Home » Notizie » Corsa in Montagna » A Corteno vittoria a sorpresa per Titta Scalet, nelle donne si impone senza problemi la Brizio

A Corteno vittoria a sorpresa per Titta Scalet, nelle donne si impone senza problemi la Brizio

04/07/11

Nella mezza si impongono Stefano Butti e Lisa Buzzoni Chi si aspettava vittorioso al traguardo uno tra i vari Larger, Gotti, Tavernaro, Bonfanti… è stato smentito. Il vnincitore dell’edizione 2011 della Skymarathon Sentiero 4 luglio è Scalet Titta del Gs Pavion. Il 25enne nato a Feltre e maestro di sci si è imposto con una gara sempre condotta in testa. Dopo il passaggio di Val Rosa (1980mt.1h33’09”) insieme a Tavernaro e Piller Hofer, che dettava il ritmo; è iniziata una leggera progressione che lo ha portato a passare solo in vetta al Sellero con il crono di 2h25’53”. A breve distanza, con un ritardo di soli 9″, seguiva Tavernaro, poi leggermente più attardato Piller Hofer (distacco di 43″). Da vetta in poi, la lunga traversata e la discesa verso il traguardo ha visto la crisi di Piller Hofer, che finirà quinto a oltre 8 minuti dal vincitore, mentre ha esaltato le doti di Fabio Bonfanti. Il bergamasco del Gs Altitude, staccato al Sellero di quasi cinque minuti, ha iniziato una strepitosa rimonta che lo ha visto arrivare al traguardo a soli 17″ dal vincitore. Un’inezia in una gara di oltre 4 ore!! Al terzo posto si è confermato un ottimo Tavernaro che ha mantenuto un distacco inferiore al minuto.
Se tra gli uomini il pronostico è stato sovvertito, in campo femminile la conferma di Emanuela Brizio è avvenuta senza particolari problemi. L’atleta della Valetudo Skyrunning ha infatti trionfato con il crono di 5h15’01”, lasciando a quasi 40′ di distanza una pur positiva Galesi Emanuela (Promosport Valli Bresciane). Al terzo posto con il tempo di 6h00’00” troviamo Carolina Tiraboschi (Fly Up). Al maschile 117 arrivati, mentre al femminile solo 12.
Nella mezza maratona maschile molto avvincente il “duello” tra Stefano Butti e Mikhail Mamleev. Per più di metà gara i due si sono alternati al comando, verso metà gara il forcing di Butti gli ha permesso di avvantaggiarsi quanto bastava per impedire il rientro dell’italo russo sulla discesa finale. Il lecchese tagliava vittorioso il traguardo di Santicolo con il tempo di 2h13’59” e un buon vantaggio di 1’11” sul portacolori della Valetudo Skyrunning. Buon terzo posto per Daniele Zerboni della Sportiva Lanzada 2h19’47”. In campo femminile vittoria per Lisa Buzzoni (Gs Altitude) 2h53’42” davanti a Cinzia Bertasa (Iz Skyracing) 2h55’18” e Lorenza Combi (Runners Colico) 3h01’08”. Al traguardo si contano 149 uomini e 15 donne.

Articolo letto 86 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login