivare sino a di 210km settimanali». I risultati di tanto lavoro quando si vedranno?  «Spero subito, ovvero nei primi cross invernali, ma di sicuro tale mole di allenamento farà comodo nel proseguo della stagione. Quando le energie cominceranno a mancare, avere alle spalle una buona base, sarà determinate». A proposito di stagione agonistica hai già pianificato i prossimi impegni? «Visto il buon esito della gara sul grattacielo di Taipei, il prossimo 10 febbraio volerò a New York per la scalata all’Empire State Building. Se quello è da intendersi come impegno estemporaneo, molto più importante saranno invece i campionati italiani societari di cross in programma per il 17 febbraio a Monza». Guardando invece all’estate e alla corsa in montagna? «Gli obiettivi sono sempre i medesimi, ovvero campionato italiano individuale e staffetta. Essendo quest’anno i mondiali nella formula di sola salita, punterò maggiormente sull’europeo».                                              Maurizio Torri       

Articolo letto 36 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login