Home » Notizie » Corsa in Montagna » Dapit e Gilardi vincono la Stava Skyrace

Dapit e Gilardi vincono la Stava Skyrace

19/08/07

L’atleta del Team Crazy Idea ha praticamente ipotecato il titolo 2007

- Seconda edizione e record bruciati dai due leaders tricolori

- In salita svetta Pio Tomaselli, poi Larger tenta il “bis” del 2006

- Giornata da incorniciare e gara combattuta fin dai primi metri

- Al via, e protagonista, don Torresani vittima di un pauroso incidente a Ferragosto

 

 

Fulvio Dapit e Daniela Gilardi oggi hanno vinto in Val di Fiemme la Stava Sky Race, prova di Campionato Italiano di skyrunning, ed ora i due “corridori del cielo”, poliziotto friulano in servizio a Vipiteno il primo, e lecchese la seconda, si sono riconfermati leaders del torneo tricolore. Una gara spettacolare, che nei continui saliscendi con gli affascinanti panorami del Gruppo del Latemar ha costretto i quasi 200 partecipanti ad affrontare 2.125 metri di dislivello di sole salite, “scollinando” sul Monte Agnello a 2.358 metri. Gara vivace, “accesa” sulla prima durissima salita del Cornon – ben 1179 metri di dislivello in pochi chilometri – dallo specialista delle ascese Pio Tomaselli. Alle sue calcagna si è lanciato Fulvio Dapit, sicuramente tra i più audaci in discesa, ed infatti dalla cima del Cornon alla fine della discesa di “Casera Vecia” il poliziotto aveva già liquidato Tomaselli presentandosi alla spianata delle “Saline” con oltre 1’ su Ettore Girardi e 1’25” su Tomaselli, raggiunto anche dal favorito Paolo Larger. Appena dietro di loro don Franco Torresani, il famoso “prete volante” che pochi giorni fa era rimasto vittima di un pauroso incidente stradale. All’ospedale ha preferito la sua passione della corsa e, sebbene vistosamente fasciato, nella prima parte di gara è stato tra i protagonisti. Gara combattuta anche tra le ragazze, con Daniela Gilardi che ha dettato il passo tallonata da vicino dall’altoatesina Annemarie Gross e dalla fassana Michela Rizzi. Fulvio Dapit, con un ritmo insostenibile per i rivali, arrivava da solo in cresta sul Monte Agnello, portando a quasi due minuti il vantaggio su Paolo Larger che aveva nel frattempo raggiunto e superato Girardi. Nella successiva discesa Dapit cercava di controllare la situazione mentre Larger faceva forcing e nel frattempo a Girardi si stava avvicinando anche il lecchese Rusconi. A questo punto la gara era decisa, e Dapit si presentava sul traguardo di Stava col tempo di 2h12’28” segnando il nuovo record assoluto della Stava Sky Race. Paolo Larger migliorava il suo tempo dello scorso anno, ma era secondo e nulla poteva contro il leader del Campionato Italiano. Proprio in prossimità del traguardo Rusconi superava Girardi. Al quinto posto Carlo Clementi, mentre don Franco Torresani, con dolori un po’ dappertutto, doveva rallentare e si piazzava in ogni caso 12°. Tra le donne la situazione non mutava, con la Gilardi che controllava le sue avversarie, guadagnando terreno soprattutto in discesa, ed andava così a vincere col tempo di 2h49’07” al 41° posto assoluto. Alle sue spalle Annemarie Gross staccata di 30”, e quindi Michela Rizzi a 3’49”. Gara baciata dal bel tempo, che ha incoraggiato anche tanti appassionati e curiosi ad arrampicarsi lungo il tracciato predisposto con cura dall’U.S. Cornacci di Tesero. Nel parterre a salutare i protagonisti il famoso conduttore televisivo Paolo Brosio, appassionato della corsa, che ha abbozzato l’idea di partecipare alla gara il prossimo anno, ma in veste di “amatore” in tutti i sensi. Ha chiesto quale fosse il tempo massimo…. Info: www.uscornacci.it

 

Classifica:

1) Dapit Fulvio (U.S.Aldo Moro Paluzza) 2.12.28; 2) Larger Paolo (G.S. Hartmann) 2.14.09; 3) Rusconi Marco (Team Valle Aosta Team) 2.18.08; 4) Girardi Ettore (Triathlon Trentino) 2.18.13; 5) Clementi Carlo (Atl Velle Di Cembra) 2.19.24; 6) Zerboni Daniele (Sc Valmalenco) 2.20.59; 7) Miori Luca (G.S. Fraveggio) 2.21.09; 8) Sangalli Giacomo (Atletica Verbano) 2.21.14; 9) Simoni Cristiano (U.S. Primiero) 2.22.53; 10) Tavernaro Michele (U.S. Primiero S. Martino) 2.24.24

 

Femminile:

1) Gilardi Daniela (Atletica S.E.V. Valmadrera) 2.49.07; 2) Gross Annemarie (Telmekom Team Südtirol) 2.49.37; 3) Rizzi Michela (Altitude) 2.52.56; 4) Scola Nadia (Bela Ladinia) 3.00.10; 5) Iori Silvana (Bogn Da Nia) 3.05.24; 6) Facchini Lorenza (U.S. Cornacci) 3.09.16; 7) Tiraboschi Carolina (Veletudo Sky Running) 3.10.25; 8) Volcic Deborah (Federclub Trieste) 3.17.58; 9) Corradini Maria (Triathlon Trentino) 3.22.47; 10) Deville Riccarda (Bela Ladinia) 3.27.08

Testo e Foto Newspower

 

Articolo letto 36 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login