Home » Notizie » Corsa in Montagna » Alla Scalata della Maddalena si riconferma Marco Gaiardo

Alla Scalata della Maddalena si riconferma Marco Gaiardo

04/05/08

Tra le donne Elisa Desco vince e si scopre scalatrice. Sorpende Tommaso Vaccina. Bene i giovani Dematteis e Righetti

Tris di Marco Gaiardo (Orecchiella Garfagnana) e prima vittoria per Elisa Desco (Atl. Vallebrembana). Questi sono i verdetti della 17^ Scalata della Maddalena, gara nazionale di corsa su strada di 7,8km in salita svoltasi ieri a Muratello di Nave (Bs). Non c’è stata la pioggia come lo scorso anno, e la giornata soleggiata  non ha forse consentito ai partecipanti di ottenere tempi di assoluto rilievo, ma lo spettacolo c’è stato eccome. Unica nota dolente, dispiace davvero che siano sempre pochi gli spettatori sui ripidi tornanti che si inerpicano verso il Monte Maddalena.

Lo start della gara Junior e Senior maschile e femminile è stato dato alle ore 16. La cronaca racconta di un Marco Gaiardo in ottima forma che dopo una fase di studio in avvio (passaggio al 1° km in piano in 2’57”), lascia la compagnia degli avversari con una progressione inesorabile e prosegue la sua salita di buon passo; come se per lui si trattasse di una corsa contro il tempo. Nella gara femminile nel frattempo è Vittoria Salvini (Atl. Vallebrembana) a dare fuoco alle polveri nella parte pianeggiante e nel primo tratto di salita (passaggio al 1° km 3’13”), mentre più staccate transitano Maria Grazia Roberti (G.S. Forestale), Cristina Scolari (Atl. Vallecamonica), e la giovane Maria Righetti (Atl. Lecco Colombo Costruzioni). Il tratto più impegnativo della gara inizia al 3° km (pendenze intorno al 20%) e dietro al fuggitivo bellunese, ci si gioca le altre posizioni del podio. A 7” transita il sorprendente Tommaso Vaccina (Cover), già secondo alle spalle di Galliano pochi giorni fa alla Biella – Santuario di Oropa, dimostrando di avere un ottimo feeling con le salite su asfalto. Berny Dematteis (Pod Vallevaraita) lo segue come un’ombra a fatica, dietro nessuno pare avere la forza per poterli riagganciare. A circa 15” passano Emanuele Zenucchi (Recastello), Mikhail Mamleev (Atl. Brugnera), Mauro Lanfranchi (Alt Valli Bergamasche) e Danilo Bosio (Recastello). Ancora più dietro Sergio Chiesa (Runner Team ’99) prova la rimonta sul gruppo, a dispetto di una settimana sola di allenamenti nelle gambe dopo 1 mese di stop per infortunio. Nelle donne è ancora la Salvini che guida, ma dietro di lei la compagna di squadra Elisa Desco sta rinvenendo decisa, e ormai solo pochi metri la dividono dalla battistrada. La Roberti è terza, mentre più staccate salgono in coppia Monica Morstofolini (Jaky Tech) e Monica Bottinelli (Cover). Al quinto km la gara entra nel vivo: i tornanti sono ancora molto ripidi ma Gaiardo continua deciso la sua corsa a cronometro, sono più di 30 i secondi su Vaccina che ha staccato Dematteis di 10” e ancor più su Mamleev. Anche Elisa Desco ha scavato tra se e le avversarie un vuoto di oltre 30”, la Salvini scivola in terza posizione dietro alla Roberti.

L’ultimo tratto di 1 km pianeggiante non regala sorprese e le posizioni di vertice rimangono le stesse. Arrivo solitario del fortissimo Marco Gaiardo in 31’24”, seguito da due esordienti della Scalata della Maddalena, il 28enne Tommaso Vaccina in 31’59”, e il 22enne Bernard Dematteis in 32’21”. Quarto classificato il russo naturalizzato italiano Mikhail Mamleev in 32’31”, quinto e sesto il duo della Recastello Emanuele Zenucchi e Danilo Bosio rispettivamente in 32’40” e 32’49”. Settima posizione per Mauro Lanfranchi in 33’00”, seguono Sergio Chiesa, Eris Costa (G.S. Quantin), e Tito Tiberti (Cover).

Con un crono di 37’33” ecco l’arrivo della prima classificata, Elisa Desco. Solo 3 settimane fa la brava cuneese ha portato a termine la sua prima maratona in 2h36’50” e qui va a migliorare il suo tempo abbattendolo di 1’e 30”, quasi a voler dimostrare agli scettici che la preparazione della strada, in primavera, non può che giovare se ben ponderata. Al secondo posto chiude in 38’26” la capitana azzurra Maria Grazia Roberti, mentre terza giunge la vincitrice delle 2 precedenti edizioni, Vittoria Salvini, in 38’50”. Monica Morstofolini conclude la sua prova al quarto posto in 39’29”, precedendo di 4” Monica Bottinelli. Sesta Cristina Scolari in 40’10”. Nella top ten anche Maria Righetti, Alice Gaggi, Angela Serena e Vera Darrigo.

Articolo letto 192 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login