Home » Notizie » Corsa in Montagna » Doppietta Dragonero al sentiero degli acciugai di Celle Macra

Doppietta Dragonero al sentiero degli acciugai di Celle Macra

07/08/07

Comunicato Stampa

DOPPIETTA DRAGONERO AL SENTIERO DEGLI ACCIUGAI DI CELLE MACRA

Assegnate le maglie di Campione Regionale nelle varie categorie Master

Celle Macra (CN) – La Valle Maira è stata ancora una volta al centro dell’attenzione domenica 5 agosto, in occasione del 7° Trofeo Sentiero degli Acciugai – 5° Memorial Alberto Borsi, gara regionale di corsa in montagna disputata a Celle Macra e valida quest’anno quale prova di Campionato Regionale Master, nonché quale 4ª prova del Campionato Provinciale per tutte le categorie. La manifestazione, organizzata dall’ASD Dragonero Caragliese sotto l’egida della Fidal, era supportata dal Comune di Celle Macra (nell’occasione rappresentato dal Sindaco Marco Cucchietti e dal Vice-Sindaco Battista Aimar), dall’Ecomuseo Alta Valle Maira, dalla Proloco Seles (rappresentata dal Presidente Alberto Bersani), dalla Comunità Montana Valle Maira (rappresentata dall’Assessore allo Sport e al Turismo Roberto Colombero), dal Gruppo di Protezione Civile e da alcuni sponsor, oltre che dalla famiglia Borsi.

La gara si è svolta su un percorso saliscendi di 5,3 km prevalentemente su sentieri e strade sterrate, che gli uomini percorrevano due volte per un totale di 10,6 km e donne, Junior M e uomini over65 una volta sola. La gara maschile vedeva l’atleta di casa, Enrico Aimar (Saluzzo), portarsi subito in testa, seguito dal compagno di squadra Mauro Biglione e da Graziano Giordanengo (Dragonero), con quest’ultimo che raggiungeva i due avversari sull’ultima salita e scollinava in testa, con una ventina di secondi di vantaggio su Biglione ed una trentina su Aimar, il quale recuperava in discesa, transitando al termine del primo giro in seconda posizione alle spalle di Giordanengo. L’atleta della Dragonero aumentava il proprio vantaggio in salita e transitava in cima con un minuto di vantaggio su Biglione e due minuti su Aimar. Tali posizioni si mantenevano invariate al traguardo, con Giordanengo che bissava il successo già conquistato lo scorso anno a staffetta. Al 4° e 6° posto ancora la Dragonero con Walter Sartor e Mauro Giraudo, mentre al 5° s’inseriva un intramontabile PierPaolo Fontan (Susa), leader tra gli M50. Aimar era leader tra i Senior davanti a Sartor e Giraudo, Giordanengo si aggiudicava la classifica degli M35 con 2°Mauro Coccolo (GASM) e 3°Andrea Giacosa (Fossano), mentre Biglione si affermava tra gli M40 davanti all’astigiano Stefano Carbone e al cuneese Dario Tassone. Vittoria ruatese tra gli M45 grazie a Guido Castellino, seguito da Paolo Lingua (Saluzzo) e Roberto Bounous (Baudenasca). Il suddetto Fontan era leader tra gli M50, seguito dal cellese Alberto Aimar (Buschese) e dall’albese Federico Pennella. Ancora l’Atl. Susa sul gradino più alto del podio sia negli M55 con Mario Andreolotti sia negli M60 con Claudio Milan; il primo precedeva Ugo Charbonnier (Valpellice) e Gaetano Rubino (Boves), mentre il secondo aveva la meglio su Dario Giordanengo (Dragonero) e Michelantonio pericola (Cumiana).

Percorso ridotto per gli over65, con Carlo Marino (Baudenasca) che tra gli M65 andava a precedere Mario Tible (Dragonero) e Tiziano Paulon (None), mentre tra gli M70 giungeva per primo G.Battista Viale (Michelin), seguito da Luigi Caldano (Pam).

