Home » Notizie » Corsa in Montagna » Gaiardo e Salvini: ancora loro sul Mortirolo

Gaiardo e Salvini: ancora loro sul Mortirolo

17/06/07

La prima tappa del campionato italiano regala il podio anche a De Gasperi e Abate, così come a Roberti e Desco. Tra gli juniores vittorie per Alex Baldaccini e Clara Faustini

Non cambiano i padroni sulle rampe del Mortirolo. In Valle Camonica a sorridere sono ancora Vittoria Salvini e Marco Gaiardo, che pongono con autorità il proprio sigillo sulla prima tappa della rassegna tricolore. Gare simili quanto a condotta quelle disputate oggi dalla portacolori dell’Atletica Valle Brembana e dall’alfiere dell’Orecchiella Garfagnana, giunti in solitaria al traguardo delle ex Casermette dopo una prova che sempre li aveva visti al comando delle operazioni. Sugli 8000 metri di gara di una prova femminile partita da Monno la Salvini precede di oltre 1′ la forestale Maria Grazia Roberti, autrice di una grande rimonta nella seconda parte di gara, e di qualche secondo in più Elisa Desco (Valle Brembana). Di un soffio giù da un podio che avevano invece a lungo occupato nel corso della gara finiscono poi nell’ordine Monica Morstofolini (Jaky Tech) e Antonella Confortola (Forestale). E se i distacchi dalla seconda alla quinta piazza rimangono assai risicati, un poco più ampi si fanno per il sesto posto di una comunque positiva Cristina Scolari (Valle Camonica). La settima piazza è invece della trentina Lorenza Beatrici (Atl. Trento), con Elena Riva (Cus Genova) ottava, Francesca Jachemet (Atl. Trento) nona e Paola Romanin (Aldo Moro) decima.

Confermando una condizione di forma davvero eccezionale, Marco Gaiardo mette il piede sull’acceleratore sin dalle prime rampe nell’abitato di Edolo e più non lo molla sino al traguardo, tagliato nel tempo di 1h05’46" dopo 13 Km di gara in quasi costante ascesa. Marco De Gasperi (Forestale) rimane a lungo solitario al suo inseguimento, poi su di lui rinviene Gabriele Abate (Orecchiella Garfagnana). La lotta per la seconda piazza si risolve così nelle fasi finali, con De Gasperi a conludere in 1h07’15" e a precedere Abate di 16" . Il podio è lontano oltre due minuti, ma i portacolori delle Valli Bergamasche Davide Chicco e Mauro Lanfranchi concludono nell’ordine una prova corsa costantemente in coppia: Chicco si conferma pedina importante nello scacchiere azzurro, Lanfranchi continua la sua ascesa in quella che potrebbe essere davvero la stagione della sua consacrazione definitiva. Il sesto posto è invece cosa di uno scalatore puro come Gerd Frick (Telmekon Team Sudtirol), che precede un’ottimo Cristian Terzi, altra perla di giornata per le scatenate Valli Bergamasche. L’italo-russo Mikhail Mamleev (Atl. Brugnera) è ottavo, davanti a Roberto Antonelli (Valle Camonica) e a Danilo Bosio (La Recastello).

Le prove giovanili regalano invece sorrisi a due figli d’arte. Sotto gli occhi di papà Osvaldo, grande maratoneta azzurro degli anni ’80, Clara Faustini (Atl. Vigevano) domina in lungo e in largo la prova delle juniores, mentre Alex Baldaccini (Gs Orobie) fa sua la prova maschile. Alle spalle della Faustini, ma con distacchi già importanti, chiudono Anneke Malpaga (Gs Valsugana) e Marina Bonetti (Us Rogno), mentre sono il bellunese Andrea Tabacchi (Caprioli San Vito) ed Emanuele Rampa (Centro Olimpia Piateda) ad accompagnare sul podio il figlio di Gianfranco, valente atleta e presidente del Gs Orobie. Per tutti e tre gli juniores, così come per la Faustini, si aprono ora inediti scenari azzurri, in vista di un Campionato Europeo da disputarsi nella francese Cauterets il prossimo 7 luglio e per la prima volta aperto anche alla categoria juniores. In vista dell’Europeo, da martedì prossimo il gruppo degli azzurri raggiungerà ancora una volta Champdepraz, in Valle d’Aosta, per un raduno collegiale. Convocati i primi cinque uomini e le prime cinque donne, che si alleneranno nella località che ospiterà anche, il prossimo 29 luglio, la seconda tappa del Campionato Italiano.

Tornando al Mortirolo, degne di menzione anche le classifiche di società, che, a livello assoluto, confermano la supremazia dell’Atletica Valle Brembana al femminile, ma regalano anche la parziale prima piazza maschile alle Valli Bergamasche di Vanna Castelletti. Un risultato che mancava da  lustri, ma sicuramente non del tutto inatteso, dato lo splendido stato di forma di quasi tutti gli alfieri della compagine di Leffe.

Marco Gaiardo Vittoria Salvini Alex Baldaccini Clara Faustini

Articolo letto 138 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login