Home » Notizie » Corsa in Montagna » Maratona di Treviso esordio per Gabriele de Nard

Maratona di Treviso esordio per Gabriele de Nard

20/03/07

Comunicato Stampa comitato organizzatore

 

Occhio al cronometro, la 4° Treviso Marathon-1° trofeo BancaTreviso ufficializza il cast dei campioni per la gara del 25 marzo. Punto di riferimento, le grandi prestazioni che l’anno scorso hanno inserito la gara da Vittorio Veneto al capoluogo della Marca tra le più veloci maratone della Penisola, con sette uomini capaci di correre in meno di 2h15′ e otto donne scese sotto le 2h48′.  

 

L’Italia, sulle strade trevigiane, guarderà con attenzione all’esordio sulla distanza di Gabriele De Nard. Il finanziere bellunese, grande specialista dei cross (domenica ha vinto l’argento ai Tricolori di Villa Lagarina) e protagonista in tante kermesse su strada, proverà ad entrare in una nuova dimensione, affrontando una specialità che potrebbe riservargli grandi soddisfazioni. Obiettivo: un debutto importante, come si conviene ad un atleta che da diverse stagioni rappresenta il volto dell’Italia che corre sui prati.

 

Per De Nard, non si annuncia una gara facile. Gli avversari saranno soprattutto africani. A partire dal marocchino Rachid Kisri, vincitore in Piazza dei Signori l’anno scorso con l’ottimo tempo di 2h10’34", record della gara, e in questo primo scorcio di stagione già 5° nell’importante maratona giapponese di Beppu (2h12’46").

 

Il Kenya presenterà David Maiyo (2h13’00" di record personale, terzo nel 2006 a Kosice), Kennedy Kimeli Kemei (2h13’36", bronzo a Firenze nel 2006), Benjamin Pseret (2h13’46", secondo l’anno scorso a Barcellona e sesto a Torino), Philip Biwott Kiplagat (2h14’29", quinto a Firenze nel 2006) e il debuttante James Cheruyiot. Da seguire pure un altro marocchino, Mohamed Hajjy, vincitore a Reggio Emilia nel 2005 (2h14’08"), l’intramontabile algerino Azzedine Sakhri (2h13’57", ottavo ai Mondiali di Atene ’97) e l’etiope Asnake Fekadu, accreditato di un recente 1h02’02” nella mezza maratona di Addis Abeba.

 

Oltre a De Nard, l’Italia punterà al podio con Matteo Palumbo (2h12’59") e attende conferma della crescita di Antonello Petrei, che torna a Treviso dopo l’ottimo sesto posto dell’anno scorso (2h14’31").

 

Un’etiope sarà la stella della gara femminile: Shitaye Gemechu ha un primato di 2h26’15", stabilito a Berlino nel 2002. La sua carriera, caratterizzata anche dalla partecipazione alle ultime tre edizioni dei Mondiali e da un curioso tris di vittorie nella maratona di Phoenix (2004-2006), è piena di piazzamenti importanti: settima l’anno scorso a Berlino e nel 2005 a Boston, sesta nel 2004 a Chicago e seconda l’anno prima ad Amburgo. A Treviso, andrà a caccia del primato stabilito da Deborah Toniolo (2h28’31"), ma le insidie, pure per lei, non mancheranno.

 

Puntano infatti al podio anche l’ungherese, ex rumena, Simona Staicu (2h29’59" di primato), terza a Milano nel 2002 e seconda a Roma nel 2003, la marocchina Soumyia Labani, bronzo in Piazza dei Signori l’anno scorso (2h30’48"), e le keniane Sisay Measo (2h36’51", quarta l’anno scorso a Torino) e Delilah Asiago (2h37’24", sesta a Rotterdam 2004 e l’anno scorso vincitrice della maratona di Dubai).

 

Volano intanto le iscrizioni: a 24 ore dalla chiusura, prevista per ieri, la 4° Treviso Marathon – 1° trofeo BancaTreviso, ha raggiunto le 4.500 richieste di pettorale, record della manifestazione, ma traguardo ancora non definitivo.

Gabriele De Nard (immagine di repertorio)

Articolo letto 100 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login