La gara femminile era vinta da Paola Ventrella (Dragonero), che transitava in cima alla salita con un buon margine di vantaggio sulle avversarie, le quali però recuperavano nettamente in discesa. La Ventrella manteneva la prima piazza (con il tempo di 26’14”), con soli 14” di vantaggio su Maria Laura Fornelli (ATP Torino), che batteva in volata la saluzzese Stefania Agnese (26’28”). Al 4° posto la valvaraitese Elena Bagnus e al 5° ancora la Dragonero con Maria Piera Viale. La Fornelli era leader tra le Senior davanti alla Bagnus e a Bruna Rosso (Buschese), la Ventrella si affermava tra le F35 davanti ad Agnese ed Elisa Bruno (Pam) e la Viale era leader tra le F40, seguita dall’albese Daniela Biga e dalla compagna di squadra Gemma Giordanengo. Marina Plavan (Baudenasca) conquistava la vittoria nelle F45 davanti a Tiziana Semeraro (Saluzzo) e Josephine Lopez (Boves), mentre la Dragonero era leader tra le F50 con Anna Garelli, seguita da Ivana Costabel (Baudenasca) e Fiorella Bonnin (Pinerolo). Tra le F60 podio per Franca Tonietti (None), Graziella Stefani (Baudenasca) e Giusy Cometti (Pam), giunte nell’ordine.

Sui 5,3 km si cimentavano anche gli Junior M, con Michele Origlia (Dragonero) e Manuel Solavaggione (Valvaraita), che prendevano la testa della corsa, ma verso metà salita venivano raggiunti da Andrea Menardi (Dragonero), che se ne andava solitario e manteneva la prima piazza fino al traguardo, che tagliava in 23’05”, con 17” di vantaggio su Solavaggione e 39” su Origlia. Una sola Junior F al traguardo, Noemi Mellano (Saluzzo). Dominio netto della Valvaraita sia tra le Allieve che tra gli Allievi, con Anna Ruatta e Andrea Roasio, i quali precedevano rispettivamente Sonia Colmo (Saluzzo) e Susanna Carbone (Alba Mondo) la prima ed Edoardo Marchisio (Vittorio Alfieri) e Livio Craveri (Valvaraita) il secondo.

Le classifiche di società a punteggio vedevano la Dragonero conquistare la vittoria sia in campo maschile che in campo femminile, ma in entrambi i casi la società organizzatrice rinunciava a ritirare gli splendidi trofei in legno scolpiti dal maestro scultore locale Batista, i quali andavano rispettivamente alla Valvaraita per gli uomini (seguita da Valpellice e Pam Mondovì) e al Saluzzo per le donne (seguita da Gruppo Podisti Albesi e Baudenasca).

Nell’occasione il responsabile regionale della corsa in montagna della Fidal Piemonte, Mauro Riba, qui presente anche in qualità di speaker, consegnava le maglie di campione regionale master delle varie categorie, che andavano a: Paola Ventrella (Dragonero) tra le F35, Maria Piera Viale (Dragonero) tra le F40, Marina Plavan (Baudenasca) tra le F45, Anna Maria Garelli (Dragonero) tra le F50, Fiorella Bonnin (Pinerolo) tra le F55, Franca Tonietti (None) tra le F60, Giusy Cometti (Pam) tra le F70, Graziano Giordanengo (Dragonero) tra gli M35, Mauro Biglione (Saluzzo) tra gli M40, Guido Castellino (R. Chiusani) tra gli M45, PierPaolo Fontan (Susa) tra gli M50, Mario Andreolotti (Susa) tra gli M55, Claudio Milan (Susa) tra gli M60, Carlo Marino (Baudenasca) tra gli M65 e G.Battista Viale (Michelin) tra gli M70.

Numerosi i premi speciali consegnati, in particolare un premio speciale è stato offerto dalla famiglia Borsi al 1° uomo e alla 1ª donna classificati nati nel 1962, la leva di Alberto, nonché un quadro scolpito da Batista con una coppia di atleti che è stato consegnato a Stefania Agnese e Mauro Biglione, coppia d’oro nella corsa e nella vita, oltre ad una fotografia che li ritrae insieme alla figlia Samantha.

 

Monica Ghio

3487658411

monica.ghio@tele2.it

Articolo letto 52 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login