Home » Notizie » Corsa in Montagna » Lunghe distanze: domenica i tricolori a Civezzano

Lunghe distanze: domenica i tricolori a Civezzano

19/09/08

Si corre nel feudo dell’ex iridato Antonio Molinari, tanti i progetti corrrelati all’evento

Campionati Italiani Corsa in montagna lunghe distanze

Martignano (Trento)-Civezzano 2008 18 settembre 2008

Meno tre giorni ai Campionati Italiani di Lunghe distanze di Corsa in Montagna (Martignano Tn-Civezzano, 21.09.2008)

Otto titoli italiani in palio: promesse/senior/master 1/master2 maschile e femminile, da conquistare su 25 km di salite e discese da Martignano a Civezzano. Partenza alle 9.15 per gli uomini, alle 9.30 per le donne. Oggi la gara è stata presentata alla conferenza stampa a Castel Telvana (Civezzano).

Alla presenza del presidente del Coni provinciale Giorgio Torggler, del sindaco di Civezzano Michele Dallapiccola accompagnato anche dagli assessori Giorgio Facchinelli e Nicoletta Donatoni, del sindaco di Albiano Giuliano Ravanelli e del sindaco di Fornace Pierino Caresia, del direttore dell’Ecomuseo Argentario Ivan Pintarelli, e del presidente dell’Atl. Trento cmb Carlo Segatta, il comitato organizzatore ha illustrato percorso, premi, trofei e memorial della competizione.

Premi ai primi 30 atleti assoluti e alle prime 20 atlete sempre del settore assoluto, e premi anche per le società: oltre alle prime 5 nella categoria femminile, e alle prime 8 in quella maschile, anche il “Trofeo Comune di Civezzano” per la prima società nella classifica delle donne, e il “Trofeo Alpini di Civezzano” Memorial Dario Molinari per la prima società nella classifica degli uomini.

25 km su di un tracciato tra Martignano, il M. Calisio, Montevaccino, Albiano, Fornace, con arrivo a Civezzano, paese di Antonio Molinari, campione mondiale a Telfes (Austria) nel 1996, e ancor prima di Mariano Scartezzini, ex primatista italiano sui 3000 siepi (8’12’’). Di corsa sui loro percorsi di allenamento, ma di corsa anche sulle antiche vie dei canopi, i minatori tedeschi che durante il Medioevo lavoravano nelle miniere, le canope appunto, sede di un’epopea mineraria che nei secoli ha alimentato miti e leggende, dando vita alla figura del canopo richiamata nel logo della manifestazione.

Saghe medievali dunque per battezzare una novità nel calendario italiano della corsa in montagna: il Campionato di corsa in montagna distanze lunghe, un tempo Campionato Italiano di Gran Fondo, poi per anni latitante nel calendario nazionale di corsa in montagna, è entrato da quest’anno ufficialmente tra le gare che assegnano titoli tricolori (la “versione” mondiale già esiste, quest’anno si è disputata il 26 aprile a Horton in Ribblesdale, in Inghilterra).

Fondamentale la collaborazione dell’Ecomuseo Argentario, diretto da Ivan Pintarelli (peraltro forte specialista della mountain bike e dunque particolarmente sensibile a tematiche “sportive”), grazie alla consulenza del quale è stato possibile coinvolgere, come già a Povo per i Campionati Italiani staffetta di Corsa in montagna il 25 maggio, le scuole elementari di Civezzano e Seregnano, con un progetto promosso dall’Atl. Trento cmb in collaborazione con la coordinatrice didattica delle scuole suddette Nicoletta Donatoni, insegnante e assessore del comune di Civezzano: un incontro con i campioni della corsa in montagna che ha avuto luogo ieri giovedì 18 settembre, lo stesso giorno della conferenza stampa, ma poche ore prima, preceduto nei primi giorni di scuola da un modulo articolato su varie aree tematiche (la corsa in montagna-il territorio dell’Ecomuseo- e via dicendo), e concluso con una gara riservata ai ragazzi venerdì mattina, occasione in cui i piccoli atleti saranno accompagnati sull’ultima parte del percorso della gara del 21 settembre da Antonio Molinari. Nell’incontro odierno oltre 200 bambini di Civezzano e Seregnano, vestiti delle magliette decorate con il logo della manifestazione di domenica, hanno sottoposto i loro dubbi sullo sport, sullo sport di montagna e sulla corsa ad Antonio Molinari, plurimedagliato campione italiano, mondiale nel 1996, ed europeo, ad Antonella Molinari, più volte maglia azzurra di corsa in montagna, e a don Franco Torresani, noto anche per i recenti titoli master (europeo 2008) nonché per la nazionale assoluto alla fine degli anni ’90.

Venendo alla gara di domenica 21/09, qualche novità, non ancora definitiva, sugli iscritti: nomi di punta certamente quelli di Emanuele Manzi (Forestale), Lucio Fregona e Davide Milesi (entrambi Forestale), dell’inglese Martin Cox, di Gerd Frick nonché dello stesso Molinari. In forse la partecipazione di Marco De Gasperi, campione mondiale di corsa in montagna nel 2007 in Svizzera, di Berny Dematteis, campione italiano 2008, e di Jonathan Wyatt, di recente laureatosi campione mondiale a Crans Montana (Svizzera, domenica scorsa).

Al femminile, occhi puntati sul Mariagrazia Roberti della Forestale, azzurra della corsa in montagna, e sulle nostre Francesca Iachemet e Lorenza Beatrici.

Maggiori info sulla gara sul sito della società organizzatrice, www.atleticatrento.it.

Elena Franchi

Uff. stampa Atl. Trento cmb

elena.franchi@atleticatrento.it

. Una gara di nuova istituzione Fidal, affidata quest’anno all’Atletica Trento cmb, dopo l’impegno organizzativo e il successo della staffetta tricolore a Povo in maggio. logo manifestazione

Articolo letto 63 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login